Uno dei team in questo momento più attivi sul mercato è certamente la Williams. Quasi costretta ad uscire da una profonda crisi tecnica in grado di relegarla alle posizioni da fondo classifica, la struttura creata da Sir. Frank cerca nuova linfa vitale, questa volta lontano dai suoi padri fondatori e, soprattutto, in grado di ridare risultati sia in pista che fuori. Passo fondamentale ovviamente è la scelta della coppia piloti, con molti nomi pronti ad assicurare tutto il loro talento e sponsor pur di figurare nella lista degli iscritti. Un sogno per la seconda volta centrato da Pastor Maldonado, in grado di ricevere il rinnovo del contratto anche per la prossima stagione, nonostante un finale non proprio entusiasmante ed eccessivi scalpori finanziari da parte della PDSVA, compagnia petroliferi venezuelana da anni principale finanziatori di Pastor.

A quanto pare però il contratto tra la società e la squadra inglese non è per nulla a rischio, facilitando la conferma e continuando il percorso intrapreso durante quest’annata: “Quest’anno Pastor non ha solo dimostrato di essere veloce, ma di poter essere anche molto concreto sul passo di gara” commenta Frank Williams “E’ sempre stato lui a portarci nella Q3 in questa stagione e a Monaco è stato addirittura eccezionale. Ha instaurato un ottimo rapporto con tutti alla Williams, contribuendo anche al lavoro svolto in fabbrica e con i nostri partner. Nel 2012 il suo sarà un ruolo chiave per favorire la ri-partenza della squadra” Per essere l’anno di debutto il pilota sudamericano non ha per nulla sfigurato, anche se i margini di crescita sono davvero ampi e certi errori ora non saranno più tollerati.

Ciononostante Maldonado è più che sicuro delle sue capacità: “Sono felice di poter proseguire qui la mia carriera e farò del mio meglio per aiutare la squadra a risalire nella parte alta della classifica. Questa è stata una stagione difficile, ma mi ha dato la possibilità di imparare e sviluppare le mie qualità. Sono sicuro che tutto il lavoro fatto quest’anno e le scelte per il futuro daranno i loro frutti nel 2012 e negli anni a seguire” Nulla da fare invece per Valtteri Bottas. Nonostante un più che ottimo test compiuto ad Abu Dhabi, il finlandese rimarrà terza guida anche per questa volta, con la sicurezza però di scendere in pista in almeno 15 sessioni di prove libere nel corso della stagione. Il suo arrivo nella massima serie è sempre più vicino. Ora non resta che attendere il nome del secondo pilota. Con molte voci che vedono l’accordo con Adrian Sutil praticamente fatto e firmato.

 

Riccardo Cangini