Pubblicità

Finalmente una sessione di asciutto dopo un venerdì completamente caratterizzato dalla pioggia. Un terzo turno di libere in grado di dare conferme e sorprese, a partire dal primo tempo di Fernando Alonso. Pilota e tecnici si aspettavano una ottima competitività da parte della F2012 ed il crono fermato in 1’32″167 lascia buone speranze in vista del sempre più vicino turno di qualifica. A poco più di un decimo ecco un ritrovato Jenson Button, in grado di essere finalmente la prima Mclaren pronto a riprendere quel discorso interdettosi inaspettatamente più di un mese fa. In scia la Lotus di Romain Grosjean, a conferma della sua velocità su questa pista in qualsiasi condizione si presenti l’asfalto.

Quarta la attesa Red Bull di Sebastian Vettel. I favoriti sulla carta rimangono loro e forse il campione del mondo in caruica avrebbe anche potuto fare abbassare ancora il suo best se non avesse avuto problemi di traffico. Un paio di escursioni fuori pista e il quinto tempo per Kimi Raikkonen, a precedere comunque Lewis Hamilton con la seconda freccia cromata. Da sottolineare comunque i distacchi ridotti tra tutti, con i primi dieci sono tutti racchiusi nello spazio di un secondo. Difficoltà per il duo Mercedes relegato nelle retrovie: Michael Schumacher è solo 14esimo e Nico Rosberg addirittura 18esimo.

In mezzo a loro due ecco il ferrarista Massa, sedicesimo e distante dal compagno di box. Turno molto intenso anche per Sergio Perez: Il messicano prima ha rotto l’ala anteriore della sua Sauber con un fuori pista poi ,a fine sessione mentre rientrava ai box, si è insabbiato ritrovandosi improvvisamente in mezzo alla pioggia. Per lui comunque un promettente ottavo posto davanti a Kobayashi, nono. Da segnalare infine l’esposizione della bandiera rossa a metà del turno sessione, quando Charles Pic è rimasto fermo lungo il tracciato a causa di un problema tecnico sulla sua Marussia. Segue classifica tempi FP3.

1. Fernando Alonso – Ferrari – 1’32″167 – 21 giri
2. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1’32″320 – 20
3. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1’32″358 – 25
4. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1’32″420 – 21
5. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1’32″454 – 25
6. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1’32″477 – 20
7. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1’32″622 – 21
8. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1’32″940 – 19
9. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1’33″046 – 20
10. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1’33″150 – 19
11. Bruno Senna – Williams-Renault – 1’33″267 – 25
12. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1’33″367 – 20
13. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1’33″398 – 24
14. Michael Schumacher – Mercedes – 1’33″462 – 24
15. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1’33″673 – 22
16. Felipe Massa – Ferrari – 1’33″674 – 21
17. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1’33″707 – 21
18. Nico Rosberg – Mercedes – 1’33″733 – 15
19. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1’34″298 – 18
20. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1’34″781 – 20
21. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1’36″605 – 18
22. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1’37″060 – 14
23. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1’37″269 – 23
24. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1’37″429 – 17

Riccardo Cangini

Pubblicità