Come abbiamo più volte dimostrato non nascondiamo la nostra stima il nostro rispetto per coloro che vogliono rinnovare le corse automobilistiche con idee innovative. Abbiamo già parlato abbondantemente del prototipo DeltaWing che prenderà parte forse alla sua seconda gara nella Petit Le Mans di Road America domenica. In effetti nelle libere gli è toccata la stessa sorte che la vettura ha avuto durante la 24h di Le Mans appunto. In quell’occasione la DeltaWing  fu speronata da una Toyota in lotta per la vittoria alla ripartenza per una safety car. Nell’incidente di Road America le cose sono andate un po diversamente infatti sta volta è stato il contatto con una Porsche della categoria GT che ha fatto letteralmente decollare la piccola vettura nera che cappottando e dopo un enorme spavento è tornata in pista finendo la sua corsa contro le barriere di protezione distruggendo la macchina.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=uW7qaG9K2_c[/youtube]

Non vogliamo accusare nessuno sono incidenti di gara ma se due indizi fanno una prova e qui è il secondo, allora dobbiamo pensare che la natura minuscola della vettura prototipo è la sua principale fonte di guai. Infatti da come si vede chiaramente nel video sopra la Porsche scarta a destra per impostare la difficilissima curva del traguardo dopo il dosso, senza minimamente accorgersi della presenza della nera vetturette. Un vero peccato perchè come si vede dal camera car della LMP2 che la segue le prestazioni non erano affatto male segno che il progetto non è cattivo e che lo sviluppo procede alla grande.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=nwpBYK41Tbw&feature=relmfu[/youtube]

Noi non ci sentiamo di dire come ha sentenziato qualche conservatore addetto ai lavori che non è adatta alle competizioni la DeltaWing, troppo diversa dalle vetture che partecipano alle gare di durata e che dovrebbe avere un campionato proprio. Ma una cosa è certa farebbero un piacere a loro stessi e alla coronarie degli appassionati sia sugli spalti che alla TV  se magari adottassero un colore acceso che la fa vedere meglio al posto del nero che nasconde vista la piccolezza del mezzo e magari usare dei fari un po più grandi per essere vista meglio dagli specchietti. Non mi immagino in una gara come la 24h del Nurburgring per esempio con 250 pazzi esaltati tutti assieme e di tutte le categorie come potrebbe finire!

Daniele Amore

6 COMMENTS

  1. wow, andava come un missile.
    secondo me l’errore piu grosso lo ha fatto quello della porsche, ha scartato troppo nettamente ma anche quello della deltawing gli e’ andato leggermente contro, doveva aspettare di essergli completamente davanti.
    cmq sembra che la vettura volti parecchio, credo il merito sia della disposizione dei pesi molto sbilanciata al posteriore. pero’ essendo scarica davanti non appena la tocchi si alza.

  2. Un altro problema è che la vettura avendo un design a delta appunto dietro è molto più larga. A detta dei piloti all’inizio non è facile capire dove stanno le ruote dietro…rispetto a quelle davanti quindi una volta passata se punti ad allargare per fare la curva successiva allora se non ha passato del tutto puoi prendere la porsche con il sedere e fare leva sulle gomme posteriori…

  3. Inquadrature molto belle, certo che trovarsi così all’improvviso ruotato su di un fianco mica tanto salutare per il pilota, per di più in una posizione dove non è che possa fare molto a parte sperare nella fortuna.

  4. Cavolo quella macchina è davvero una figata pazzesca…. di sicuro come dici tu Shadow, sia il colore che l’altezza non la rendono molto visibili alle altre auto, in particolare a macchine come porshe che alla fine sono auto semistradali e che hanno un limite di visibilità dagli specchietti.

    Immagini fighissime!!

  5. La cosa che mi ha fatto riflettere è che il pilota appena tornato nella posizione pseudonormale non si è preoccupato di vedere se era tutto intero…ma di mandare a quel paese il pilota della Porsche come un normale tassista che prende una botta al semaforo!!!…Ditemi quello che volete ma io amo essere un pilota!…che ne dici Danny!

  6. Si effettivamente è incredibile pensare che la prima cosa che ti viene in mente, invece di vedere se sei tutto intero, sia quello di mandare in tanta malora un altro pilota!!!
    come un pilota di moto che prima di capire se si è rotto qualcosa corre verso la moto per tirarla su!

    misteri di rider/driver…

Comments are closed.