Ed eccolo il colpo di teatro, come in una avvincente trama scritta dai migliori sceneggiatori. Ci sono volute cinque ore di attesa (con tanto di cena nel mezzo), ma alla fine i giudici FIA si sono espressi riguardo il caso Vettel e quel quantitativo di carburante troppo risicato per superare i controlli. I tecnici della Red Bull avevo anche ordinato al pilota di fermare la monoposto in mezzo alla pista così da evitare la sanzione, ma neanche questo è servito. Il litro di carburante minimo per superare le verifiche dei commissari non vi era (il calcolo finale parla di 850 ml.) e, memori del caso Hamilton con la pole negata nel Gp di Spagna, ecco arrivare la fatidica penalità. Tempo della qualifica cancellato ed ultima casella dello schieramento di partenza da riempire.

Una notizia estremamente dolce per Fernando Alonso e la Ferrari. Non solo lo spagnolo partirà sesto ma potrà realmente recuperare in un colpo quei tredici punti che lo dividono dalla vetta della classifica piloti, per poi giocarsi il tutto per tutto negli ultimi due appuntamenti rimasti in calendario. Il campione del mondo in carica invece è costretto ad una gara tutta in attacco, dovendo per forza di cose correre ulteriori rischi così da raggiungere il più in fretta possibile la zona punti e contenere il recupero del rivale iridato. Non sarà questo episodio a decidere le sorti del campionato, ma di certo lo rende ancora più intrigante ed incerto. Domani gara praticamente imperdibile!

Riccardo Cangini 

2 COMMENTS

Comments are closed.