Pubblicità

La Mercedes comincia a fare davvero paura. Pole e vittoria in Cina ed ora autorevole leader anche in Bahrain, sempre con un Nico Rosberg in eccellente forma. Il figlio d’arte prevedeva una fine settimana più complesso per il suo team, ed invece già oggi è riuscito a piazzarsi davanti a tutti risultando il primo pilota a scendere sotto il muro del 1 e 33 con un 1’32″816. Gli avversari si sono visti rifilare distacchi importanti, con le due Red Bull si ritrovate rispetto ai precedenti appuntamenti ma lontane mezzo secondo dalla freccia d’argento numero otto. Mark Webber è ancora una volta davanti al campione del mondo Vettel, leggermente più in difficoltà con la disposizione degli scarichi più arretrata rispetto all’australiano. L’impressione però è che gli austriaci non siano in grado di impensierire davvero la Mercedes.

Strano peggioramento da parte di Lewis Hamilton, non in grado di replicare il tempo di questa mattina e subito seguito da Michael Schumacher, già distante un secondo dal battistrada. Jenson Button, partito in sordina e ancora alla ricerca del perfetto feeling, addirittura è sesto ad un secondo e mezzo. Segue il duo Lotus Raikkonen-Grosjean, tutti e due con prestazioni molto simili nel tentativo di rimanere in scia ai migliori. Piccole note positive per una debole Ferrari, con Fernando Alonso almeno in ottava posizione dopo un inizio davvero amaro. Felipe Massa invece non ha saputo fare meglio del 12esimo crono, dietro anche alla Toro Rosso di Daniel Ricciardo. 

Da segnalare infine la decisione della Force India di non partecipare alla seconda sessione di prove libere, tutto per motivi di sicurezza. Dopo l’attacco subito dai meccanici nella serata di mercoledì, il team indiano ha preferito tornare in albergo con ancora la luce del sole, evitando di ripetere la brutta esperienza vissuta nelle strade del Sakhir. Alla faccia di quelli che ostentavano sorrisi e promesse. Fuori dalle mura del tracciato le proteste (e battaglia) non si fermano, mentre voci vedrebbero anche dei tecnici della Sauber coinvolti al loro malgrado negli scontri. Sperando che nessuno si faccia male, ecco la tabella dei tempi della FP2.

1. Nico Rosberg – Mercedes – 1’32″816
2. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1’33″262 +0″446
3. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1’33″525 +0″709
4. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1’33″747 +0″931
5. Michael Schumacher – Mercedes – 1’33″862 +1″046
6. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1’34″246 +1″430
7. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1’34″411 +1″595
8. Fernando Alonso – Ferrari – 1’34″449 +1″633
9. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1’34″615 +1″799
10. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1’34″893 +2″077
11. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1’34″895 +2″079
12. Felipe Massa – Ferrari – 1’34″941 +2″125
13. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1’35″183 +2″367
14. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1’35″229 +2″413
15. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1’35″459 +2″643
16. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1’35″913 +3″097
17. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1’35″968 +3″152
18. Bruno Senna – Williams-Renault – 1’36″169 +3″353
19. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1’36″587 +3″771
20. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1’37″803 +4″987
21. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1’37″812 +4″996
22. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1’39″649 +6″833

Riccardo Cangini

Pubblicità

5 COMMENTS

  1. brawn quest’anno ci ha visto bene, ha fatto arrivare in mercedes gente che conosceva, la squadra si è amalgamata ed il reparto corse ha fatto questa macchina innovativa. di questo passo diventerà la macchina da battere. per la ferrari è meglio evitare : quando montezemolo si darà una svegliata sarà tardi.

  2. aseb speriamo che questa volta schumy nn sia sfortunato come lo scorso gp.. cmq vedendo i tempi fatti e la posizione la situazione nn è come sembra. nico che a parità di macchina dà 1 secondo al suo compagno significa che in mercedes hanno fatto lavori opposti, come nn si spiega neanche il posto di kimi. button è certo che nn ha trovato il set up. vediamo domani cosa ne esce

Comments are closed.