Pubblicità

Su un tracciato che vede protagonista la formula 1 l’Hungaroging, un tracciato tortuoso dove la trazione dell’Audi doveva essere fondamentale invece l’esperienza di Liuzzi e una Mercedes che si è adattata alla perfezione a questo tracciato l’ha fatta da pardone, dominando e vincendo partendo dalla pole position e terminando primo in gara 1.

Partenza perfetta e gara perfetta con un dominio da primo all’ultimo giro in gara 1 per Liuzzi, solo nel finale c’è stata una reazione di orgoglio di Max Biagi con la BMW M3 ma che non è mai stato realmente in grado di tentare un attacco concreto. Continua la bella favola del pilota locale Norbert Michelisz che dopo la sua prima vittoria nel WTCC in casa ora prende un bel podio con la M3.

La seconda gara è andata a Camillo Zurcher, che dimostrando la grande genuinità di questo campionato effettua un sorpasso durissimo degno del fatto che qui ci sono gli sportelli non per proteggere i piloti ma per fare a sportellate.  Questa manovra scatena una polemica che a differenza della compassata formula 1 scatena quasi una rissa nei box tra i meccanici dei due team coinvolti. Alla fine grazie anche ad un problema tecnico del compagno di squadra del colombiano Larini, Zurcher vince, ma verrà penalizzato di 25 secondi per la manovra ad inizio gara regalando la vittoria a Klien che approfittando del duello ancora molto duro tra Liuzzi e Biagi con quest’ultimo che con una leggera toccatina si sbarazza dell’avversario mandandolo in testa coda. Cosa che secondo i commissari gli costa una penalizzazione che consente a Klien insperatamente secondo addirittura di vincere.

In campionato grazie ad una pessima gara uno di Johan Kristofferso 5 e addirittura ritirato in gara 2 consente a Lizzi di comandare la classifica con 5 punti di vantaggio sullo svedese e su Biagi.

Classifica gara 1 (primi dieci)
1. Vitantonio Liuzzi – Mercedes – 27’05″699
2. Thomas Biagi – BMW – +0″539
3. Norbert Michelisz – BMW – +3″544
4. Christian Klien – Maserati – +5″935
5. Johan Kristofferson – Audi – +10″664
6. Camilo Zurcher – Mercedes – +24″533
7. Andrea Larini – Mercedes – +48″891
8. Domenico Ferlito – Jaguar – +49″144
9. Franco Fumi – BMW – +49″173
10. Thomas Schoffler – Audi – +57″591

SUPERSTARS, Hungaroring, 01/07/2012
Classifica gara 2
1. Camilo Zurcher – Mercedes – 27’16″068
2. Christian Klien – Maserati – +4″858
3. Vitantonio Liuzzi – Mercedes – +14″635
4. Thomas Biagi – BMW – +16″956
5. Franco Fumi – Seat – +19″405
6. Stefano Gabellini – BMW – +21″432
7. Paolo Meloni – BMW – +26″190
8. Francesco Sini – Chevrolet – +28″331
9. Andrea Larini – Mercedes – +46″254

La classifica del campionato (primi cinque): 1. Liuzzi 117; 2. Kristofferson e Biagi 112; 4. Larini 78; 5. Sini 71.

 

Pubblicità