Pubblicità

Il Gran Premio del Brasile del 2011 passerà alla storia per essere stato il più soporifero della stagione. Del resto con il titolo assegnato e il secondo posto già ipotecato non si poteva chiedere di più. Forse pretendere dai piloti una bella gara combattuta solo con l’orgoglio di farlo per far vedere che ci si diverte anche a guidare non sarebbe stato male. Invece abbiamo assistito ad una brutta caduta di stile da parte della Redbull che ha inscenato un fantomatico guasto al cambio di Vettel per regalare il giusto tributo allo scudiero Webber che ha vinto il GP. Gli unici che ci hanno provato ad animare un po la scena sono stati Alonso che ha fatto un capolavoro di sorpasso su un cliente difficile come Button e Schumacher che però si è scontrato con l’idiozia di Bruno Senna.

 

Mark Webber 8

Una buona partenza finalmente per lo scudiero di Vettel. Però la sua buona gara è rovinata dal comportamento della squadra. Siamo sicuri che il pilota australiano non aveva bisogno di essere incentivato per vincere il gran premio di Brasile visto il passo che portava.

Sebastian Vettel 8

Un record di pole position stagionale che difficilmente riusciranno a togliergli. Almeno che non faccia meglio lui stesso con un altra Redbull imbattibile l’anno prossimo e sinceramente ci auguriamo di no per il bene della Formula 1 altrimenti altro che cambio…gli avversari dovranno burcargli almeno due ruote.

Jenson Button 6 

L’inglese fa la gara minimalista. Il minimo sforzo per il massimo risultato, ma che schiaffo il sorpasso di Alonso!

Fernando Alonso 8 

Siamo sicuri che lo spagnolo è pervaso da un immenso senso di frustrazione nel vedere che puntualmente i suoi sforzi si vanificano per la storia delle gomme. Che sorpasso su Button!

Felipe Massa 7 

Finalmente una buona gara merito anche soprattutto del fatto che Hamilton ha rotto il cambio prima che potesse buttarlo fuori…segno che senza tutti i contatti tra i due qualcosa di più il brasiliano poteva dare.

Adrian Sutil 7

Finalmente riesce a capitalizzare la buona dote prestazionale della Force India, in un tracciato classico si permette di dare il distacco al compagno.

Lewis Hamilton 6

Il suo era un vero problema al cambio che gli ha condizionato tutta la gara prima del ritiro soprattutto non è potuto venire a contatto con Massa ancora una volta.

Niko Rosberg 5

Siamo sicuri che la Mercedes non è competitiva ma stare dietro alle Force India forse il tedesco poteva dare un po di più.

Paul Di Resta 7

In un tracciato dei più difficili ecco che viene fuori la buona prestazione del bravo scozzese. Un ottima crescita che sicuramente non si fermerà.

Kamuj Kobayashi 7

Il ritorno del piccolo samurai. Infatto ora che Perez si è un po spento ecco che ritorna il giapponese a fare punti per la Sauber.

Michael Shumacher 7

Il divertimento del kaiser è durato fino a quando non ha incontrato Senna. Fisichella nel 2006 fu più bravo gli pizzicò solo la gomma non gli distrusse la macchina!

Vitalj Petrov 6 

La Renault non va e il Russo arriva dove può come può senza fare disastri porta a casa un punto prezioso.

Bruno Senna 3

Sorpasso lezione 1: Se il pilota che sopraggiunge ti mette tutta la macchina davanti il sorpasso è perso….se vuoi resistere puoi allungare la staccata. Prenderlo in pieno per rovinargli la gara non è Formula 1!

 

Force India 8

E scresciuta tanto da mettersi alle spalle come prestazione in gara anche la casa madre Mercedes una bella soddisfazione.

Ferrari 7

Perchè ha messo sotto contratto Fernando Alonso…sperando nella prossima stagione.

Mclaren 6 

Come il suo pilota il massimo con il minimo sforzo.

Sauber 6 

I tecnici di Sauber sembrano che non possono curare più di una vettura alla volta se non è Kobayashi allora ci pensa Perez ma mai entrambi.

Redbull 5

Caduta di stile tremenda per la squadra campione del mondo. In un periodo dove le logiche di squadra non si puniscono che bisogno c’era?…forse si temeva che Webber non si sentiva legittimato? Il riultato è stato contrario…ronviandola vittoria all’australiano.

Renault 5 

Ha tolto il volante a Heidfeld!

 

Pubblicità