La MotoGP è rimasta nella parte di mondo “a testa in giù” e dall’Australia si è spostata in Malesia per il GP di Sepang. Mancherà l’abdicante campione 2010 Jorge Lorenzo che deve recuperare dall’impressionante (ma per fortuna non grave) infortunio avuto in Australia durante il termine del Warmup. Il sostituto di Lorenzo sarà il test rider Nakasuga (???) che avrà il compito di non fare danni…

Piacevole ritorno dopo la comparsata di Brno dell’americano John Hopkins, in cerca di una sella per il mondiale 2012 MotoGP; il pilota sembra vicino al team LCR che per Hopper sarebbe una buona occasione visto il ritorno alle 1000.

In casa Honda ormai è tutto fatto, mondiale piloti vinto, tutto a posto. Stoner si godrà in relax la gara? Assolutamente no, perché per lui esiste solo vincere e quindi non aspettiamoci cali di prestazione da parte del canguro australiano.

In casa Ducati anche ormai è tutto fatto: ogni tipo di danno intendo, perché credo che peggio di così ci sia solo da scavare con le ruspe. La Ducati così com’è non va, non si fa guidare, soffre come non mai le Bridgestone, non vuole sorpassare e non vuole stare nemmeno dietro buona buona. La verità è che la Ducati nelle ultime due stagioni ha avuto un’involuzione tecnica impressionante. O meglio, non è stata al passo con il cambiare delle condizioni (gomme particolari che funzionano in maniera estrema).

Proprio qui lo scorso anno Valentino Rossi vinse la sua ultima gara….sperando non sia l’ultima in assoluto. LE aspettative sono tutt’altro che rosee visti i pessimi test svolti qui dalla casa bolognese ad inizio stagione.

In questo week end si dovrebbero definire alcuni dei famosi team CRT, anche se al momento nessuno di questi ha una moto intera. Qualcuno ha il telaio, qualcuno i motori, nessuno le idee in ordine ma di questo ne parleremo più avanti. L’unica cosa che pare certa è la permanenza di Marquez in Moto2 nel 2012, e che il prossimo anno le MotoGP saranno solo 13…

In Moto2 intanto continua la lotta tra Marquez e Bradl divisi solo da 3 punti in favore del tedesco; i due dovranno correre senza fare calcoli, in particolare Stefan che pare aver perso smalto negli ultimi GP a parte a Phillip Island dove avrebbe potuto vincere. Contro un Marquez così, bisogna dare il 110%.

In 125 per Zarco è dura, ma Terol non è stato esente da passi falsi durante tutta la stagione q quindi farebbe bene a mettere pressione allo spagnolo.

Ma vediamo gli orari Malesi (non vedo l’ora arrivi Valencia perché sono stufo di alzarmi presto!):

Sabato 22 ottobre

03.15 – 03.55: 125cc Prove Libere 3
04.10 – 04.55: MotoGP Prove Libere 3
05.10 – 05.55: Moto2 Prove Libere 3
07.00 – 07.40: 125cc Qualifiche
07.55 – 08.55: MotoGP Qualifiche
09.10 – 09.55: Moto2 Qualifiche

Domenica 23 ottobre

04.40 – 05.00: 125cc Warm Up
05.10 – 05.30: Moto2 Warm Up
05.40 – 06.00: MotoGP Warm Up
07.00: 125cc Gara (18 giri)
08.15: Moto2 Gara (19 giri)
10.00: MotoGP Gara (20 giri)

15 COMMENTS

  1. ahahah…13 motogp al via…. ma che bel campionatone che ci aspetta l`anno prossimo. Le suzuki sono comprese nelle 13?

  2. Si ma LA Suzuki…. I Giapponesi ancora non hanno fatto sapere nulla….se correranno con la 800, con la 1000..se correranno….se.

  3. mah… a me questa yamaha mi sembra al livello della Ducati…. hahahah
    mmmmhhhh…. secondo me ci manca qualcosa 🙂

  4. a stoner non gli frega piu’ nulla, mentre pedrosino non scherza affatto! 🙂
    ale vado a nanna… che poi chissa’ cosa ci faccio ancora in piedi se manca il migliore! heheheh
    buenas noches!

  5. ah, che ci manchi qualcosa è poco ma sicuro … 🙂
    spero davvero ci sia in Valencia … la sua mancanza si sente eccome …

Comments are closed.