Pubblicità

Dopo aver spiegato nel dettaglio la soluzione che i due team più dinamici la momento  hanno adottato per gli scarichi, vogliamo proporre agli appassionati di Giornale Motori, un confronto punto per punto delle due vetture partendo da una foto della vista di lato presa in uno dei tratti del tracciato di Barcellona e dove sono state inserite delle linee di riferimento per evidenziare chiaramente le differenze tra le due vetture.

Guardando la foto partendo dall’ala posteriore,  posizione fissa per tutti i costruttori si parte con la linea A.  Scorrendo si giunge senza grosse differenze fino alla linea C che indica il passo e la posizione della sospensione posteriore. Le prime differenze si cominciano a notare all’altezza della linea D, che è stata messa nella corrispondenza dello sfogo per gli scarichi della Mclaren MP4-27. Si nota subito nella Redbull che la posizione dello scarico è stata molto arretrata per far spazio al tubo che porterà l’aria calda verso il pavimento dello scivolo estrattore. Inoltre si vede chiaramente che la curva della zona posteriore detta a Coca cola ( termine coniato dal suo ideatore Jhon Barnard) comincia decisamente prima sulla Redbull per lasciare più spazio al passaggio aria sul fondo.

Nel punto E si nota chiaramente come la parte bassa del cassone laterale della Redbull RB8 è molto rastremato mentre quello della MP4-27 è rastremato solo nella parte iniziale. Interessantissimo è ciò che succede alla linea in corrispondenza del punto F. Si vede chiaramente che la posizione dei due piloti è diversa sia in posizione, con quello Rebull più avanzato di qualche centimetro, e anche più in alto anche se la differenza è meno evidente. La cosa veramente sorprendente è che nonostante sia stato avanzato il pilota alla Redbull sono riusciti anche ad arretrare il passo della vettura rispetto alla MP4-27  riducendolo rispetto a quello della vettura dell’anno scorso.

Queste due ultime differenze lasciano spazio a numerosi punti di riflessione. In primo luogo spostare il pilota in avanti permette di uno sbilanciamento del peso complessivo della vettura sull’avantreno. Questo un progettista lo può fare se è nelle condizioni di recuperare la differenza di peso con un ottimo carico aerodinamico sul fondo scocca posteriore, e un abbassamento del peso della vettura a vuoto,  tale da poter bilanciare con il posizionamento di varie zavorre collocandole alle spalle del pilota a seconda del bilanciamento che si vuole ottenere. In questo modo si ottiene una vettura precisa nell’inserimento,  con un passo corto che la rende anche reattiva al contempo.

 

Pubblicità

3 COMMENTS

  1. Bravo Shadow. Al momento pare che queste due macchine siano quelle piu in forma. Vedremo

  2. sembra che la redbull faccia marcia indietro per questioni di affidabilità sarà pretattica?

  3. Sembra che tutti facciano pretattica, compresa la Ferrari,che secondo me non è tanto lontana da RB e McLaren

Comments are closed.