Pubblicità

In questi giorni Ross Brawn aveva rilasciato una intervista proprio al settimanale di casa nostra Autosprint in cui affermava che l’errore maggiore della Mercedes in quest’anno è stato di dedicare troppo tempo allo sviluppo del sistema di stallo delle ali che hanno usato senza successo dall’inizio dell’anno. Questo faceva presagire un cambio di rotta invece in Usa la Mercedes porta un ulteriore sviluppo di questa soluzione. Quello che anche i tecnici Lotus stavano sviluppando da tempo e come far stallare la parte inferiore dell’alettone posteriore il cui compito a di lavorare in simbiosi con il DRS dell’ala principale aumentando la penetrazione aerodinamica soprattutto in qualifica.

Dalle foto si vede molto chiaramente il tubo che dalla parte bassa del cofano motore che piega verso l’altro per stallare il flusso aria sull’ala inferiore. Si vedono anche chiaramente due fori per l’ingresso dell’aria anteriore sul muso e due protuberanze aggiuntive ai alti del airscope ai lati della testa del pilota. Non siamo ancora in grado di mostrare il percorso preciso dell’aria prima di influire sul flusso dell’alettone posteriore ma sicuramente vedremo gli eventuali miglioramenti già dalla qualifiche del Gran Premio di Austin.

Daniele Amore

Pubblicità