Pubblicità

Momento molto delicato per la gloriosa Williams. Dopo un 2011 letteralmente disastroso, la squadra di Grove cerca di presentarsi al via di questo mondiale sotto una veste nuova. La responsabilità tecnica è passata nella mani di Mark Gillan e l’ex McLaren Mike Coughlan (famoso per la questione spy story), prendendo il posto di Sam Michaels, entrato nell’organico Mclaren e Patrick Head, ritiratosi dall’attività della Formula uno. Una vera rivoluzione nei piani alti, con la speranza di aprire un ciclo, se non vittorioso, ma almeno positivo.

Novità anche per quanto riguarda la coppia di piloti, con il confermato Pastor Maldonado affiancato sempre da un brasiliano ma di nome Bruno Senna. Un vero e proprio ritorno al passato, visto che da quest’anno la Williams utilizzerà i celebri propulsori Renault, ricreando una leggendaria accoppiata. A contrasto di tutte queste novità, la nuova FW34 non si discosta molto dalla sua antenata. Mutato per motivi regolamentari il musetto, munito del famoso scalino, troviamo una pinna del cofano molto più accentuata rispetto alle altre monoposto finora presentate. Rivisitazione del disegno delle pance, ora più rastremate soprattutto verso il retotreno.

La prima cosa da dire guardando oggi alla Williams F1 è che ci apprestiamo ad affrontare una nuova partenza. Abbiamo una nuova monoposto, una nuova formazione di piloti, un nuovo motore e tante novità nello staff. Inoltre si sono aggiunti diversi partner negli ultimi mesi” esordisce Sir. Frank Williams: “Ci sentiamo forti e pronti per questa nuova battaglia” Fiducioso anche il nuovo acquisto Bruno: “Sono molto eccitato all’idea di iniziare i test di Jerez con la Williams. E’ la prima volta che posso completare un programma di test pre-campionato. Non  vedo l’ora di cominciare”

 

Riccardo Cangini

Pubblicità