Pubblicità

Dopo due vittorie all’insegna della tattica in terra brasiliana sul tracciato cittadino di San Paolo L’australiano Will Pawer e il team Penskee ottengono la loro terza affermazione questa volta non con la tattica ma giocandosela in pista battagliando con  Ryan Hunter-Reay del Autosports Andretti.  La corsa si è svolta sul complesso e difficile tracciato brasiliano dove è stata fermata per ben 5 volte a causa di incidenti che hanno causato bandiera gialla con relativa uscita in pista della safety car. Dopo l’ultima caution al 71 esimo giro Will Pawer ha rotto gli indugi e ha attaccato la vettura del team Andretti vincendo la gara di forza.

Al terzo posto Takuma Sato, L’ex pilota di formula 1 ha fatto una splendida rimonta partendo con una penalità per cambio motore dalla 25 posizione e con una penalità in gara per aver superato la velocità ai box. Nonostante questo è giunto sul podio. dietro James Hinchcliffe di Andretti Autosports con sesto, Panther JR Hildebrand settimo e Ganassi Racing Charlie Kimball ottavo davanti a EJ Viso of Technology KV Racing in nona posizione.

Continua la polemica sulla concessione da parte della federazione americana Indy di modificare il sistema del turbo del motore Honda. Cosa che ha dato fastidio alla Chevrolet che aveva minacciato di non correre la gara di San Paolo. Minaccia rientrata dopo che la federazione si esprimerà definitivamente sulla questione in settimana. Ottima la prestazione del pilota di casa Rubbens Barrichello che per la terza volta consecutiva giunge nei primi dieci dimostrando di avere un buon approccio alle competizioni tipo Indy.

Pubblicità