Pubblicità

Ford sfida il mondo reale, attraverso la sua tecnologia mette alla prova  la tua creatività. La nuova sfida del colosso automobilistico di Detroit passa per i più importanti canali social, come facebook e YouTube.  Un po’ di fantasia e il gioco è fatto. L’auto non deve essere per forza la tua, ti basta avere una Ford a disposizione anche per  qualche minuto. E’ ad esempio il caso di Nonna Meri, che su invito del nipote sale sull’auto di quest’ultimo , una Focus, con la ferma intenzione di parcheggiarla. Piccolo problema: Nonna Meri non guida da dieci anni. La nonnina scoprirà che non sarà poi così difficile riuscire nell’impresa, visto che grazie al Park Assist, la Focus del nipote s’infilerà diligentemente al suo posto in tutta autonomia.  Park Assist che abbiamo anche avuto modo di provare in occasione dello Smau di Milano, lo scorso ottobre.

Quanto consumi? Poco, si spera, anche perché il “Go Further” (andare oltre), il nuovo messaggio che il brand Ford ha lanciato nelle ultime settimane pare essere stato raccolto in pieno da Leonardo, che ha deciso che la sua Ford dovrà percorrere l’intera distanza che separa Pescara da Berlino con due soli pieni. Su per giù 1.500 km.  Qual è la tua idea originale? Ford ti chiede di raccontarla nella sua pagina ufficiale Faebook  attraverso immagini, video, o semplicemente con le tue parole. “Stiamo testando la nostra tecnologia nel mondo reale, con gente reale”. Insomma, l’idea è tua, il racconto pure, Ford ci mette la sua tecnologia, che passa attraverso il dispositivo che rileva il pericolo nelle zone d’ombra, o quello che ti avvisa, attraverso le vibrazioni del volante, se quando stai cambiando corsia (e hai messo la freccia), un’auto ti sta sorpassando.

L’intrepida pioniera.  La prima “sfidante” , apripista del Real World Challenges indetto da Ford è stata  Nina Armstrong, che ha voluto testare il Park Assist in una sfida mozzafiato. Lei, che è una stuntwoman professionista (Harry Potter, Pirati dei Caraibi, Thor, Io sono leggenda), ha infatti deciso di portare una Focus sul tetto di un palazzo di dieci piani e parcheggiarla a pochi centrimetri dal  bordo. Un vuoto di trenta metri. Una sfida che è andata a buon fine e che se non si è stuntman è davvero meglio non imitare.  Di prove ce ne sono però infinite altre da inventarsi e si sa, la fantasia italiana non è seconda a nessuno.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=zpdzJizJNAo[/youtube]

Pronto per sfidare la tecnologia Ford?  Vai su www.facebook.com/forditalia sul tab Real World Challenges e proponi la tua personalissima sfida.

Articolo redatto in collaborazione con Ford Italia

Pubblicità