Il no comment di oggi vorrei dedicarlo alla Bridgestone e all’ associazione dei team ed al regolamento  delle gare sul bagnato, che prevede che la gara non venga interrotta per una seconda partenza in caso di pioggia e condizioni della pista pericolose (anche se sembra un controsenso in una gara di moto) anche se alcuni piloti  hanno alzato la mano per  fermare la gara, qual’cuno, si vede,  cha ha studiato bene il regolamento, iniziando invece a tirare per poter arrivare almeno al 14 giro, così da rendere la gara ufficialmete valida, e chiuderla con la decisione della direzione al giusto giro . Obbligati allo spettacolo ?

Bridgestone, che stanca delle critiche sulla difficoltà di riscaldare le ottime gomme,  ha aspettato fino a Assen per decidere che forse era il caso di portare delle gomme più morbide  forse il tutto  istigato dalla riunione volante nel box HRC  con a capo il boss Honda che dopo la caduta di tutte le moto colorate Repsol, si è deciso di deviare delle gomme pronte  per un altro circuito provenienti dalla Germania, e come da regolamento  ha chiesto l’unamnimità dei team per poter effettuare un cambio a prove ormai iniziate, le avevano proposte a partire dal WP, trovando un team satellite HRC contrario, pensando forse che  a loro non servivano  quel tipo di gomme  visto che unico a rimanere in piedi  durante le prove fu propio il loro pilota di punta (Sic) come sono andate  le cose  al primo giro con il Sic che  si mette di traverso alla 4 curva, la prima a sinistra dalla parttenza, mi viene difficile trattenermi dal pronunciare una battuta “chi la fa l’aspetti” ??

Secondo me, l’associazione dei team, che  che avrebbe dovuto votare l’unanimità sull’utilizzo  delle nuove gomme” tedesche” ha peccato di presenza. Visto  che il discorso gomme morbide,  passa attraverso un  discorso sicurezza (viste le clavicole rotte e le cadute  a freddo – vedi Rossi Mugello 2010 – forse la soluzione migliore  sarebbe stata  far decidere a i piloti e non agli ingegneri.

Riobbligati allo spettacolo o fame di punti?

 

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=S7K8UsZv0LY[/youtube]

 

 

 

10 COMMENTS

  1. @Giorgio
    sono assolutamente d’accordo con te.
    Tra l’altro non sapevo che non avessero deciso i piloti di non usare le gomme nuove portate dalla Bridgestone; ma chi corre? Gli ingegneri o i piloti? Quindi, chi eventualmente cade? Gli ingegneri o i piloti?
    Per quanto riguarda la gara della 125, è stato furbo e bravo (o fortunato…) Vinales, il quale ha fatto orecchie da mercante di fronte alla pioggia e si è avvantaggiato.
    Mentre guardavo la gara mi domandavo: “La bandiera? Non la espongono??”.
    Poi ho capito, perchè l’hanno esposta a doc…che amarezza…
    La solita storia, “the show must go on”, è molto triste.

  2. Comunque era da piu’ di una settimana ( esattamente 10 giorni ) che ad Assen avevano predetto temperature freddine e vento pure freddino (dal nord) mi domando se la bridgesotne da un’occhiatina alle previsioni prima di proporre le mescole o guarda all’anno prima quando facevano 24 gradi al matitno !!!!!

    Sopratutto ocn queste gomme che va be dureranno fino in fondo pero’ lavorano su di un intervallo di temperatura da incubatrice.

  3. Già, la sicurezza dovrebbe venire prima.
    La cosa che trovo assurda e che essendo in regime di monogomma anche se portassero una mescola con una minor prestazione assoluta, a favore di un più ampio range di temperatura di utilizzo sarebbe uno svantaggio, o un vantaggio, uguale per tutti. E soprattutto sarebbe tutti più tranquilli in certe situazioni.

    @Manziana
    Io sono al Mugello da venerdì sera.
    E probabilmente mi piazzo davanti alle Casanova Savelli 🙂

  4. purtroppo le gomme (da quello che so io) sono fatte 3 mesi prima ed ovviamente si basano sull’anno precedenze per quanto riguarda miglioramneti per quella pista specifica se trovano temperature differenti sono fregati tutti . Vedi laguna seca michelin

  5. @Peraps il fatto che sia monogomma non e’ detto che sia un equita’ distribuibile, devono rifare probabilmente il setting ed avevano solo il WP che poi era sul bagnato…

  6. @aseb
    Si, non dicevo per Assen, dicevo in generale, visto che è un pezzo che un po’ tutti i piloti fanno notare questa difficoltà ma la Bridgestone insiste su questo tipo di pneumatici.

    Queste coperture, fino a poco tempo fa, gli facevano fare bella figura (a fine gara gomme perfette), ma ora tutta questa polemica li sta mettendo in brutta luce, visto che praticamente gli si addossa la responsabilità degli infortuni.

  7. Il fatto e’ che la Bridgetsone fa le gomme per tutto il campionato in una botta sola di produzione e poi mano a mano arrivano le gare le distribuisce a seconda delle condizioni climatiche che se non indovinano sono tutti nei guai, non credo che abbiano cambaito sistema.

    L’altra anomallia e’ che la fornitura e’ gratis perche’ cosi’ chiese la Dorna ed ottennne.

Comments are closed.