Pubblicità

Finale spettacolare e da brivido per il neo campione del  mondo turismo Robert Huff, nella gara di Macao è passato nell’arco di pochi minuti da sconfitto a vincitore per la prima volta in carriera del titolo mondiale turismo. Il pilota inglese infatti dopo aver messo la pole nella giornata di sabato doveva solo amministrare la corsa per potarsi a casa il titolo. Ma Huff non è sembrato domo come nell’indole del pilota da corsa ha tentato di strafare nel tentativo di portare a casa la vittoria finendo a muro nel corso del 4 giro, rimettendo in discussione tutta la corsa al titolo con Muller che vince davanti a Menù.

Nella gara due partito dalle retrovie Huff non poteva fare altro che raccogliere tutto il suo raziocinio e tentare di recuperare più posizioni possibili senza fare ulteriori guai. Alla fine grazie a che a due safety car risce senza avere problemi a raggiungere il secondo posto rendendo inutile la vittoria di Muller in gara uno conquistando il titolo di campione del mondo.

Ottimo il primo podio della nuova Honda Civic: Tiago Monteiro ha retto benissimo il passo delle Cruze sia in gara 1 che in gara 2, chiudendo con un terzo ed un quarto posto. Risultati che incoraggiano e  fanno sicuramente ben sperare la Casa giapponese e la Jas Motorsport in vista della stagione 2013. A  Macao era in palio poi anche il titolo riservato ai piloti Indipendenti. Norbert Michelisz, Pepe Oriola e Stefano d’Aste lasciano infatti la città asiatica con un doppio zero in classifica che lascia tutto invariato rispetto alla vigilia, consegnando la corona di campione all’ungherese della BMW.

Non bisogna dimenticare, infine, che dopo sette anni Gabriele Tarquini  lascia la Seat. L’italiano, che l’anno prossimo difenderà i colori della Honda, si è congedato ottenendo un bel quarto posto in gara 1, prima di essere costretto al ritiro nella seconda.

WTCC, Macao, 18/11/2012
Classifica gara 1
1. Yvan Muller – Chevrolet – 9 giri
2. Alain Menu – Chevrolet – +0″9
3. Tiago Monteiro – Honda – +1″2
4. Gabriele Tarquini – Seat – +1″9
5. Darryl O’Young – Chevrolet – +11″5
6. Tom Coronel – BMW – +55″1
7. Franz Engstler – BMW – +1’04″0
8. Fredy Barth – Seat – +1’09″730
9. Alex MacDowall – Chevrolet – +1’16″5
10. Tom Boardman – Seat – +1’22″1
11. Aleksei Dudukalo – Seat – +1’22″372
12. James Nash – Ford – +1’23″053
13. Tom Chilton – Ford – +1’25″822
14. Fernando Monje – Seat – +1’29″347
15. Andre Couto – Seat – +2’12″605
16. Henry Ho – BMW – +2’19″429
17. Jo Rosa Merzsei – BMW – +3’23″5
18. Filipe De Souza – Chevrolet – +2 giri
19. Celio Alves Dias – Chevrolet – +2 giri
20. Kei Cozzolino – BMW – +2 giri
21. Ka Lok Mak – BMW – +3 giri

WTCC, Macao, 18/11/2012
Classifica gara 2
1. Alain Menu – Chevrolet – 11 giri
2. Robert Huff – Chevrolet – +0″3
3. Yvan Muller – Chevrolet – +0″8
4. Tiago Monteiro – Honda – +9″0
5. Darryl O’Young – Chevrolet – +9″7
6. Franz Engstler – BMW – +10″1
7. Aleksei Dudukalo – Seat – +11″0
8. Fredy Barth – Seat – +11″3
9. Tom Boardman – Seat – +11″5
10. Fernando Monje – Seat – +11″9
11. Andre Couto – Seat – +12″4
12. James Nash – Ford – +20″4
13. Jo Rosa Merzsei – BMW – +20″8
14. Filipe De Souza – Chevrolet – +21″9
15. Celio Alves Dias – Chevrolet – +22″7
16. Ka Lok Mak – BMW – +24″7
17. Kin Veng Ng – Chevrolet – +25″589
18. Eurico De Jesus – Honda – +26″2

Daniele Amore

Pubblicità