Le Mans non è mai ferma,  guarda sempre al futuro. Dopo il rumore non bellissimo dei diesel ci si deve rassegnare a sentire sempre di meno quello del motore classico a ciclo 8. Infatti l’ Aco sta mettendo appunto le regole che dovrebbero già entrare in vigore a partire dal 2014. Le regole riguarderanno i motori che ora potranno essere di cilindrata fino a 5.7 litri al posto del limite attuale di 3.7. Il turbo a geometria variabile tanto caro ad Audi e utilizzato sulla maggior parte delle vetture di serie sarà vietato.

La pressione del turbo comunque sarà limitata da un massimo di 4 bar, e il consumo sarà limitato per giro compiuto costringendo le case ad usare per forza di cose una tecnologia ibrida.  Altra norma sarà la possibilità di adottare un motore derivato direttamente dalle future unità da V6 di formula 1. Questo modificato per rispettare le specifiche ACO  consentirebbe a tutti i costruttori presenti nel mondiale di f1 di potersi impegnare nella 24h senza un dispendio enorme di energie.

Una vera manna dal cielo per i costruttori di f1 che con i test congelati per regolamento potrebbero usare la 24h come palestra naturale e banco prova per l’affidabilità  e la verifica delle prestazioni dei propulsori da usare nella massima formula. Anche dal punto di vista telaistico ci sono grosse novità in arrivo. Sarà limitato il controllo del rollio mediante l’elettronica e aerodinamicamente sarà rivista la zona della pinna centrale. Ma la vera modifica importante sarà la riduzione delle misure del telaio da 2metri e 1.90 di larghezza, con la carreggiata invariata cosa che ridurrà la sezione delle gomme sulle vetture.

Ovviamente tutto è ancora in via di definizione e il regolamento definitivo e ufficiale sarà diramato solo prima dell’apertura della prossima 24 nel 2013.Ovviamente le case attualmente favorite saranno all’improvviso con un progetto da rifare completamente exnovo.

Daniele Amore