Pubblicità

E decisione fu. La sua sosta nel giro di rientro aveva subito messo in allarma i commissari sportivi, ma vedendo la felicità e tranquillità del diretto interessato nel parco chiuso si pensava che il team Mclaren aveva la situazione sotto controllo. Ed invece è arrivata la pensata sanzione al poleman Lewis Hamilton. L’inglese perde la pole position causa un quantitativo di carburante non sufficiente per passare i controlli di routine della FIA. La squadra di Woking inizialmente aveva commentato la decisione di fermare Lewis in mezzo alla pista per non meglio specificati problemi tecnici, versione non accetta dai Commissari. A quanto pare invece, stando ad una dichiarazione di Sam Michael, vi è stato un errore di un meccanico che avrebbe inserito troppo poco carburante nella vettura di Lewis. La vettura è stata fatta fermare per mantenere nei serbatoi il litro di benzina necessario per le verifiche tecniche, ma la sanzione non è stata scansata.

Il regolamento infatti prevede, proprio a causa di un analogo episodio nel 2010 in Canada con protagonisti stessa squadra e stesso pilota, che la vettura possa tornare nel parco chiuso dopo le qualifiche autonomamente, tenendo nel serbatoio almeno 1 litro di benzina. Solamente a causa di un problema tecnico dimostrabile si può evitare di incorrere in penalità, cosa non avvenuta quest’oggi. Charlie Whiting fanno quindi precipitare la vettura numero quattro 4 dall’ultima fila, dietro anche alla HRT di Narain Karthikeyan, ammessa al via nonostante non sia rientrata nel 107%. Un colpo teatrale che consegna la pole position ad un (crediamo) incredulo Pastor Maldonado e la Williams, mentre la Ferrari di Fernando Alonso addirittura è in prima fila accreditata della seconda piazza. Lo spagnolo cerca punti pensati in ottica iridata e l’occasione ora si presenta su un piatto d’argento. Segue la nuova griglia di partenza.

1. Pastor Maldonado – Williams-Cosworth – 1’22″285
2. Fernando Alonso – Ferrari – 1’22″302
3. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1’22″424
4. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1’22″487
5. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1’22″533
6. Nico Rosberg – Mercedes – 1’23″005
7. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – senza tempo
8. Michael Schumacher – Mercedes – senza tempo
9. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – senza tempo
10. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1’22″944
11. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1’22″977
12. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1’23″123
13. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1’23″177
14. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1’23″265
15. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1’23″442
16. Felipe Massa – Ferrari – 1’23″444
17. Bruno Senna – Williams-Renault – 1’24″981
18. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1’25″277
19. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1’25″507
20. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1’26″582
21. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1’27″032
22. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1’27″555
23. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1’31″122
24. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – DSQ

Riccardo Cangini

Pubblicità

8 COMMENTS

  1. hai ragione, in mclaren fanno un casino dietro l’altro, dilettanti che sanno come perdere un campionato.

  2. La furbata, perchè tale è da considerarsi, questa volta non ha pagato. La pena comminata ai più parrà eccessiva, ma nell’irrogazione della sanzione sarà stato tenuto conto che Hamilton era recidivo reiterato, circostanza che prevede un aumento della pena.

  3. Non capisco dove stava la grande furbata, se finisce con un litro di benzina non venite a dirmi che ne risente il tempo di pole ?

    Fanno prima a mettere Hamilton dentro una sauna dieci minuti prima di partire che scende di due chili 😀 😀 😀 😀

  4. Comunque una penalizzazione di questo tipo mi sembra ecessiva sul piano della sicurezza, perche’ Hmilton partendo ultimo ne ha davanti almeno 15 ai quali affibbia ben piu’di un secondo a giro … da 2 a 9 secondi !!!!

    D’altra parte se lo mettevano a meta’ classifica era abbastanza lontano dai primi.

  5. bastava togliere l’ ultimo tempo e sarebbe partito cmq sesto o al limite ultimo del q3 mandarlo in fondo allo schieramento mi sembra assurdo, anche con i litri in piu’ di benzina avrebbe fatto la pole lo stesso x come andava ieri . cmq il regolamento dice che se sei fuori dal 107% nn puoi partire mentre il pilota della hrt parte !!!!!!dovrebbero anche impedire che dei piloti nel q3 nn scendano in pista x risparmiare gomme , alla faccia dello spettacolo

Comments are closed.