Pubblicità

 

La scuderia torinese è pronta a replicare lo strepitoso “score” conseguito sull’asfalto monzese del primo appuntamento stagionale della Superstars Series, con Max Pigoli e la Jaguar XF-R chiamati a confermare la leadership in classifica. Non starà certo a guardare Vittorio Bagnasco, atteso nell’International GT Sprint su Porsche 997 “griffata” Happy Racer by GDL.

 Cinque punti di vantaggio da difendere con autorità, consapevole di poter ripetere l’esaltante debutto monzese. Max Pigoli è pronto a confermare le ambiziose aspettative della scuderia Happy Racer, prenotando quel “posto al sole” offerto nel fine settimana dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, utile a garantirgli la permanenza in vetta alla classifica generale della International Superstars Series 2012.

Un successo in Gara 1 ed una seconda piazza nella manche conclusiva. Punti e certezze che hanno regalato al pilota comasco ed alla Jaguar XF-R assistita tecnicamente dal team Ferlito Motors, una prima parentesi internazionale decisamente sorridente, in linea con i presupposti espressi da Happy Racer al momento della programmazione sportiva.

Ci proveranno i cinquanta chili di “zavorra”, ereditati dopo gli eccellenti risultati della “Prima” brianzola ed un tracciato non proprio congeniale alle caratteristiche della gloriosa vettura inglese, a rendere più difficoltosa la due giorni più esclusiva del motorsport da pista. Elementi che renderanno ancora più avvincenti le due tornate da venticinque minuti ed un giro, rigorosamente trasmesse in diretta dalle telecamere di Rai Sport 2 alle ore 11.15 e 16.15 di domenica 22.

 

Fedele ad una linea dedita all’assoluto protagonismo, baciata da indubbie potenzialità velocistiche, Happy Racer cercherà gloria anche nel prestigioso contesto dell’International GT Sprint Series, contesto che la vedrà rappresentata dal pilota palermitano Vittorio Bagnasco, reduce da una prima parentesi della serie positiva ma limitata da una variabile negativa. Ancora Porsche 997 per il portacolori del sodalizio torinese, gestita tecnicamente da Happy Racer by GDL, nuova realtà nel contesto motoristico sportivo.

 

L’obiettivo è quello di replicare la performance di Monza – ha commentato Bagnasco a pochi giorni dal via – anche se è rimasto l’amaro in bocca per un podio soltanto sfiorato, a causa di un detrito che, ad una manciata di chilometri dall’arrivo, ha compromesso lo pneumatico della mia vettura. Il tracciato di Imola mi piace ma cercherò di migliorare i riscontri iniziali in modo progressivo, cercando di ottimizzare il feeling con la vettura”.

Pubblicità