Pubblicità

Leggendo il mio solito settimanale ho letto alcune cose che davvero mi hanno fatto salire la bile: pare che al campionato MotoGP del 2012 ci sia già il pieno di iscritti nella nuovissima categoria che prevede motori 1000 di derivazione stradale e che la Dorna stia facendo una selezione dei pretendenti. Ora….io mi infervoro (per non dire altro).

Il mondiale MotoGP per sopravvivere, ha bisogno dei team. Ma non di team privati messi li a fare numero, ma di team seguiti dalle case che portino sviluppo, tecnologia, soldi e che portino avanti un vivaio di piloti. Il tentativo di Ezpeleta mi pare assolutamente patetico oltre che inutile: la verità è che Dorna si è stufata di dare dei gran soldi ai team privati che non durerebbero 4 gare senza un aiuto, e vuole far pagare ad altri questi soldi aumentando le iscrizioni. Dite di no? Sentite qua….

La crisi ha colpito senza pietà tutte le Case nessuna esclusa: il mercato delle moto sportive è crollato in totale del 33,6% e nel dettaglio le sportive di media cilindrata (600-750) sono crollate del 21,7%, le 600 sono a -25,6%, le 1000cc tengono il mercato ma solo per la stagione favorevole e per l’ultimo mese di incentivi. E se pensate che i grandi colossi come Honda o Yamaha riescano a sopravvivere grazie agli scooter (il modello pù venduto nel primo trimestre è Honda SH 300) ci sbagliamo tutti perchè in Italia c’è stato un calo di quasi il 40% ed in più ci si è messo il terribile terremoto in Giappone che ha messo in crisi le produzioni degli stabilimenti Kymco, Suzuki, Honda e Yamaha.

La verità è che ormai l’utenza è satura oppure non ha i soldi per comprare una moto nuova e preferisce buttarsi sul mercato delle moto usate che è diventato molto prolifico grazie anche a delle politiche scellerate da parte delle case. Se uno cerca una Yamaha R6 o una Suzuki GSX-R di un paio di anni fa, ne può trovare tranquillamente alla metà del prezzo di acquisto di una moto nuova ed ha la stessa identica moto (o quasi, con differenze davvero minime).

I soldi quindi sono davvero pochi e diventa difficile per tutti i marchi tenere in piedi un reparto corse, figuriamoci fornire anche motori ed elettronica a team con risorse limitate che magari vorrebbero pure dei soldi. Ma una Casa cosa ci guadagna a dare dei motori a dei telaisti che magari fanno delle vasche da bagno invece che moto da corsa? Deve magari pagare questi team per avere in cambio cosa? Un ultimo posto in griglia? No grazie….

La KR è stata l’ultima delle case privatissime che è riuscita ad agguantare risultati di rilievo solo perchè la Honda gli aveva fornito le quote del telaio e l’elettronica buona per contrastare con una pedina in più Rossi nel 2006. Pensate che le case giappponesi e ora anche la Ducati hanno abbandonato la SBK in forma ufficiale per limitare i costi affidandosi alle filiali europee e a team privati scelti.

Caro Ezpeleta, gli anno d’oro sono finiti, e devi inventarti molto di più di una Moto1 e di un pò di gossip per tenere in piedi la baracca….tornate a parlare di sport e lasciate il marketing ad altri.

Pubblicità

22 COMMENTS

  1. CRT = Claiming Rule Team. Mi pare che riguarda l’iscrizione al campionato 2012 in motogp.

    Cosa significa? Sono quelle squadre che non fanno parte della MSMA (Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki), come la Suter ad esempio, una moto dotata di propulsore BMW (quello della S1000RR), e che per accedere alla stagione 2012 dovranno presentare richiesta alla Gran Prix Commission. Ricevuta l’approvazione, che dovrà essere presentata entro il 31 dicembre dell’anno che precede la stagione e ricevuto lo status di “Claiming Rule Team” (anche detto CRT), questi team potranno partecipare.

  2. Quello che non ho capito del crt e` il fatto che possono vendere i motori ai membri msma per ventimila euro. Ma non ho capito perche`.
    Pero`, per ventimila euro, se gli attacchi andassero bene per lo sraddone… 😀

  3. @rombotti
    mi mandi in confusione…quali motori vendono? Quelli che comprano dalle MSMA??? E li rivendono a loro??? Non c’ho capito un tubo!

  4. Simona neanch`io.C`e` un`intervista su motogp.com ma proprio non ho capito chi li comprerebbe…
    Se il prezzo e` trattabile,ne prenoto uno per lo sraddone…

  5. rombotti e figurati se capisco io!!!! 🙂
    Mi porti a fare un giro sullo sraddone??? 😉 😉 Lo voglio conoscere!!!! 😛
    Ciao rombotti, ciao a tutti e buona serata!!!!!

  6. le iscrizioni sono gia state consegnate a estoril
    a lemans sceglieranno 14 delle 19 proposte di iscrizioni gia ricevute ,miste ,ufficiali e crt ,saranno 21 piloti in totale nel 2012 a luglio si sapra chi e’ stato scelto

    prima conferma team bqr ha fatto richiesta crt

  7. no, scherzavo… di un motore no, un bell`ammortizzatore magari mi farebbe piu` comodo. O una motina nuova di sec…terza mano… pero` una 600.C`e` qualcosa in Olanda??

  8. Azz come siete informati!!! Si la sigla CRT definisce quelli che sono i telaisti che potranno usare motori derivati dalla serie. Il fatto è che il regolamento non si sa ancora se e come verrà approvato in via definitiva.

    Anche dovesse venire approvato, trovo ridicolo un campionato del mondo che si rispetti con motori derivati dalla serie, con due cilindrate differenti e con regolamenti paralleli…dai su….sono ridicoli

  9. @Smeriglio se volgiono solo dei prototipi pososno chiudere bottega … se vogliono sopravvivere devono fare le scarpe alla SBK un bel dilemma !!!!

    Personalmente penso che dovrebbero fare un gran passo indietro in SBK e poi lasciare alla case la possibilita’ di competere in motoGP con delle modifiche sostanzaili ai modelli di serie cioe’ uns super SBK e restare su quets base per almeno 10 anni.

  10. @rombotti
    ma noooo… 🙁
    Che gentile che sei!!! Ok vada per la prova, alla prima occasione! 😉

  11. `giorno…

    @aseb:l`ammortizzatore ha la molla gialla, il corpo di che colore e` non me lo ricordo, ma sicuramente ora tende al grigio…. comunque se conosci qualcuno in ten kate forse un ammortizzatore di Chili ce l`hanno ancora in qualche cassetto…
    @Smeriglio: sono d`accordo con te (e gli altri) sui regolamenti.Ho un po` ragionato sui motori. Secondo me i team crt che hanno motori a fine chilometraggio possono rivenderli ai team msma da cui li hanno comprati al prezzo di ventimila euro.Mi chiedo, la Suter che monta i motori BMW (che non e` fra i team msma),a chi li rivende?

  12. @Rombotti non e’ che ti riesce di misurare la lunghezza dell’ ammortizzatore dall’ attacco superiore a quello inferiore (centro bullone) perche’ magari te ne trovo uno di ottimo con il serbatoio olio separato.

  13. @rombotti: il problema è che la Dorna non ha più i bilanci in attivo, e ora anche gli autodromi cominciano a non voler più pagare cifre folli per ospitare un GP. Prova ne è che ha rischiato di rimanere fuori dal calendario persino Phillip Island, pista storica del motomondiale. Questo perchè Ezpeleta pretendeva un sostanzioso aumento e gli organizzatori australiani gli hanno fatto il gesto dell’ombrello…..
    Persino in Spagna sono in calo le affluenze negli autodromi, mentre a Monza per la SBK per i tre giorni si sono presentate 136000 persone….qualcuno si faccia una domanda.
    Il motomondiale rischia di ritornare un fenomeno di nicchia seguito da pochi perchè vedrai che appena Rossi molla tutto, Mediaset offrirà molto meno per i diritti TV.
    Inoltre il Mondiale MotoGP sta correndo in deroga della federazione perchè per regolamenti internazionali il numero minimo di partecipanti per omologare un mondiale è 18….butta male…

Comments are closed.