Pubblicità

A Portimao si è chiuso il mondiale SBK 2011 con un week end iniziato tra i dubbi del team campione del Mondo, che rischiavano di perdere il loro campione. In Gara2 invece Marco Melandri fa rosicare la Yamaha che ha deciso di ritirarsi a fine stagione, parcheggiando le bellissime R1 in un museo.

Gara1: la gara è stata caratterizzata dalla fuga di Sylvain Guintoli che con le gomme morbide ha provato a dare uno strappo al gruppo. La sua fuga si è conclusa però a 3 giri dalla fine, rimontato da un Checa in grandissima forma dopo una partenza in sordina passata a conservare le gomme. Il poleman Rea (terzo al traguardo) ha dovuto correre nella mischia insieme a Melandri (sesto al traguardo), dopo aver rischiato di rimanere coinvolto in una spaventosa manovra di Laverty che lo ha costretto il ritiro.

Il ravennate ha poi dovuto lasciare la posizione alla Kawasaki di Lascorz per un problema al posteriore; ottima la prestazione di Maxime Berger che ha chiuso al settimo posto l’ultimo round del suo team. Dopo la partenza dalla 17ma posizione Max Biaggi invece rimonta alla grande fino alla quarta piazza.

Gara2: sembra proprio una beffa, la squadra si ritira e fa doppietta nell’ultimo round! Melandri vince e convince prima di cambiare casacca (passerà alla BMW) così come il suo compagno di squadra Laverty che passerà in Aprilia con Max Biaggi. Ancora terzo Rea che si è dovuto accontentare ancora dopo una lotta furibonda con Laverty.

Solamente quarto Checa seguito da Guintoli che ha comunque offerto un’ottima prestazione in tutto il week end. A seguire le le due Aprilia di Camier e Biaggi, al quale non è riuscita la rimonta di gara1.

A domani con le pagelle!

Pubblicità

4 COMMENTS

  1. Si! A momenti ci è andato pure Checa (nel team Motorrad italia) ma alla fine la Ducati ha aperto le tasche…

    Fabrizio sarà l’altro pilota bmw insieme a badovini

Comments are closed.