Pubblicità

La monoposto più tradizionale alla fine si è rilevata quella più coraggiosa. Confermato il muso a gradino anche per la Mercedes, seguendo quanto già fatto da quasi tutti i team iscritti al campionato, l’unica a presentare una soluzione del tutto originale è stata proprio la Mclaren, semplicemente preferendo un anteriore più consono e privo dell’antiestetica soluzione. Una voce fuori dal coro, che comporta ovviamente rischi ed una particolare attenzione da parte degli addetti ai lavori e tifosi. I tecnici di Woking hanno optato per una soluzione in grado di convogliare meno aria nel diffusore posteriore, studiando quindi un particolare sistema di flussi in grado del tutto diverso rispetto alla concorrenza.

Persino gli stessi piloti sono stupiti e timidamente perplessi. Lewis Hamilton in una recente intervista non ha nascosto dei timori, soprattutto vista la già considerevole perdita di carico avvenuta con l’abolizione degli scarichi. Il team-principal Martin Whitmarsh rinnova la fiducia ai suoi uomini, elogiandone l’originalità e soprattutto sottolineando il fatto che: “Una monoposto di F1 è il prodotto di una serie di compromessi” ha detto ad Auto Motor und Sport “Con un muso più alto potremmo convogliare più aria nel diffusore posteriore, ma grazie al nostro progetto disponiamo di un centro di gravità più basso e di maggiore libertà nel definire le geometrie delle sospensioni oltre a garantire una posizione di guida più confortevole ai piloti che potranno avere una migliore visibilità

Certamente il team inglese ha studiato le sue mosse con estrema attenzione, sicura di avere dalla sua parte una maggiore libertà per quanto riguardo lo sviluppo. Infatti la monoposto vista alla presentazione ed in pista non è certamente la versione finale, bensì uno step evolutivo che già nelle prossime prove subirà nuovi ed interessanti cambiamenti: “Questa monoposto è un’evoluzione di quella precedente. Al test di Barcellona vedrete le prime nuove parti sulla vettura, ma un pacchetto evoluto lo si scoprirà solo a Melbourne a inizio stagione. Ma non aspettatevi delle innovazioni radicali: queste regole non lasciano molto spazio alla fantasia” In Australia i giochi cominceranno a farsi seri e solo li si capirà l’effettivo potenziale di questa nuova vettura. Consochi che fallire potrebbe rilevarsi un durissimo colpo. Difficilmente sopportabile anche per la Mclaren.

 

Riccardo Cangini

Pubblicità