Pubblicità

Senza gare vicine e con le maggior parte delle squadre chiuse per ferie, il circus della Formula uno non può fare altro che interrogarsi e cercare di prevedere le mosse che determineranno il futuro prossimo della massima serie. Tra questi vi è senza ombra di dubbio il destino di Michael Schumacher, tornato da tre anni alle corse ed ancora a secco di vittorie nonostante gli incredibili sforzi della Mercedes. In Germania sognano un successo tutto teutonico, ma vi sono tantissime difficoltà da superare, in primis l’ostacolo del compagno di squadra Rosberg, spesso e volentieri davanti al sette volte campione del mondo oltre che autore di una inaspettata vittoria nel Gp della Cina. Tutto questo ha decisamente fatto salire l’importanza e considerazione di Nico dentro le mura di Stoccarda, tanto da assumere lo status di prima guida. Almeno secondo il connazionale Vettel: “Nico ha fatto un ottimo lavoro e di solito è il punto di riferimento alla Mercedes. E’ evidente e non sono necessari giri di parole”.

Una situazione non certo favorevole a Michael, abituato ad essere il leader indiscusso del box. Ma il clima nel team diretto da Ross Brawn sembra essere più che positivo, visto che: “…Michael non ha dimenticato nulla e di sicuro non è in difficoltà, l’ha dimostrato spesso” afferma il campione del mondo in carica. Quindi Schumacher pare accettare la forza ed importanza del suo team-mate, cercando nuovi stimoli per migliorare sempre più nonostante l’età non sia più un fattore a suo favore. Anche per questo i vertici delle frecce d’argento sarebbero intenzionati a mantenere l’attuale due Rosberg-Schumacher anche nelle prossime stagioni: “Sono molto professionali, molto concentrati. Hanno grandi qualità, sono veloci e lavorano bene con il team e in coppia. Penso che entrambi siano in grado di vincere delle gare se saremo in grado di dargli una vettura competitiva. Il rinnovo di Schumacher? Penso sia una decisione molto importante per tutte le persone coinvolte. Non abbiamo fretta e quando arriverà il momento appropriato faremo un annuncio” Sulla carta quindi tutti contenti. Manca solo la firma.

Riccardo Cangini

 

Pubblicità