Pubblicità

In Germania c’è stata l’ennesima rivincita sportiva sullo Spraed tedesco ad opera delle due nazioni più in difficoltà in questo momento. Quelle Spagna e Italia che tra mille peripezie e difficoltà dimostrano che nonostante tutto hanno delle qualità che alla potente nazione tedesca manca da sempre. Dopo gli Europei di Calcio ora è la volta del Gp di casa dove i piloti e le marche tedesche devono abdicare nei confronti delle economicamente inferiori potense del sud mediterraneo. Nel 1935 Nuvolari con Alfa del 1922 contro le corazzate tedesche partendo ultimo chiese al gendarme del partito fascista la bandiera. Questo sconfitto nell’animo non la portò nemmeno. Dopo la vittoria fu un emigrante che gli diede una bandiera mezza stracciata. Ecco oggi come allora,  fatti di dovuti distinguo,  ci pensano Fernando Alonso di Oviedo, e La Ferrari in Maranello a mettere due bandiere molto malconce sulla cima d’Europa.

Fernando Alonso 10 Quando gli lasciano fare il suo lavoro, lo fa al meglio delle sue possibilità. La sua visione di gara ha qualcosa di impressionante, sa adattarsi alle condizioni in tempo reale e riesce per quanto possibile a prevedere le gomme Pirelli. La testa del mondiale è ampiamente meritata e  con la costanza che ha sempre decantato può seriamente puntare al titolo.

Jenson Button 9 Dategli una macchina se sente, che riesce a capire. Non è detto che deve essere per forza competitiva ma che deve riuscire a capire ed interpretare e allora il vecchio caro Jenson campione del mondo 2009 torna di nuovo. A dire il vero in Germania ha mancato nella sua qualità migliore ma forse sapeva che non poteva attendere nel tentare di passare la Ferrari.

Kimi Raikkonen 9 Crediamo che se alla Lotus riuscissero a farlo partire un po più avanti e se una volta per tutte il finnico si rende conto della potenza della sua macchina allora può puntare costante alla vittoria. Comunque l’ennesima gara positiva per uno che doveva essere bollito dopo il ritorno.

Kamuj Kobayashi 9 Le voci sul dubbio circa la sua riconferma gli hanno dato nuova linfa. Il giapponese è tornato combattivo e veloce come ai vecchi tempi se la pressione quello che serve Sauber ne deve fare tanta andrà ancora meglio.

Sergio Perez 8 Buona e consistente la gara del Mexicano. A differenza del compagno vive tranquillo e gli da la sicurezza giusta per fare le cose concrete e portare a casa punti per la crescita personale.

Niko Rosberg 7 Parte da dietro. Usa una tattica conservativa e senza strafare giunge a punti a ridosso del compagno molto più aggressivo sulla strategia. La costanza c’è e fa quello che può.

Sebastian Vettel 6 Mai come ieri si è visto il campione del mondo in carica dannarsi l’anima per cercare di fare bene. Anche quando la sua Redbull non ne aveva andava a cercare la pista e il tempo dappertutto. La squadra lo ha un po abbandonato ma lui non si è dato per vinto. Avremmo preferito che fosse arrivato terzo nel tentativo di arrivare secondo fallendo che passando fuori pista.

Pastor Maldonato 5 Non commette grossi errori, non fa guai come nelle gare precedenti ma lo stesso non riesce a finire nei punti dove invece si trovava alla partenza ci vuole una svolta per se stesso e per il team.

Paul di Resta 5 Anche lui vittima della mancata competitività della Force India solo che ha perso un po di meno del compagno in proporzione alla posizione che si trovava alla partenza

Michael Schumacher 4 Bacchettata sulle mani al 7 volte campione del mondo. Che non digerisca le gomme Pirelli lo sanno tutti. Ma forse ora sarebbe il caso di mettere da parte le sue convinzioni e lavorare con i progettisti per evitare di fermarsi a cambiarle di continuo. La classe non è cambiata si è vista il sabato.

Mark Webber 4 Se qualcuno ha capito la corsa di Webber di ieri sarebbe cortese a spiegarla anche a noi? E’ vero che la Redbull è venuta meno in gara ma passare dal 2 al 8 con tutta la buona volontà non lo capiamo!

Niko Hulkenberg 4 Anche lui si è completamente perso fin dai primi metri. Non aveva minimamente il passo dei primi, veniva passato con facilità da tutti fino alla sua posizione consona alle caratteristiche della macchina. Troppo poco partendo così avanti.

Lewis Hamilton 4 Buca una gomma, e questo ci sta, le corse sono fatte così. Il voto basso è per lo sconforto in cui è caduto subito dopo la foratura. Non è da lui e non ci piace vederlo così. Noi vogliamo vedere l’Hamilton con la rabbia che si sdoppia da Vettel.

Ferrari 9 Il voto altro va alla macchina la f2012 è finalmente competitiva forse un pelo meno delle altre ma sufficiente a permettere ad Alonso di fare il suo lavoro, ma soprattutto per non aver fatto nulla al muretto tranne che il proprio lavoro di gestione delle soste “normali” al meglio come da sempre sanno fare.

Lotus Renault 8 Una macchina che non fa lavorare le gomme è un pregio sulla lunga distanza ma se continuano a lasciare tutto questo tempo agli avversari all’inizio la vittoria sarà dura per molto tempo ancora.

Sauber Ferrari 8 Come con Kobayashi anche per Peter Sauber ci voleva uno stimolo per fare bene e dove se non nella terra del costruttore tedesco più importante la Volkswagen che una volta sfogliata la margherita eterna del suo ingresso in formula 1 potrebbe affiancare proprio il team Svizzero.

Mclaren Mercedes 6 Non è andata male se è vero che la competitività reale della vettura la da il pilota più lento il fatto che Button stesse li davanti è un ottimo segno. Anche i cambi gomme sono andati bene che poi se ne buca una in pista questa è veramente jella!

Redbull Renault 5 La macchina è venuta meno nonostante le varie polemiche regolamentari che la riguardano. Segno che fa molto più paura di quello che realmente riesce a fare in pista. Oppure non hanno ancora capito come far funzionare il tutto se è così è una questione di tempo che vada forte Intanto ogni volta che si parla di irregolarità c’è sempre il loro nome in mezzo…e si professano sempre innocenti. La pecora a furia di urlare al lupo ci perse la pellaccia!

Mercedes 5 Certo che stare a guardare le gomme che se ne vanno come noccioline senza fare assolutamente nulla per evitarlo è una cosa da far cadere le braccia…per un costruttore come la Mercedes.

Force India  Mercedes 4 Se non prendi punti quanto parti con due vetture nei primi dieci addirittura con una nei primi 5 quando lo farai?

Williams Renault 4 Manca di concretezza eppure la vettura non è male per vincere a Barcellona la macchina deve per forza avere ancora qualche cosa da dare non puo essere questa la sua forza!

 

 

 

 

 

 

Pubblicità