Pubblicità

Per una vettura a trazione integrale la pioggia sembra una cosa vantaggiosa se poi diventa diluvio come nel caso di Spa ancora meglio. Infatti dopo aver conquistato una bella pole Morbidelli alla guida della sua A5, hanno ottenuto una fondamentale doppietta sul bagnatissimo tracciato delle ardenne. In effetti le due gare si sono svolte con la pista che si andava asciugando durante la corsa.

In gara 1 Morbidelli ha avuto vita facile partendo dalla pole e impostando subito il suo ritmo insostenibile per tutti tranne che per il compagno Johan Kristofferso che non è riuscito a impensierire il pilota italiano al comando. Nella gara 2 a causa della inversione della griglia di partenza Morbidelli è stato autore di una spettacolare rimonta anche se condizionata dalla pista bagnata che lo ha portato al comando dopo 5 giri distaccando gli avversari in modo netto.

Il pilota che più di tutti esce felice dalla pioggia di Spa e Vitantonio Liuzzi, che con un un terzo e un secondo posto, ha conquistato la vetta della classifica generale. Liuzzi  ha approfittato in gara 2 del ritiro di Kristofferson dopo un duro contatto con Camilo Zurcher, cosa che ha consentito al pilota italiano di staccarlo in classifica di ben  19 punti tra sé e lo svedese. Terzo in classifica generale Thomas Biagi che ha capitalizzato al massimo delle possibilità della sua M3 il week end belga.

Altri due protagonisti delle due gare di Spa sono stati Mika Salo con la Maserati ottimo sul podio in gara due e uno spettacolare e aggressivo Luigi Ferrara che con la sua Mercedes in barba alla pioggia e all’usura gomme ha dato filo da torcere a tutti anche con pedigree di altissimo livello.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com