Pubblicità

Abbiamo già parlato abbastanza della vittoria di Hamilton e delle prestazioni delle Lotus. Qualcuno potrebbe dire che abbiamo dimenticato la Ferrari e ne approfittiamo adesso per dedicare qualche rigo. La Rossa ieri ha corso in difesa, ha fatto un buon catenaccio essendo la posta sfavorevole ed ha approfittato di alcune ingenuità degli avversari per non perdere troppi punti. Poi hanno vinto aoutsider alleati preziosi per Alonso che adesso può contare su un vantaggio di 40 punti sul secondo. Se riesci a aumentare le lunghezze anche quando le dovresti perdere è segno che le cose non vanno poicosì male. Con una gestione accorta si potrebbe anche tentare il colpaccio quest’anno.

Lewis Hamilton 10 Il pilota inglese ha da sempre una greande feeling con questa pista. Con una Mclaren che è sicuramente molto più competitiva che nelle ultime uscite non c’è ne stato per nessuno nemmeno le gomme Pirelli lo hanno fermato.

Kimi Raikkonen 9 Non gli diamo il massimo perchè c’è il dubbio che la vittoria sia sfumata per causa dei giri iniziali alle spalle di Alonso. Ma un pilota deve anche capire che deve passare in pista se vuole vincere altrimenti si arriva secondi nonostante una grande macchina.

Mark Webber 8 si potrebbe dire che è stata una gara opaca. Ma partire da dietro e giungere così avanti da non perdere troppi punti dalla vetta su questa pista non facile per nessuno. Lui non si è lamentato di partire dietro per un errore tattico ha cercato di rimediare in pista come poteva.

Fernando Alonso 7 Forse l’unico in tutta la squadra che nonostante sia partito sconfitto in partenza ci ha messo tutto quello che poteva per prendere quanti più punti possibile. Forse si poteva tentare ancora di più. Ora deve solo gestire al meglio in attesa che la macchina faccia l’ultimo passo.

Bruno Senna 7 Ho preso un abbaglio sul brasiliano e quindi correggo la pagella. Partire 9 per giungere 7 è un ottimo risultato il fatto che non me ne sia accorto segna solo che probabile vittima della noia tremenda del gp di Ungheria

Roman Grosjean 6 Parte davanti, riesce addirittura a non fare guai. Ma il passo non è quello del compagno che viene fortissimo da dietro e gli soffia il secondo posto. Un po poco per un pilota ambizioso nonostante un ottimo podio.

Niko Rosberg 6 Vittima di una vettura che di competitivo non ha nulla. Potrebbe dare fondo a tutto il suo talento, ma potrebbe anche essere che non ne ha più nemmeno lui

Sebastian Vettel 5 Non so cosa pretendesse dalla squadra e dai suoi ingegneri chiedendo di continuo di inventarsi qualche cosa per passare prima Button poi Grosjean. In attesa che il genio di Newey inventi il teletrasporto potrebbe pensare di sorpassare in pista!

Felipe Massa 5 Con una Ferrari nettamente inferiore alla concorrenza riesce a partire davanti e a fare il meglio per non commettere errori. Una prestazione tutto sommato non cattiva ma non è quello che ci si aspetta da Massa se vuole il suo sedile.

Pastor Maldonado 5 Vale più o meno lo stesso discorso del compagno di squadra forse se commette meno cavolate e smette di prendere penalità può anche stare fisso nei punti.

Niko Hulkenberg 5 Non si capisce bene se la macchina che viene meno in gara o se lui è un pilota che da tutto in qualifica perdendosi in gara tutte le volte.

Jenson Button 4 Anche lui si è lamentato perchè la squadra ha adottato una tattica di gara che lo ha penalizzato. Ma fin quando non si renderà conto che deve tornare a fare cio che sa fare benissimo cioè dettare i ritmi ai tecnici questo è quello che gli passano e non è nemmeno giusto lamentarsi.

Lotus Renault 8 Abbiamo già parlato di una squadra in preda alla sindrome di Peter Pan sempre piccola ma con le potenzialità per vincere sul serio.

Mclaren Mercedes 7 La competitività è ritrovata, come gli errori al cambio gomme, e come una novità di alcune scelte incomprensibili tattiche sulla vettura di Button.

Redbull Renault 6 Il festival della strategia bizzarra, prima in prova penalizzando Webber, poi in gara sempre penalizzando Webber e per poco non perdevano anche il posto su Vettel. Sono davanti nel campionato ci si domanda perchè?

Ferrari 6 Ieri sono di nuovo venuti fuori tutti i limiti. Vero che la pista era sfavorevole ma si è avuta la netta sensazione che anche su una pista favorevole in condizioni ottimali il gap è ancora importante. Nell’attesa dell’ultimo passo di sviluppo non resta che gestire il vantaggio accumulato.

Williams Renault 5 Partire con due vetture nei punti e perderne una per ancora errori del pilota non è una cosa che la squadra come quella della Williams può permettersi ancora a lungo ormai.

Mercedes 4 Lo stato di forma della vettura è imbarazzante.

Force India  Mercedes 4 Lo sviluppo di è fermato un vero peccato perchè le prestazioni non solo male guardando la qualifica.

 

 

 

Pubblicità

5 COMMENTS

  1. Pagelle ridicole, webber 8 inesistente, “GORJEAN” 6 quando ha fatto comunque un bel podio, 5 a Senna che ha fatto una gran gara…

  2. uhmmm…avrei dato anch’io un punto in più a Grosjean..in fondo arriva a podio e non è male…si è fatto fregare da Raikkonen, ma mica è il primo fesso che passa.

    Secondo me Webber invece ha fatto una bella gara…non era facilissima e ha recuperato molto.

  3. Gordjean si è fatto spegnere da raikkonen nel momento in cui un pilota deve dimostrare che anche se sei il primo della classe lui non molla…altrimenti quanti ci diventi primo della classe. Se Prost avesse avuto questo atteggiamento su Lauda non avrebbe vinto 4 mondiali se Senna non lo avesse avuto a sua volta su Prost non ne vinceva 3..devo continuare?…Gli ho dato 6 solo per il fatto di aver preso il podio, e siccome le pagelle sono soggettive e non frutto di nessun metodo scentifico prendo per buone tutte le considerazioni ma rimango della mia opinione!
    P.S fare una gran gara è partire in una posizione e arrivare almeno un posto avanti…Senna non lo ha fatto anzi ha peggiorato…

  4. A me risulta che sia partito 9° e arrivato settimo..queste pagelle per quanto soggettive appaiono ridicole e imprecise..un minimo di fondamento oggettivo dovrebbero averlo!!!!!

  5. Siccome non sono uno che si ostina sulle sue posizioni e ammette i propri errori in effetti avevo fatto un errore nel vedere la classifica a fine gara ed ero convintissimo che fosse giunto addirittura 10 quindi ho corretto il tiro sul brasiliano.

Comments are closed.