Pubblicità

Dopo i vari tentativi fatti nei test di Barcellona e la apparente confusione che regnava ai test del Mugello riguardo alla famosa riprogettazione degli scarichi e delle fiancate della Ferrari F2012, dopo gli incoraggianti risultati di Montecarlo dove erano le sospensioni che hanno lavorato bene, in Canada è il momento di fare sul serio. La Ferrari sembra aver deciso che la soluzione migliore per gli scarichi della rossa è una simile alla Mclaren con conseguente ridisegno dell’intera fiancata nella parte bassa come si vede chiaramente nella foto.

Non è ancora chiaro se questa soluzione sarà adottata in gara o meno visto la sua assoluta novità in pista. Infatti come ha tenuto a precisare Pat Fry in alcuni interventi dopo i test di Mugello e Barcellona la nuova configurazione sarebbe stata portata direttamente in pista per testarla a Montreal. Quindi vanno verificati i dati della galleria del vento con il verdetto della pista. Detto questo resta da capire nelle libere si presume la bontà della soluzione e della sua affidabilità in gara. In un mondiale dove tutto può succedere a causa delle gomme rischiare uno zero in classifica è un lusso che nessuno si può permettere.

Quello che ci sentiamo di dire è che finalmente si sta andando nella direzione giusta con lo sviluppo della vettura,  considerando la ristrettezza della classifica non è detto che questa soluzione,  se funziona bene,  non sia l’arma che permette alla Rossa di recuperare e di lottare ad armi pari. Resta da definire la correzione delle difficoltà che ha la macchina a prendere velocità sui rettifili cosa che sembra derivi da un eccessiva resistenza delle masse radianti all’interno delle pance laterali. Si è tentato di dare rimedio con delle feritoie nella parte finale.

Daniele Amore

 

Pubblicità