Pubblicità

Si potrebbe dire che alla fine tanto tuono che piovve! In Corea la Mclaren di Lewis Hamilton conquista la pole position davanti al campione del mondo Sebastian Vettel. Sul terzo gradino del podio in seconda fila la seconda delle Mclaren quella di Jenson Button a conferma di una ritrovata competitività della vettura britannica. Al quarto posto l’altra Redbull di Mark Webber.

Male le Ferrari, non per la posizione un griglia quinta con Massa e sesta con Alonso, ma per il distacco di un secondo netto rimediato dal duo Mclaren-Redbull. La casa di Maranello ha portato in Corea una nuova ala ma si è dimostrata completamente insufficiente. Dopo le Rosse Nico Rosberg e Vitaly Petrov, che hanno preceduto Paul Di Resta e Adrian Sutil, ultimi della top ten.

La novità che saltano fuori dalle prove di qualificazione coreane è la ritrovata competitività della Mclaren con Lewis Hamilton in cerca di riscatto dopo le pesanti critiche degli ultimi gran premi e una Redbull che compie eseprimenti per conservare le gomme per la gara, visto l’incongnita usura. Infatti l’ultma trovata dei tecnici delle lattine volanti è quella di non sostituire le gomme per un ultimo tentativo, ma di girarle da destra a sinista per sfruttare la parte di gomma poco usurata a causa del camber negativo che porta a usurarle in modo differenziato dall’interno verso l’esterno. Una tattica sconsigliata dalla Pirelli . Vedremo se ha dato i suoi frutti in gara domani.

Discorso a parte per la Ferrari. Non solo le nuove soluzioni non vanno, ma sembrano addirittura peggiorare la situazione. Ma la conseguenza più grave e che Alonso non riesce a fare la differenza in queste condizioni, come se il pilota Spagnolo sia vittima dello stato confusionale in cui si trova la squadra di Maranello. Incapace di capire dove sono le cose che non vanno e di apportare rimedio in corsa piuttosto che in fabbrica in Italia.

GP Corea F1, tempi delle qualifiche:

Top ten

01. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m35.820s
02. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m36.042s + 0.222
03. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m36.126s + 0.306
04. Mark Webber Red Bull-Renault 1m36.468s + 0.648
05. Felipe Massa Ferrari 1m36.831s + 1.011
06. Fernando Alonso Ferrari 1m36.980s + 1.160
07. Nico Rosberg Mercedes 1m37.754s + 1.934
08. Vitaly Petrov Renault 1m38.124s + 2.304
09. Paul di Resta Force India-Mercedes no time
10. Adrian Sutil Force India-Mercedes no time

Eliminati in Q2

11. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m38.315s + 1.789
12. Michael Schumacher Mercedes 1m38.354s + 1.828
13. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m38.508s + 1.982
14. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m38.775s + 2.249
15. Bruno Senna Renault 1m38.791s + 2.265
16. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m39.189s + 2.663
17. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m39.443s + 2.917

Eliminati in Q1

18. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m39.538s + 2.013
19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m40.522s + 2.997
20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m41.101s + 3.576
21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m42.091s + 4.566
22. Jerome D’Ambrosio Virgin-Cosworth 1m43.483s + 5.958
23. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m43.758s + 6.233
24. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth no time

Pubblicità