Pubblicità

Il gran premio della rinascita della Redbull, quarta squadra che vince in questo mondiale. Dopo tante prove ed esperimenti alla fine il genio Newey ha semplicemente applicato le cose che funzionano sulle altre vetture Mclaren e Sauber prime su tutte recuperando una competitività di fondo che già era nel DNA della RB8. Questo ha permesso al campione del mondo di fare la cosa che gli riesce meglio fare la lepre per poi gestire la gara. Merito alla Lotus che finalmente ha portato entrambe le vetture in equal modo al traguardo e capitalizzando una delle caratteristiche uniche della vettura nera e oro, l’eccellente trazione che su un tracciato come questo è apparsa l’arma vincente. Solo il timore di finire come in Cina senza gomme ha impedito al redivivo Kimi Raikkonen di lottare per la vittoria. Ora ci sono i test al Mugello, pista della Ferrari dove si vedranno già le prime modifiche alla F2012. Vedremo già da Bercellona quale sarà la squadra che tenterà di elevarsi dall’equilibrio che si è instaurato in questa prima parte del campionato.

Sebastian Vettel 10 Il campione del mondo ha ritrovato una Rdbull che gli ha dato la fiducia sufficiente per dettare il suo ritmo. Fare quello che da fare meglio mettere l’asticella per poi portare il suo passo gestendo alla grande anche il ritorno della sorpresa Raikkonen e dell’usura gomme. Bisogna solo vedere se è una costante o un exploit come successo in precedenza alla Mercedes e alla Ferrari.

Kimi Raikkonen 10 Il finlandese è tornato e la gara di ieri è stata chiaramente la manifestazione che non sia tornato per fare presenza ma per portare un serio apporto alla Lotus. Finalmente dopo le prime tre gare di chiaro apprendistato nella prima pista veramente favorevole alla Lotus ecco che viene fuori la differenza di classe del campione del mondo 2007. Si spera che non sia un caso isolato.

Romain Grosjean 9 Non una gara come il compagno di squadra si è preoccupato più di non fare nulla per buttarla via che qualche cosa per vincerla.  Si accontenta un po troppo remissivamente della sua posizione, manco lotta con il compagno ma partire così indietro e arrivare così avanti non è da tutti.

Paul Di Resta 9 Grande gara dello Scozzese. Veloce e costante, agressivo quando serve utilizza la grande caratteristica della velocità di punta trovandosi sempre in condizioni favorevoli mentre la concorrenza si dava battaglia.

Ferdinando Alonso 8 Anche sta volta ci ha provato. Non può trasformare il piombo in oro ma può tentare di portare il massimo possibile a casa nelle condizioni attuali della Rossa. Al di la della conclusione del duello con  Rosberg non si può chiedere di più allo spagnolo.

Felipe Massa 7 Bella inversione di tendenza del pilota brasiliano. Non ha fatto la differenza come Alonso ma ha raccolto punti preziosi per il morale nella c0rsa in terra araba una volta tanto arriva meglio di come parte addirittura sembra abbia cenni di aggressività speriamo abbia imboccato la strada giusta.

Niko Rosberg 6 Il vincitore della bella gara della Cina ieri si è dovuto accontentare di difendere con i denti anche al limite del buon senso la sua posizione alla fine dei conti ha comunque avuto ragione perchè la difesa estrema gli ha consentito di difendere la posizione con una Mercedes non migliorata ma nemmeno un disastro come le prime due gare.

Michael Shumacher 6 Partire da dietro gli fa bene. Corre senza fare errori, da lotta quando può si difende quando necessario. Alla fine porta il suo secondo punto mondiale a casa ma poco per quello che ha fatto vedere nelle potenzialità sue e della macchina.

Jenson Button 6 Non poteva farci nulla, prima la squadra che sbaglia la solita gomma posteriore sinistra. poi la stessa che gli si buca, il motore che salta.

Mark Webber 5 Nel giorno della rinata competitività della Redbull eccolo che torna nell’ombra. Ci si aspettava una prova come quella in Cina con una vettura ancora più competitiva invece si perde nel gruppo e non riesce a fare la differenza manco il podio riesce ad artigliare surclassato dalle due Lotus.

Lewis Hamilton 5 E’ vero che la Mclaren ci ha messo tanto del suo per rovinare la corsa dell’inglese ma la cattiveria che ha messo nel sorpasso a Rosberg ci aspettavamo che la tenesse fino a fine gara. Invece si è spento.

Daniel Ricciardo 4 Parte davanti un successo incredibile per se e per la Toro Rosso ma si scioglie letteralmente in gara perdendosi nelle retrovie mentre la concorrenza diretta vedi Force India parte da dietro e si prende i punti.

Sergio Perez 4 Sembra che la classe del Mexicano si stia un po appannando con una Sauber che sembra non essere progredita nelle ultime due gare il giovane mexicano non sembra fare la differenza.

Lotus Renault 9 Hanno capito che devono capitalizzare al massimo i due piloti. Hanno una vettura che sembra avere la migliore trazione del mondiale cosa che li mette nella condizione se riescono a risolvere anche gli altri problemini che hanno di poter dare molto fastidio alle grandi con un piacevole ritorno al posto che spetta alla squadra che fu del grande Colin Chapman.

Redbull  Renault 8 Il genio ha deciso di copiare dal compagno di banco e questa ammissione è già una grande cosa per la Redbull perchè gli consente di tornare comepetitiva. Nel momento in cui diventa di nuovo competitiva tornano i problemi dell’anno scorso con un pilota che va e uno che arranca e quest’anno è ancora più penalizzante.

Force India Mercedes 8 Una ottima gara. La Force India è velocissima e su un tracciato che predilige la velocità di punta viene fuori alla grande e porta un ritmo in gara che unita ad una ottima strategia porta il pilota più esperto a prendere punti pesantissimi.

Ferrari 7 Potrebbe sembrare eccessivo, ma il catenaccio della casa di Maranello da i suoi frutti. Con una vettura che è un disastro e una gara sufficiente del Bahrain si trova ancora li in lotta almeno per il titolo piloti.

Mercedes 6 Non è stato un fuoco di paglia la vittoria della Mercedes in Cina. Certo nella gara del Bahrain non era competitiva ma nemmeno un disastro come nelle prime due gare, continua a consumare gomme ma non le distrugge la strada è tracciata si deve solo seguirla con abnegazione.

Mclaren Mercedes  4 Ora cerchiamo di farglielo capire con un disegnino che hanno un problema alla gomma posteriore destra…sembra che siano cechi ne non vederlo eppure c’è gente che cambia telai copiando gli inglesi e loro non possono correggere un difetto così venale che rischia di essere molto dannoso per il proseguo della stagione.

Toro Rosso Ferrari 4 Una piccola squadra non può permettersi di essere veloce sul giro secco e poi perdersi in gara dove servono i punti. C’è da lavorare sul passo gara e urgentemente.

Sauber Ferrari 4 Smarrita dopo la Malesia. Seduta sugli allori sembra che non ci sia progressione ma che si aspetti solo la pista favorevole per la vettura. Intanto la concorrenza non aspetta e preme da dietro.

 

 

 

 

 

 

Pubblicità