Pubblicità

La lotta per il titolo tra le due acerrime rivali si sempre la BMW con la Z4 e la Mercedes SLS AMG si chiude nel più classico dei finali con un crash nella gara della domenica di Donington Park. Gia alla partenza la BMW del team Vita4one spinta sull’erba bagnata perde il controllo finendo fuori pista. Sempre senza controllo rientrava in pista prendendo in pieno la Ford GT che transitava al momento. Purtroppo la gara della BMW di Nikolaus Mayr-Melnhof veniva irrimediabilmente danneggiata da dover abbandonare la corsa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=fTgqDKnYfuc[/youtube]

Alla ripartenza dopo la safety car la Mclaren vincitrice della qualyfing race prende il comando. La gara si svolge regolare fino alla finestra pit. Dopo la BMW rimanente del team Vita4one di Yelmer Buurma e la Mercedes SLS AMG di Marcus Winkelhock si trovano ai ferri corti. La Mercedes porta l’attacco all’ultimo tornante, le due vetture sono appaiate sul rettilineo del traguardo e prima della curva si toccano finendo entrambe nell’erba la loro corsa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=RoZDFGUiEhI[/youtube]

Davvero brutto il botto della BMW che ha costretto l’intervento dello staff medico per estrarre il pilota dolorante dalla Z4 distrutta al posteriore nel tremendo impatto. Comunque Yelmer Buurman è stato portato al Queen’s Medical Centre di Nottingha dove è stato rilasciato un comunicato sul fatto che il pilota è malconcio ma sta bene.

A seguito dell’incidente e della sospensione per consentire l’ingresso dei soccorritori, la gara non è stata più ripresa con la vittoria andata alla  McLaren in testa, che ha preceduto la Lamborghini Gallardo di Peter kox e Stefan Rosina e l’altra McLaren di Alvaro Parente e Gregoire Demoustier. L’inciedente ha favorito la Mercedes che conquista il titolo con Winkelhock e Marc Basseng.

FIA GT1, Donington Park, 30/09/2012
Classifica Championship Race
1. Makowiecki/Dusseldorp (McLaren MP4-12C) 1h27’00″879
2. Kox/Rosina (Lamborghini Gallardo) a 1″0
3. Parente/Demoustier (McLaren MP4-12C) a 1″6
4. Vanthoor/Carroll (Audi R8 LMS Ultra) a 2″1
5. Ide/Castellacci (Ferrari 458 Italia GT3) a 3″1
6. Pastorelli/Jager (Mercedes SLS AMG GT3) 4″5
7. Jarvis/Stippler (Audi R8 LMS Ultra) a 5″6
8. Salaquarda/Cioci (Ferrari 458 Italia GT3) 6″

Pubblicità