Doveva essere un gioco. Ed invece si è trasformato in una sfida con tanto di sano agonismo ad esaltare pubblico e piloti. D’altronde i nomi della griglia erano di quelli importanti e, per commemorare un pilota del calibro di Marco Simoncelli, più bel modo non c’era che dare vita ad una vera battaglia nell’autodromo di Monza, tra i famosi rettilinei ancora oggi usati e i tratti in disuso, collegati da stretti passaggi e tornanti fatti ad hoc per esaltare le capacità di pilota e vetture. E non è un caso che a vincere questo speciale evento sia stato proprio Sebastien Loeb, l’otto volte campione del mondo WRC (consecutivi!) a bordo della sua DS3 del team ufficiale Citroen. Con la moglie Severine nelle veste di navigatore, il francese ha da subito imposto il suo volere, lasciando a tutti gli altri partecipanti le sole briciole.

Solo uno è riuscito a (quasi) tenere il suo ritmo indiavolato, addirittura precedendolo in due delle nove prove in programma: Valentino Rossi. Il centauro delle due ruote, reduce da una disastrosa stagione con la Ducati nella MotoGP, ha potuto riassaporare il sapore della vittoria e dello champagne sul podio grazie ad una ottima performance con la sua Ford Fiesta WRC, ovviamente provvista di livrea ad hoc per i suoi sponsor, senza scordare il mitico numero 58 da portare con se sia davanti che in entrambi i lati. Alla fine il distacco dal capolista si è fermato a 24 secondi, ottimo risultato contando che, nell’ultima speciale, il pilota di Tavullia è incappato in un errore spegnendo la macchina durante un tornante e perdendo preziosismo tempo. Inoltre battere il re dei rally era missione quasi impossibile, ecco perchè alla fine Valentino è più che soddisfatto del risultato.

“Battere sua maestà Sebastien Loeb in una Grand Prix del Rally di Monza è una figata… farlo 2 volte non ha prezzo!Bellissimo questo Rally di Monza,tanta gente e bei traversi” dice con la ormai nota simpatia. Anche Loeb fa i complimenti al suo rivale: “Rossi è andato forte un po’ dapertutto. E’ stato bravo. Da parte mia mi sono impegnato, ma ho cercato anche di divertirmi. E poi credo di non aver avuto l’assetto ideale. Questo è molto più simile alla pista che ai veri rally” Sul gradino più basso troviamo il pilota Audi Dindo Capello seguito da un ottimo Perico addirittura davanti ad  un’altra stella del WRC: Dani Sordo. Bene anche Davide Brivio 7° assoluto e Uccio (l’amico fraterno di Vale) 31°. Sorpresa firmata Guido Meda in grado, sulla Abrath Grande Punto, di classificarsi 51° assoluto davanti ad Andrea Dovizioso, 54° e la sua prima esperienza con le macchine da rally. L’intento comunque è stato quello di divertirsi in ricordo di un amico che non c’è più. Obbiettivo perfettamente centrato.

 

Riccardo Cangini

20 COMMENTS

  1. Certo che ci vuole un bel coraggio a chiamarlo Rally sta roba qui!!!E il bello è che c’è gente che si esalta per il secondo posto di Rossi!!!

  2. Buonasera buonasera! 🙂
    E….Vale vale sempre! 🙂
    E’ stato grandioso anche in questo frangente. La classe di Vale non si discute proprio. 😆

  3. Si il rally di Monza è un po particolare….sembra più una di quelle sfide che si fanno al MotorShow

  4. visto il grande entusiasmo che ha dato il secondo posto di rossi al motor rally???di monza!!!! chissà forse motosprint nelle sue classifiche di fine anno lo proporrà come casco d’oro dei rallymen italiani.visto la classe di rossi a prendere la tangente nella finale!!!!!!!!

  5. Beh però c’è da dire che Rossi non è comunque andato piano. Vedendo la finale bisogna riconoscere che in macchina ci sa andare, ha fatto dei bei passaggi fino a poco prima dell’errore.
    Poi è ovvio che se ci si confronta con gli specialisti si perde, ma credo che in un campionato su pista a ruote coperte non sfigurerebbe

  6. smeriglio che non sia andato piano è da valutarlo, fino al suo errore ai 2/3 del percorso era gia a oltre 4 secondi. nei vari e veri rally nell’ultima tappa fatta in citta i distacchi sono dell’ordine di decimi et non di secondi.
    lui ha participato se non sbaglio a 2 o 3 rallye di gran bretagna e non ha mai superato il 20esimo posto. il grande ferrari quando un suo pilota si presentava a maranello è diceva che aveva vinto, ferrari prontamente gli domandava chi era il secondo, mi puoi dire chi è stato terzo a monza?? forse ogier??.
    ultima cosa, qualche settimana fa rossi stabili un tempo sulla gran turismo 5 sul circuito del vecchio nurbungring (la nord schleife),e spavaldamente invitô gli altri piloti a tentare di batterlo, sfida prontamente raccolta da lorenzo che gli fila al primo tentativo 14 secondi(che sono un’eternita). allora che sappia guidare non c’è dubbio ma di la a farlo diventare il nuovo munari ce n’è sta.

  7. accipicchia, mi sa che qualcuno/a dirà di nuovo che sto criticando la bella Italia.

    vi invito a leggere su gpone la bella lettera che hanno scritto lorenzo e rossi a babbo natale.

    smeriglio, scusa ma il mio commento non era diretto contro di te.

  8. @terra: ma figurati, a me puoi scrivere come ti viene tranquillo.
    Eh il Drake la sapeva lunga!!!! 😀
    Si comunque c’è poco da fare, a ognuno il suo. Ti dirò, anch’io sono uno che in moto va forte cronometro alla mano, ma ovviamente se mi paragono a Stoner sono un pippa…Lo stesso vale per Rossi e come dici tu nei rally veri si prendeva parecchi secondi.

    Per fare un paragone: pensa solo a quante bastonate si è preso Raikkonen, campione mondiale F1, nei rally. Non è una specialità semplice per uno che va su una F1, figurati per un motociclista.

  9. Terrasanta, Valentino lo fa per divertimento Loeb e’ un professionista dei rally a parte essere campione del mondo, paragonarli mi sembra alquanto sbagliato, sarebbe come se Loeb salisse su di una MotoGP, cercando di prendere una manciatina di secondi, va diciamo 10 da Valentino, come minimo si schianta.

  10. ciao aseb, non mi far dire cio che non ho detto, cosa mi imbestialisce da morire(si,si,)è il risalto che i media e i tifosi danno a questo show, degno di uno show da luna park.

  11. Mamma mia che pizza………..se fosse arrivato Lorenzo o Stoner secondo, qui si parlava d’altro vero 😉

    Buona sera
    buona sera 🙂 🙂 🙂

Comments are closed.