Pubblicità

Nonostante lo status di piccolo team, e la condizione che non consente di primeggiare con le squadre di vertice anche la piccola Caterham dimostra di non demordere e di voler progredire nel proprio commino verso la zona punti aggiornando la propria vettura in vista del gran premio di Silverstone che si è svolto nell’ultimo week end. Ovviamente essendo un team che deve per prima cosa far quadrare i bilanci non può permettersi voli di fantasia e quindi meglio adottare soluzioni che si sono dimostrate efficaci soprattutto per gli scarichi posteriori.

Nella nuova versione della CT01 la posizione e la forma degli scarichi ora somiglia ad una via di mezzo tra quella adottata dalla Sauber e dalla Mclaren. La forma degli scarichi ora consente un certo downwash del flusso di aria che dovrebbe consentire di alimentare meglio sia lo scivolo posteriore che l’ala. Non solo gli scarichi sono stati arretrati in un canale per l’indirizzo del flusso di aria verso il basso.

Per evitare che il flusso di aria sia frenato, si sono chiuse le aperture che c’erano sul fondo e si è migliorata la zona sotto la parte bassa della sospensione che non dovrebbe ostacolare l’aria che giunge all’alettone posteriore e la parte bassa dello scivolo. Inoltre per migliorare il raffreddamento della zona motore si è adottata una presa aria posteriore tipo Redbull. Per migliorare l’intero andamento del flusso aerodinamica ridisegnando parte del cassone laterale. Con queste modifiche speriamo vivamente per la sopravvivenza stessa dell’essenza della Formula 1 che la Caterham possa avere i suoi frutti in futuro visto che a Silverstone le verdi vetture britanniche non hanno brillato per motivi tecnici.

Pubblicità