Pubblicità

E’ arrivata la penalità per Sebastian Vettel in merito a quel sorpasso ai danni di Button avvenuto fuori dai limiti segnati della pista. Il collegio dei commissari sportivi ha deciso di aggiungere venti secondi in più (l’equivalente di un drive through) al tempo finale del campione del mondo in carica, facendolo precipitare in quinta posizione e negandoli quindi il prezioso secondo posto celebrato nel post-gara. Di conseguenza Jenson Button sale di una posizione e sul gradino più basso arriva Kimi Raikkonen, subito seguito dall’eccellente Kamui Kobayashi. Un duro colpo per il tedesco anche in classifica iridata, ora a -44 punti dal leader Fernando Alonso.

Quella di Sebastian era una questione molto semplice: le regole dicono che non si può andare fuori pista per ottenere un vantaggio” ha detto un sorridente Button: “La situazione è chiara, non ci sarebbe stata più opportunità per lui prima della fine della gara perché eravamo al penultimo giro” Al solito schietto ed efficace il veloce commento di Kimi Raikkonen riguardo la nuova classifica: E’ bello avere un altro podio, ma ovviamente avremmo preferito ottenerlo in pista”. Tra sette giorni sarà già tempo del Gp dell’Ungheria, nell’attesa ecco l’ordine di arrivo aggiornato.

1. Fernando Alonso – Ferrari – 67 giri
2. Jenson Button – McLaren-Mercedes – +6″9
3. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – +16″4
4. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – +21″9
5. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – +23″7
6. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – +27″8
7. Michael Schumacher – Mercedes – +28″9
8. Mark Webber – Red Bull-Renault – +46″9
9. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – +48″1
10. Nico Rosberg – Mercedes – +48″8
11. Paul di Resta – Force India-Mercedes – +59″2
12. Felipe Massa – Ferrari – +1’11″4
13. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – +1’16″8
14. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – +1’16″9
15. Pastor Maldonado – Williams-Renault – +1 giro
16. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – +1 giro
17. Bruno Senna – Williams-Renault – +1 giro
18. Romain Grosjean – Lotus-Renault – +1 giro
19. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – +2 giri
20. Charlse Pic – Marussia-Cosworth – +2 giri
21. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – +3 giri
22. Timo Glock – Marussia-Cosworth – +3 giri
23. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – +3 giri

Riccardo Cangini

Pubblicità

2 COMMENTS

  1. Nella vela esiste una regola: quando lo scafo che insegue è ingaggiato, lo scafo che precede è obbligato a lasciargli acqua. Mi spiego: non era un taglio di chicane o roba del genere, e interpretare il regolamento in questo modo renderebbe illecito il famoso fuoripista di Mansell in pieno rettilineo. Insomma, da domani basterà spingere il proprio avversario fuori pista in rettilineo per accusarlo di illecito. Precedente pericoloso.

  2. Si ma Vettel stavolta ha esagerato. Lo spazio dentro la pista c’era eccome,poteva mettere 2 ruote dentro e 2 fuori,ineve ha usato la pista fuori per accelerare

Comments are closed.