Pubblicità

La foto qua sopra mostra i primi istanti dopo il terribile incidente. Stamattina il Marussia F1 Team si è spostato a Duxford per i previsti test aerodinamici. Alla guida il tester Maria de Villota, figlia dell’ex pilota di F1 Emilio de Villota ed unitasi al team moscovita come collaudatore lo scorso marzo. Da provare vi era il nuovo pacchetto preparato per il Gp di Silverstone e per la prima volta Maria poteva sedersi sulla MR-01, sfruttando l’esperienza acquisita un anno fa quando militava nelle fine della Lotus-Renault. Un primo assaggio e poi il rientro, ma proprio quando la tester spagnola stava rallentando per fermarsi la monoposto schizza improvvisamente in avanti. Una brusca accelerazione terminata contro il camion della squadra, a quanto pare dalla rampa del carico.

I soccorsi sono arrivati subito e l’immagine sopraccitata mostra appunto i tecnici correre incontro alla sfortunata pilota. L’ambulanza è arrivata poco dopo così come il ricovero in ospedale. Dopo diverse voci e notizie terribili tra cui il pericolo di morte, nel pomeriggio il clima si è leggermente rasserenato grazie all’ultimo comunicato: “La squadra può confermare che Maria è stata trasferita in ambulanza dal Duxford Airfield, dove è successo l’incidente, all’ospedale Addenbrooke a Cambridge. Dall’arrivo di Maria in ospedale alle 10,45 di questa mattina, ha ricevuto la migliore assistenza medica possibile in un centro specializzato nella cura dei grandi traumi. Maria è cosciente e ulteriori esami medici sono in corso. Il team attenderà l’esito di queste valutazioni prima di fornire ulteriori commenti. La priorità della squadra in questo momento è dare supporto a Maria e alla sua famiglia

Si va quindi verso una situazione più stabile e il fatto che sia cosciente allontana la paura più grande. Resta da capire l’entità degli infortuni (si parli di lacerazioni a volto e testa) con relativi tempi di recupero e, soprattutto, la causa di questo incredibile incidente. Non è ancora chiaro infatti come mai la vettura sia schizzata via durante la fase di rallentamento, andando ad impattare diagonalmente sul camion di servizio. Forse imperizia nell’uso delle varie procedure (la de Villota era alla sua prima guida assoluta con la Marussia) o anche un guasto elettronico/meccanico, in particolare al sistema anti-stallo. Intanto su Twitter arrivano tantissimi messaggi di vicinanza da colleghi di pista e non, tra cui anche quelli del connazionale Fernando Alonso: “Sono rientrato da poco a casa e ho appena saputo che Maria ha avuto un incidente, abbiamo chiamato la famiglia e spero che avremo al più presto notizie. Tutta la mia energia è con voi!” Ovviamente anche la redazione di GiornaleMotori le augura una pronta e totale guarigione!

Riccardo Cangini

Pubblicità