Pubblicità

Si pensava che nel DTM 2012 l’Audi dovesse fare il ruolo della comprimaria nella lotta per il titolo nei con fronti della concorrenza Mercedes e BMW, invece in condizioni difficili i suoi piloti salvano l’onore della casa degli anelli centrando una tripletta nella gara più combattuta e bella della stagione. A comandare il gruppetto Audi sul podio il nostro Edoardo Mortara che bissa l’unica vittoria Audi sul tracciato del A1 ring in Austria. Mortara riesce ad avere la meglio sfruttando le condizioni di pioggia intermittente, con continui ingressi della safety car e non senza lottare con il coltello trai i denti con i protagonisti del campionato.

Il pilota italiano precede due espertissimi della categoriaMike Rockenfeller,  Mattias Ekström. I protagonisti del campionato indietro al traguardo con il leader di campionato ‘Gary Paffett (Mercedes-Benz) e Bruno Spengler (BMW) al settimo e sesto. Jamie Green (Mercedes-Benz) finito quarto.  Le condizioni difficili hanno complicato la vita a tutti i protagonisti soprattutto Green che dopo un contatto involontario con una BMW andava in testa coda e ricominciava una rimonta spettacolare che lo riportava alla fine al 6 posto. A completare i primi 10,  BMW Dirk Werner e Augusto Farfus dal Brasile e Ralf Schumacher con la Mercedes DTM AMG C-Coupé.

In classifica generale, Paffett rimane in testa con 109 punti su Green, con il 93 e Spengler con 91 punti. Dopo la sua vittoria a Zandvoort, Mortara segue al quarto posto con 74 punti riproponendosi per la lotta la vertice.

Pubblicità