Pubblicità

Le coordinate portavano tutte a Milton Keynes e la recente vittoria di Silverstone ha dato il boost necessario affinché tutto andasse in porto. Mark Webber ha rinnovato con la Red Bull anche per il 2013, rinviando quindi il suo ritiro dalla massima formula visti gli eccellenti risultati di questo 2012, capace di diventare l’inseguitore più vicino e pericolo nella lotta iridata contro un certo Fernando Alonso. D’altronde i campione del mondo in carica devono anche la loro leadership nella classifica costruttori anche grazie alla regolarità dell’australiano, perfetta spalla per il pupillo Sebastian Vettel e capaci di interessanti exploit ad altissimo livello: “Ormai corro per la Red Bull Racing dal 2007 e in questo periodo di tempo sono riuscito a vincere nove Gp. Conosco bene la squadra e mi trovo veramente a mio agio con tutti. Insieme siamo cresciuti tantissimo nel corso degli anni e per questo credo che rimanere alla Red Bull un altro anno fosse la cosa giusta da fare” sono state le prime parole dell’australiano.

Il team lavora duramente con grande costanza per migliorare in tutte le aree e quest’anno abbiamo già dimostrato di avere il potenziale per vincere. Sono felice quindi di poter dare questo annuncio a pochi giorni dalla vittoria di Silverstone e sono pronto a continuare a dare il massimo fino alla fine della prossima stagione” La struttura battente bandiera austriaca è la prima a confermare il suo line-out per il 2013, preferendo una consolidata realtà ad una scommessa non certa derivante dalle giovani leve proveniente dal programma giovani della Red Bull: “Mark ha guidato molto bene nelle prime nove gare di questa stagione e le sue performance sono sempre di grande rispetto” Sorride Christian Horner “Le soddisfazioni più importanti della sua carriera in Formula 1 le ha ottenute con la Red Bull e insieme abbiamo ottenuto 10 pole position, nove vittorie e 31 podi. Avendo entrambe le parti un forte desiderio di continuare la nostra partnership, il rinnovo contrattuale è stata la decisione più logica da prendere e siamo felicissimi di confermare Mark anche per il 2013

Eppure sulla scrivania di Webber vi erano interessanti proposte capaci slegare definitivamente il suo destino con quelle della sua attuale squadra. Tra queste proprio la Ferrari, a quanto pare davvero interessata a portare l’australiano dentro il box rosso a posto di Felipe Massa. Il fascino e la storia del cavallino però non sono bastate per portare alla clamorosa firma: “E’ stato facile scegliere. Alla fine ha avuto la meglio la mia voglia di continuare con la Red Bull. E’ vero, ho parlato anche con la Ferrari, ma la mia scelta era di stare qui” ha confessato Mark: “Ho sentito davvero tanti rumors, ma io so come stavano le cose realmente. L’importante per me era rimanere concentrato sul mio lavoro in pista e fuori. E’ importante che il team veda che lo segui al 100% e questo è quello che ho sempre fatto” Dunque una importante pedina del mercato viene collocata, capace molto probabilmente di creare un effetto domino. Lewis Hamilton ormai è vicino all’accordo con la Mclaren e Massa, forte anche di un recente periodo in crescendo, resterà in rosso ancora per un altro anno. I colpi di scena e gli inattesi cambi sono rinviati dunque al 2014. Forse.

Riccardo Cangini

Pubblicità