Pubblicità

Due sessioni di prove libere se ne sono già andate eppure ancora non si è riusciti a capire il valore della singola squadra. Proprio come successo in tutti i test invernali, il tabellone dei tempi ci offre diversi spunti interessanti senza però riuscire a chiarirci finalmente le idee. Si sapeva che la Mclaren partiva come una delle più forti ed infatti, nella classifica combinata delle prime due sessioni, Button ed Hamilton figurano al primo e secondo posto. Ancora una volta Jenson è riuscito a rimanere davanti al connazionale più giovane, segnando un 1:27.560 rimasto imbattuto anche nella seconda sessione. Causa infatti la pioggia e le mutevoli condizioni di grip, praticamente nessuno è riuscito a migliorare quanto fatto nella mattinata, concedendo alla Mercedes di Michael Schumacher un acuto in prima posizione che fa ben sperare.

Nella combinata comunque il sette volte campione del mondo si piazza terzo, dietro al duo Mclaren e con tantissime speranze per un 2012 finalmente da protagonisti. Viste le premesse, il quarto posto di Fernando Alonso è un risultato più che positivo in grado di tenere vive le ultime speranze in vista di qualifica e gara. La F2012 è una monoposto difficile e cattiva, come dimostra il testacoda di Felipe terminato nella sabbia e l’incredibile controllo di Fernando in uscita dall’ultima curva. Lo spagnolo comunque è apparso leggermente più sorridente rispetto a ieri, confortato dalle risposte della monoposto ai vari cambi di set-up. Week-end ancora più in salita per Massa, lontano dalla top-ten ed in cerca del giusto feeling per evitare un’altra annata dai toni grigi.

Completamente nascoste le Red Bull. Trovare il nome di Vettel nelle zone basse della classifica non deve trarre in inganno, anzi dovrebbe far scattare diversi allarmi. L’impressione è che i campioni del mondo in carica siano sicuri delle loro prestazioni/forza e oggi non abbiamo cercato il tempo semplicemente perché, tra umido e pista bagnata, non era necessario. Eppure Mark Webber è riuscito a infilarsi in quinta posizione con relativa facilità mentre Sebastian non vuole andare oltre 11° piazza. Non è certamente questa la forza della squadra in grado di dominare la scena praticamente da due anni consecutivi. Forse però il tempo dei risultati ovvi è finalmente terminato. Nel senso che persiste un equilibrio prestazionale davvero interessante, perfetto per sabati e domeniche incandescenti ed incerti sino all’ultimo. Sia per quanto riguarda i piani alti della classifica che quella di rincalzo, con Lotus leggermente meno incisiva (Raikkonen lamenta problemi di sterzo) e Force India e Sauber sicure di aver fatto un deciso balzo in avanti. Domani mattina sarà tutto più chiaro. A seguire la classifica della FP1.

Sessione di prove libere
1. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1’27″560
2. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1’27″805 +0″245
3. Michael Schumacher – Mercedes – 1’28″235 +0″675
4. Fernando Alonso – Ferrari – 1’28″360 +0″800
5. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1’28″467 +0″907
6. Nico Rosberg – Mercedes – 1’28″683 +1″123
7. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1’28″908 +1″348
8. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1’29″415 +1″855
9. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1’29″565 +2″005
10. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1’29″722 +2″162
11. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1’29″790 +2″230
12. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1’29″865 +2″305
13. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1’29″881 +2″321
14. Bruno Senna – Williams-Renault – 1’29″953 +2″393
15. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1’30″124 +2″564
16. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1’30″515 +2″955
17. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1’30″586 +3″026
18. Felipe Massa – Ferrari – 1’30″743 +3″183
19. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1’31″178 +3″618
20. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1’31″983 +4″423
21. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1’34″730 +7″170
22. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1’40″256 +12″696
23. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – senza tempo
24. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – senza tempo

 

Riccardo Cangini

Pubblicità

3 COMMENTS

Comments are closed.