C’è ancora un po’ di tempo prima di riaccendere i motori e tornare ad infiammare le piste di tutto il mondo, ma il pensiero difficilmente può essere totalmente distolto dalla massima formula. Soprattutto se in ballo vi è un titolo mondiale. Dopo qualche giorno di riposo, Fernando Alonso è tornato ad allenarsi in vista dell’impegno nella mitica Spa, desideroso più che mai di incrementare il suo vantaggio iridato così da complicare non poco la vita ai tanti avversari. Non solo corpo ma anche mente, cercando di focalizzare gli avversari più pericolosi, mai resi ed in grado di massimizzare ogni possibilità: “Hamilton e Vettel sono i piloti su cui mi sono focalizzato fin dall’inizio. Sono loro gli avversari più pericolosi, anche se tutti i top team sono molto vicini” dichiara l’asturiano alla stampa brasiliana.

La lotta all’iride in fondo è tutto tranne che chiusa, considerando sia le tante gare rimaste in calendario che la competitività di Red Bull e Mclaren e dei loro rispettivi piloti, tutti in grado di puntare al traguardo più alto del podio: “Fortunatamente per ora nessuno è stato in grado di dominare e i giochi sono ancora molto aperti perché credo che la distanza tra i primi cinque o sei piloti non sia ancora incolmabile” prosegue “Bastano un paio di buone gare per recuperare”. Fernando poi sa perfette di “…non avere la vettura più veloce, anche se su certe piste siamo stati bravi a salire sul podio. In altre occasioni magari ci siamo piazzati solamente settimi, ma non abbiamo commesso errori gravi” Misto di velocità e costanza, uno degli ingredienti per raggiungere il massimo traguardo possibile. Tra poco tempo inizierà il secondo tempo di questa intensa partita.

Riccardo Cangini