Pubblicità

La situazione è sin troppo chiara: “Dato che siamo ancora in lotta per il campionato, dobbiamo continuare con lo sviluppo della vettura” a dirlo il Chief Designer della Scuderia Ferrari, Nikolas Tombazis: “Dal momento che allo stato attuale non possiamo godere di un vantaggio in classifica, sia in termini di prestazioni sia per quanto riguarda il punteggio in classifica, non possiamo certo giocare in difesa, ma dobbiamo attaccare e adottare un approccio più aggressivo nello sviluppo della vettura, introducendo aggiornamenti ad ogni appuntamento per cercare di colmare il divario che ci separa dai nostri avversari, lottando per la vittoria ad ogni gara e, auspicabilmente, conquistare i titoli”  Tattica richiesta dallo stesso Alonso, più che intenzionato a far suo il terzo titolo battendo la difficile concorrenza di Vettel ed una Red Bull prepotentemente tornata ad imporsi sia in termini di sviluppo che velocità sul giro.

Si è parlato della galleria del vento a Maranello come causa principale del rallentamento di sviluppo sulla F2012: ” Dopo le spiacevoli sorprese da parte di alcune novità introdotte nelle ultime due gare” dice Tombazis: “Abbiamo svolto un test aerodinamico per analizzare che cosa non avesse funzionato correttamente. Abbiamo ottenuto alcune risposte molto interessanti che riteniamo ci permetteranno di risolvere tali problemi e così, il nostro obiettivo in questo prossimo Gp sarà quello di recuperare il terreno“. Nel frattempo sono partiti gli interventi”..di ammodernamento che richiederanno la chiusura della struttura per alcuni mesi. Nel frattempo useremo una galleria esterna  fino a quando quella attuale non sia stata correttamente aggiornata“. La priorità comunque resta l’attuale campionato ormai pronto a sbarcare in India per la quartultima prove. Assoluto obbiettivo per gli uomini in rosso: “Arrivare più vicini ai nostri avversari e lottare per la vittoria”. Solo così si possono tenere vive le speranze.

Riccardo Cangini 

Pubblicità

Comments are closed.