Pubblicità

Entriamo nella zona calda, o meglio dire rovente, del mondiale 2012. Solo una settimana dopo il Gran Premio d’India, il circus della Formula uno è già approdato ad Abu Dhabi per vivere il terz’ultimo appuntamento stagionale. Lo scenario è quello del circuito di Yas Marina, gli attesi protagonisti ovviamente Red Bull e Ferrari con i loro rispettivi piloti di punta. Ancora una volta i dati e le recenti prestazioni vedono un Sebastian Vettel in vantaggio, non solo grazie al quarto successo consecutivo con tanto di leadership in classifica piloti, ma anche una tradizione vincente proprio su questo sfarzoso circuito. Su tre edizione disputate due sono state vinte dal giovane tedesco, con quella del 2011 conclusasi dopo appena una curva a causa della foratura di un pneumatico. Ovviamente partendo dalla pole position. Sarà dunque difficilissimo per Fernando Alonso contenere la cavalcata del diretto rivale iridato, con una F2012 costantemente al limite tecnico ed un clima nel box rosso non certo idilliaca. A Maranello hanno in tutti i modi cercato di nascondere, ma l’idea di perdere un’altro titolo mondiale sta facendo perdere i nervi al campione spagnolo, in lotta di collisione con Pat Fry, il tecnico inglese reo di aver eccessivamente criticato i piloti dopo l’amara qualifica di sabato scorso.

Per non consegnare di fatto il titolo ai campioni in carica, la squadra italiana dovrà necessariamente ripartire dalla prestazione dell’ultima gara, con Fernando in grado di tenere il passo delle due RB8 precedendo al traguardo quella di Mark Webber. Conquistare una casella avanzata in griglia di partenza sarebbe una ottima base ove poter tentare l’attacco alla vettura numero uno. Missione che assume i contorni dell’obbligo se si guarda anche la classifica costruttori. Un testa a testa da il cavallino rampante e gli storici rivali della McLaren per la seconda piazza, ogni punto in più un prezioso tesoro da non sciupare. Il tutto da disputarsi dentro il Yas Marina, costruito sull’isola di Yas poco ad est dal centro della città. Caratterizzato da due lunghissimi rettilinei, di cui uno che piega leggermente verso sinistra, inframezzati da una chicane, il resto del tracciato è un susseguirsi di curve a gomito tipiche dei circuiti cittadini. Conformazione sinceramente non molto esaltante ne per i piloti ne tanto meno per gli spettatori. Allevia il fattore noia una cornice decisamente sfavillante: il mastodontico Ferrari Word a pochi passi, un hotel illuminato a giorni costruito sopra la pista e la particolare atmosfera del tramonto, con il via alle 17 locali per poi chiudere di sera tra le bianche luci del moderno impianto di illuminazione. Qui sotto le info e gli orari del week-end, fortunatamente molto europei nonostante si corra in Medio-oriente. Le magie della tecnologia.

INFO
Lunghezza del circuito: 5,554 km
Giri da percorrere: 55
Distanza totale: 305,355 km
Numero di curve: 21
Senso di marcia: antiorario
Mescole Pirelli: soffici/medie

ORARI

Venerdì 2 Novembre
13:00-14:30 (10:00-11:30) Prove Libere 1
17:00-18:30 (14:00-15:30) Prove Libere 2

Sabato 3 Novembre
14:00-15:00 (11:00-12:00) Prove Libere 3
17:00-18:00 (14:00-15:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

Domenica 4 Novembre
17:00 (14:00) Gara – Rai Uno/Rai HD

Riccardo Cangini

Pubblicità