Pubblicità

Puntualmente in ritardo ecco le pagelle del week end di Imola. Va detto che il fine settimana di Imola è stato davvero intenso, con gare belle tirate e una certezza: i 6kg in più sulla Ducati a quanto pare non bastano a fermare Carlos Checa. Un pochino desolante vedere molte tribune vuote, anche se gli organizzatori danno 81mila presenti durante il week end. Cominciamo con le pagelle….

Carlos Checa – 10: arriva e fa ancora doppietta, si riprende la testa del mondiale e guida divinamente la sua 1198 zavorrata. Cosa vuoi di più dalla vita??? …..

Tom Sykes – 9: la Kawasaki è cresciuta bene, le moto da quando le ha prese il team Motocard volano, e l’inglese ci mette molto del suo per stare davanti. Alla faccia della Yamaha che lo scaricò impietosamente…. Pole e due secondi posti non sono niente male, considerando che ora è terzo nel mondiale a soli 2 punti da Biaggi.

Leon Haslam – 8,5: non sarà un collaudatore sopraffino, ma quando c’è da guidare lui parte e inchioda il gas in posizione ON. La pista forse lo ha aiutato un pochino, ma Leon ci ha messo molto del suo.

Max Biaggi – 6-: poco incisivo, quasi arrendevole, stavolta Max invece di guidare ha lottato con la sua moto. Da un certo punto di vista, su una pista poco amica alla sua RSV4, forse ha fatto bene in ottica mondiale, ma urge una risposta a Checa….e subito.

Eugene Laverty – 6: è ancora convalescente dopo la frattura al polso, porta a casa punti e morale. Lui è la prova che l’Aprilia non va da sola…anzi….

Jonathan Rea – 5: un volo tremendo nella Superpole lo debilita, in gara continua ad alternare momenti da campione ad altri da perfetto turista. Per vincere il mondiale serve altro.

Zanetti e Giugliano – 7: in una pista che conoscono bene tirano fuori gli attributi. Nulla che faccia gridare al miracolo, ma i due ragazzi stanno crescendo bene.

Marco Melandri – 4: mentre il suo compagno di squadra si giocava il podio, Melandri arranca. Problemi al cambio a quanto pare, ma bisogna mettere ordine.

Voto 10 a Heber Pedrosa per aver demolito, anzi, spezzato in due la sua moto nella gara della Superstock! Guardate che roba!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JQjDfXPKY3U[/youtube]

Scusate per le pagelle un pochino rapide ma sono in apprensione per Lascorz che a quanto pare è già in sala operatoria perché c’è il serio rischio di paralisi. Lascorz è caduto questa mattina durante i test all’ingresso della Piratella.

Pubblicità

7 COMMENTS

  1. Ma sono mica dei pazzi che mettono quell’accidente di parapetto ??? Ma a parte tagliare in due una moto che aspettano che uno si ammazzi ?

    La chicane andrebbe rifatta completamente c’e’ sempre il rischio che comunque una moto ti venga in mezzo alla pista rotolando come si e’ ben visto ieri.

  2. Scusate se lo scrivo qua, non c’entra nulla.
    @Giorgio
    ho appena letto una notizia su Pedrosa fermato dalla Guardia Civil perchè coinvolto in esami per patente nautica truccati.
    Che è una bufala??? Non ci credo che sia vero…

    Ah, buonasera buonasera! 🙂

  3. @Smeriglio
    concordo su tutto, sei forte come sempre! 🙂
    Ma quella variante non l’avevano messa per rallentare i piloti, perchè prima era troppo pericoloso?
    Se quel pilota fosse rimasto attaccato alla moto, cosa sarebbe successo? Si apriva in due pure lui?
    Ho una domanda: perchè chi andava dritto in quella variante, doveva aspettare 5 secondi (una quaresima in pratica) per poter rientrare in pista?

  4. d’accordo con tutto, ottima analisi e articolo. in queste 2 manche di imola aprilia ha deluso, max e lavery pure, e melandri che aveva fatto vedere qualcosa di buono per poi perdersi. haslam si conferma un osso duro e veloce

  5. la kawasaki è cresciuta molto , manca poco per trovare il giusto equlibrio in gara, nel giro secco va forte. ho letto invece le nuove modifiche sbk che potrebbero attuarle e vanno sempre di più a discapito di ducati

  6. Sorella credo sia vera la notizia perchè ne hanno parlato pure a studio sport

Comments are closed.