Pubblicità

Finita la prima giornata di prove per la MotoGP al Twin Ring di Motegi, abbiamo raccolto le dichiarazioni dei piloti rilasciate ai rispettivi uffici stampa.

Andrea Dovizioso: “E ‘stato davvero un buon inizio di weekend perché ho fatto il mio tempo con la gomma dura che sembra essere una scelta probabile per la gara. La cosa buona è che sono già molto competitivo, ma so che possiamo migliorare l’ultima parte dell’ingresso in curva. Non mi sento tranquillo in quel momento, ma spingo lo stesso per cercare di stare vicino ai primi due. Ho un passo simile a quello di Dani e Jorge, ma sarà difficile lottare con loro per la vittoria, ma potenzialmente posso andare a podio, in particolare su questa pista che mi piace molto.”

Cal Crutchlow: “Oggi non è stato l’inizio che speravo affatto perché abbiamo lavorato molto duramente per migliorare la moto ma non sono riuscito a trovare un buon setting. Tutte le soluzioni che abbiamo provato sembravano non funzionare e abbiamo parecchio lavoro da fare.”

Valentino Rossi: “Oggi è andata piuttosto bene, soprattutto nel pomeriggio perché abbiamo fatto una modifica di assetto che ci ha fatto guadagnare del “grip” in accelerazione. Quando apro il gas riesco ad uscire meglio dalle curve, senza “sgommare” eccessivamente ed è per questo che sono abbastanza veloce. Sono contento soprattutto perché il distacco è contenuto. Domani però dovremo riuscire a migliorare anche sul passo, perché per ora riesco a girare bene per qualche giro, poi la gomma comincia a scivolare un po’ troppo. Anche la scelta della gomma posteriore sarà molto importante perché le prestazioni della morbida e della dura sono molto simili: la prima va un po’ meglio ma bisogna capire se può reggere la distanza di gara. Domani faremo altre prove in questo senso e poi decideremo anche in base alla temperatura che ci sarà domenica”.

Nicky Hayden: “E’ stato un bene avere finalmente due turni completamente asciutti ma è stato comunque un primo giorno di prove impegnativo. Questa mattina non eravamo lontani ma nel pomeriggio non sono migliorato. Non riesco ad avere un buon feedback dalla moto in frenata. La mano tra l’altro mi fa un po’ male e fatico molto nelle curve a destra. Su questa pista in particolare si frena forte quindi perdo molto in entrata e diventa difficile recuperare in uscita. Stasera dovremo ripensare al lavoro da fare e domani cercheremo di fare un passo in avanti”.

Jorge Lorenzo: “Abbiamo iniziato in modo molto bene qui, molto meglio che ad Aragon, dove abbiamo avuto problemi con la durata del pneumatico posteriore. Abbiamo un buon ritmo e con un piccolo cambiamento nei circuiti elettronici sono stati in grado di andare un po più veloce. Abbiamo provato con la gomma dura ma per domani penso che con la morbida andremo meglio. La Honda va forte, ma qui andiamo forte anche noi e punto a giocarmi la vittoria.”

Ben Spies: “Oggi non è andata male, non abbiamo provato la posteriore morbida perché abbiamo lavorato con la dura che potrebbe essere usata in gara.”

Alvaro Bautista: “Non siamo riusciti a trovare quello che cercavamo. Questa mattina abbiamo provato un ammortizzatore ed una forcella diversa ma il problema di saltellamento nelle forti staccate non si è risolto. Nel pomeriggio abbiamo scelto un’altra strada da percorrere per migliorare la stabilità ma la soluzione non è arrivata. Purtroppo su questa pista dove ci sono tantissime staccate non ho la fiducia necessaria per frenare ed impostare la curva come vorrei. Oggi abbiamo usato la gomma dura con la quale non avevo un grip eccellente e domani valuteremo anche la morbida e poi faremo la scelta nella speranza che sia quella giusta. Il nostro obiettivo primario rimane però quello di migliorare la fiducia sull’anteriore.”

Casey Stoner: “Ovviamente ho avuto qualche problema a trovare le giuste sensazioni in sella – ha ammesso – Ma soprattutto ho faticato molto a trasferire il carico sull’anteriore. La moto si impenna molto e in uscita dalle curve a destra non riesco a piegare il piede abbastanza per spostarmi in avanti e tenerla giù. Di conseguenza devo sforzare molto le braccia e per la gara sarà davvero dura. Comunqe pensavo peggio”.

Dani Pedrosa: “E’ stato un giorno di prove perfetto. Le buone condizioni della pista, la calda temperatura e anche il nuovo asfalto ci hanno aiuto a svolgere tutto il lavoro che avevamo in programma per oggi. La nostra priorità era testare le gomme e siamo stati veloci sia con le dure che con le morbide. Il nuovo asfalto ha un buon grip, così i tempi sono stati buoni sin da subito. Abbiamo iniziato a lavorare anche a livello di sospensioni e mappature, continueremo domani per migliorare ancora un po”.

Pubblicità