La Mclaren ha approfittato del concorso di eleganza di Pubble Beach in California, una sorta di Villa D’este italiano fatto i dovuti distinguo sia chiaro per presentare la sua versione GT3 modificata per partecipare al campionato americano Grand Am nella cateogira turismo. Per fare ciò ha preso la versione che in Europa corre nel campionato GT3 e con delle opportune modifiche di peso, aerodinamica e di motore si adatta alle specifiche diverse dello spettacolare campionato GT americano dove troverà la concorrenza di Audi, BMW, Ferrari, Corvette, Viper e la già presentata Lotus Evora.

La Mp4-12c presentata nel suo colore originale come il creatore Buce Mclaren amava fin dalla creazione del marchio, un belo arancione acceso semi opaco con degli inserti in nero opaco a segnare la natura di cabonio della carrozzeria. La vettura avra una rivisitazione del suo 3.8 litri V8 che svilupperà 630cv per un peso complessivo di 1200kg.

Grazie alla notevole esperienza della Mclaren nella massima formula nel rispetto delle norme amricane la vettura sarà dotata di un nuovo kit aerodinamico che consentirà di avere un incremente della dawn force del 30% rispetto alla versione GT3 che corre nel vecchio continente. Il kit comprende un nuovo spitter anteriore, un nuovo fondo piatto, un nuovo diffusore posteriore, l’alettone posteriore di nuovo disegno.

ci sono stati affinamenti anche per quello che riguarda l’impianto frenante maggiorato, e l’assetto specifico per le gomme Pirelli sponsor della Mclaren anche nel campionato americano. Inoltre ci sono novità anche negli interni con un ridisegno totale del cokpit pilota a partire dalla strmentazione, come l’adozione del servosterzo, e dell’impianto di aria condizionatas fonamentale per le specifiche delle gare di Gran Am molto attente al confort e alla sicurezza del pilota.