Tempo di debutti per la SBK che vede a Portimao alcuni team in pista per una tre giorni di test prima della pausa. Fino a mercoledì, BMW, Aprilia e Suzuki saranno in pista per prendere i primi riferimenti in vista della stagione 2012.

Debutta sulla Suzuki Crescent motorizzata Yoshimura l’ex compagno di squadra di Biaggi, Leon Camier, che nella prossima stagione affiancherà John Hopkins in sella alla nuova GSX-R1000. In pista anche le 4 BMW, che stanno mettendo a posto la nuova elettronica Marelli che verrà usata nel 2012.

Camier sulla Suzuki

In casa Aprilia debutta il campione Supersport Davies con il team ParkinGo, mentre la squadra ufficiale vede la coppia Biaggi-Laverty davvero forte in vista del prossimo anno. Per Biaggi però qualche grattacapo in più perché il suo capotecnico Sandi ha lasciato l’azienda (ufficialmente per disaccordi sul rinnovo) e andrà a seguire il progetto CRT della Ioda Racing.

I tempi – assolutamente ufficiosi – vedono Haslam con il miglior tempo (1’43″6) seguito da Melandri (1’43″7) e da Ayrton Badovini (1’43″8). Max Biaggi ha staccato il tempo di 1’43″9, lo stesso del compagno di squadra Laverty. Davies (ParkinGO Aprilia) 1’44″0, Fabrizio (BMW Italia) 1’45″5, Camier (Suzuki Crescent) 1’45″8.

4 COMMENTS

  1. @Ben: mah, sinceramente non lo so. Tecnicamente Sandi è certamente quella che per anni ha interpretato bene il pensiero di Biaggi, però non è certamente l’unico perché nel team non c’era solo lui.
    Con Max rimangono il resto dei tecnici di fiducia, quindi tecnicamente potrebbe rimanere tutto invariato.
    Bisogna valutare invece l’aspetto “umano”: non so che peso avesse Sandi nel “collante” che univa la squadra, perché Max è un pilota che va compreso nelle sue sfaccettature.

  2. Si descrive un Biaggi furioso. Seconod luo Sandi se ne è andato non per questioni economiche ma per ripicca nel confronti dell’Aprilia, rea di non aver dato una RSV4 ufficiale al figlio.

  3. Non avevo dubbi che Sandi se ne sarebbe andato!
    E anche Max,ora è inutile che faccia il finto tonto che lo sapeva anche lui!
    Non ci ha fatto caso nessuno di quanto fosse sempre evasivo,anzi”scocciato” Sandi ogni volta chè gli chiedevano di Max,anche durante le Gare????
    Ora Biaggi accusa il buon Giovanni Sandi di essere poco professionale,di pensare piu’alla carriera del figlio piuttosto che alla sua!!
    Certo,un professionista serio dovrebbe essere sempre”Super Partes”,ma visto che Max non è stato poi tanto d’esempio in quanto ha “spinto” parecchio per far avere una ApriliaRSV1000 al”meritevole” nipote Federico Mandatori-“Biaggi”,proprio a discapito del figlio di Sandi,se permettete un babbo si puo’anche incazzare!!!
    Poi dopo la vittoria di Federico Sandi nella tappa del CIV a Vallelunga ,Max ha “addolcito” la pillola dicendo che era stato facile vincere con una Ducati cosi’!!!
    Vi pare possibile che il buon Giovanni facesse finta di niente??? Penso proprio di no eh!!!!

Comments are closed.