Pubblicità

Come avevamo anticipato poco prima del GP di Valencia, Preziosi è staro rimosso dal suo incarico in Ducati Corse e sostituito da Bernhard Gobmeier, ex BMW,, che ora è il nuovo Direttore Generale Ducati Corse. Preziosi è stato spostato nel reparto Ricerca e Sviluppo della Ducati. Nel frattempo Paolo Ciabatti, ex coordinatore del Mondiale SBK, si occuperà del progetto Ducati MotoGP. Ecco il comunicato ufficiale:

Borgo Panigale (Bologna) 20 novembre 2012–  Ducati annuncia la nomina di Bernhard Gobmeier quale nuovo Direttore Generale Ducati Corse. Gobmeier vanta una significativa conoscenza nel mondo del motorsport, confermata anche dalla recente esperienza di Responsabile del progetto Superbike in BMW. Le capacità tecniche ed organizzative di questo cinquantatreenne manager tedesco creeranno le premesse per una nuova fase di sviluppo, in vista dei traguardi a cui Ducati ambisce dopo la recente acquisizione da parte del Gruppo Audi. Bernhard Gobmeier riporterà direttamente a Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding e, al proprio arrivo, potrà contare sull’esperienza e professionalità di Filippo Preziosi.

L’Ingegner Filippo Preziosi, già Direttore Generale Ducati Corse, è stato nominato Direttore Ricerca & Sviluppo Ducati Motor Holding, con riporto al Direttore Generale Ducati Motor Holding, Claudio Domenicali. Un ruolo prestigioso e strategico per il quarantaquattrenne italiano, che gli permetterà di mettere a frutto la grande esperienza maturata in diciotto anni in Ducati, di cui dodici in Ducati Corse, destinando il suo talento allo sviluppo delle moto di serie.
Paolo Ciabatti è stato nominato Direttore del Progetto MotoGP. Forte di una lunga e positiva esperienza nel mondo delle competizioni motociclistiche, il cinquantacinquenne manager italiano rientra a Borgo Panigale,  dopo un’esperienza di coordinamento del Campionato Mondiale Superbike dove ha rivestito la carica di  Direttore Generale.
Direttore del Progetto Superbike Ducati è stato confermato Ernesto Marinelli (trentanove anni, Ingegnere), che ricopre questo ruolo in azienda già da due stagioni.
Sia Ciabatti che Marinelli saranno coordinati da Bernhard Gobmeier. Le nuove nomine saranno operative a partire da gennaio 2013.
Con queste nomine, che seguono la definizione dei piloti 2013 sia in MotoGP che in SBK,” – ha commentato Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding – “possiamo affrontare con ottimismo la nuova stagione sportiva. Siamo fiduciosi che la rinnovata organizzazione ed un’ancora più focalizzata strategia, contribuiranno a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi, continuando a ritenere fondamentale il trasferimento di know-how dalle competizioni al prodotto, da sempre caratteristica distintiva e peculiare per ogni moto Ducati.
Pubblicità

101 COMMENTS

  1. Decisione un po’ più radicale di quel che ci si aspettava. Altro che “altra metà del guado”. Sti qui tornano indietro e vanno a prendere l’autostrada (mi scuso se la metafora è criptica, sto pensando ad un percorso fuoristrada che faccio spesso che passa appunto sotto l’autostrada e guada un fiume con il letto in cemento, ci si mette più o meno lo stesso tempo ad arrivare a destinazione che ad andare al casello e fare la strada diritta, ma vuoi mettere l'”avventura”? )

  2. Ciao a tutti, vorrei chiedere un’opinione spassionata:

    Gobmeier viene dalla BMW SBK, ha quasi vinto e tanti complimenti.

    L’augurio di cuore è che col suo arrivo, l’ossigeno di Audi e l’impegno con più serenità di Preziosi si possa arrivare a risultati migliori nel breve/medio termine.

    Ducati in SBK, senza aiuti da parte di terzi (denaro e ingegneri tedeschi) ha vinto 13 titoli piloti e 16 costruttori, Gobmeier non ha (al contrario di Preziosi e Ducati stessa) esperienza in MGP…

    Il problema Ducati è la MGP, non SBK, non può vincere tutti i campionati… Vedremo l’anno prossimo come va la 1199.

    Non mi permetto di discutere il valore di Gobmeier ma siamo sicuri che sia la persona giusta?

    Che otterrà quei risultati che tutti desiderano, ducatisti e non?

    Frequento altri 2 blog, in un altro ho letto che Audi è dispiaciuta che Rossi sia andato via e che… pensano di giocarsi il mondiale nel 2015…

    Non credo, aldilà delle preferenze personali, che Rossi possa essere competitivo ad alti livelli nel 2015 (37 anni) e il 2015 per Dovi, Spies, Iannone e Hayden… non sono lontani ma neanche tanto vicini… che sia pretattica?

    In un altro blog addirittura che la D16 nient’altro sia stata che un manichino in fase di studio per ripartire da una buona base nel 2013…

    Cosa pensate delle mie considerazioni?

    Sono un semplice appassionato e sportivo, magari per alcuni le mie possono sembrare grosse sparate a vanvera…

  3. Lyon: pur essendo tedesco, Gobmeier ha una visione abbastanza aperta delle cose (molto raro tra i teutonici) e credo sia un uomo capace.
    Lui non avrà la responsabilità anche di progettare, ma di organizzare.
    Preziosi faceva entrambe le cose, e forse non era un bene.

    Oltre ad audi anche gli sponsor non erano contenti di aver perso Rossi, perché è mediaticamente pesante oltre ad essere un gran pilota. Il problema stava nell’entourage che a quanto pare era “di troppo”.

    che la D16 fosse un manichino ne dubito, o meglio, è sbagliato perché gli sviluppi si fanno sul materiale che si ha. Quindi o continuano a sviluppare quello che hanno, oppure rifanno da zero tutto e a quel punto la D16 di adesso va cestinata…

  4. lyon66 tutte sono state moto manichino anche se la maggior parte li considerava prototipi.. con audi le cose sarebbero cambiate, altre teste sarebbero dovute saltare ma nn quello di preziosi

  5. Mi sembra che l’ing Preziosi vada a fare quello che sa fare meglio cioe’ la ricerca e sviluppo cosi’ avra’ piu’ tmepo per fare delle cose valide sneza l’ affanno di seguire anche la pista. Non lo hanno messo da parte gli hanno dato in mano la parte piu’ importante di un’ azienda che rappresanta il suo futuro.

    Capisco che in Italia la ricerca e sviluppo sono considerate pochezze ma in germania sono di parere diverso e fanno bene.

  6. bel comunicato da parte di ducati,ma “la firma” sul progetto delle future d16 chi ce la mette?da qui si capisce che preziosi passa all’ r&d per la serie,dubito che continuerà a progettare le future motogp.non ci hanno spiegato il punto chiave!

  7. Stanno mettendo a punto l’equipaggio della “canoa” in perfetto stile italico….

    “C’era una volta una squadra italiana di canoa…

    Una società italiana Ducati e una giapponese decisero di sfidarsi in una gara di canoa con equipaggio ad 8 uomini. Entrambe le squadre si allenarono e quando arrivò il giorno della gara ciascuna era al meglio della forma, ma i giapponesi vinsero con un vantaggio di un chilometro.

    Dopo la sconfitta il morale della squadra era a terra. Il Top management decise che si sarebbe dovuto vincere l’anno successivo e mise in piedi un gruppo di progetto per investigare il problema. Il gruppo di progetto scoprì, dopo molte analisi, che i giapponesi avevano sette uomini ai remi e uno che comandava, mentre la squadra italiana aveva un uomo che remava e sette che comandavano.

    In questa situazione di crisi il Top management dette una chiara prova di capacità gestionale: ingaggiò immediatamente una società di consulenza per investigare la struttura della squadra italiana. Dopo molti mesi di duro lavoro, gli esperti giunsero alla conclusione che nella squadra c’erano troppe persone a comandare e troppo poche a remare. Con il supporto della relazione degli esperti fu deciso di cambiare immediatamente la struttura della squadra. Ora ci sarebbero stati quattro comandanti, due supervisori ed uno ai remi. Inoltre si introdussero una serie di punti per motivare il rematore: “dobbiamo ampliare il suo ambito lavorativo e dargli più responsabilità”. L’anno dopo i giapponesi si aggiudicarono la sfida con un vantaggio di due chilometri.

    La società italiana licenziò immediatamente il rematore a causa degli scarsi risultati ottenuti sul lavoro, ma nonostante ciò pagò un bonus al gruppo di comando per il grande impegno profuso. La società di consulenza preparò una nuova analisi, dove dimostrò che era stata scelta la giusta tattica e che anche la motivazione era buona, ma che il materiale impiegato doveva essere migliorato. Al momento la società italiana è impegnata a progettare una nuova canoa allungata per alloggiare altri supervisori ecc.”

  8. Raga a me la cosa non è chiara.
    Riporto dall’articolo in relazione alla figura di Preziosi:“destinando il suo talento allo sviluppo delle moto di serie”
    NON parla delle DERIVATE dalla serie, ma solo DELLE moto di serie.
    Quindi nemmeno della SBK si occuperà?
    E comunque chi la progetterà la D16 in MotoGP? Di certo non più rossi e Burgess, sono tornati in Yamaha 😀 😀 😀

  9. Be avendo visto da dentro i tempi di progettazione/realizzazione prototipo dico che la GP2013 ha la firma di Preziosi perché se non fossero rimasti che dettagli da definire, la moto non prenderebbe vita prima dei test di gennaio. Semmai la questione è chi firmerà la 2014. Per Lyon due anni sembrano pochi ma guarda quanto ci ha messo BMW per diventare competitiva in SBK che, se permetti, non è comunque la motogp. A mio avviso definire la moto di quest’anno un manichino o comunque un oggetto in metamorfosi non è sbagliato del tutto. Dipende dai punti di vista. Se consideri che fino a un anno fa la Ducati non aveva un telaio, poi ha fatto una prova che è diventata moto x privati e ha convissuto con un secondo tentativo nella dichiarata intenzione di confrontare i dati, la cosa non appare tanto strana.C’è anche da dire che si è parlato durante tutto l’anno di una grossa quantità di modifiche che sarebbero dovute arrivare ma che alla fine si sono rivelate il classico topolino partorito dalla montagna. Forse l’arrivo di Audi ha fermato il flusso, prima per la necessità di congelare i conti, poi perché la nuova proprietà avrà come comprensibile detto: prima di spendere altri soldi fatemi capire che succede.

    Maxrd, è bellissimissima!! 🙂

  10. Grazie a tutti per le risposte 🙂

    Su Audi ho letto anch’io più d’un articolo in cui si sospettava che il mancato sviluppo 2012 fosse in gran parte merito dei tedeschi che, prima di firmare per l’acquisto, hanno bloccato le uscite di denaro (investimenti) per controllare debiti/crediti ed entrate/uscite.

    Da un lato spererei che fosse così veramente…, vorrebbe dire che da domani si parte a testa bassa per rendere competitiva la GP13.

    Speriamo…

    Bellissima veramente la storia delle canoe e degli italiani, riflette molte realtà 😉

  11. Mi rimane ancora un dubbio irrisolto…

    Tutti gli articoli confermano che Preziosi, grazie alla sua grande esperienza, si dedicherà alle moto di serie…

    SBK e MGP, quindi, nisba…

    La GP13 a sto punto chi la fa?

    Gobmeier e Ciabatti?

    Da zero o sulle basi di Preziosi?

  12. Per me chiunque si prenda la responsabilità del progetto della D16, deve farsi venire una bella idea, perché per il momento la possibilità per Dovizioso o Hayden di battere Pedrosa su quel bolide, o Lorenzo e Rossi sull’altra freccia la vedo un pochino remota. Già tornare a distacchi sotto i 10 secondi sarebbe bene, figuriamoci per gli ultimi decimini quanto devono sudare.

    Il fatto che riassettino un pochino l’organizzazione dei vari reparti e senz’altro un bene, ma probabilmente dovranno cominciare a lavorare in maniera più ortodossa e capire dove ancora ci si può raffinare in futuro.

    Resta il fatto che la moto, credo, dovrà cambiare verso direzioni che negli ultimi quattro anni non si era ancora avuto il coraggio di prendere. I ducatisti se ne faranno una ragione se vincono.

  13. Credo, e dico credo, che in Ducati la Audi stia innestando ingegneri nuovi, provenienti da esperienze diverse che avranno il compito di mettere in equilibrio la D16.
    A far bene tutto il gruppo di lavoro dovrebbe rispondere a Ciabatti che a sua volta rende conto a Gobmeier.
    Guareschi credo serva a poco ormai, potrebbe fare la termocoperta umana visto il basettame

  14. Ciao a tutti, forse è fantascienza ma ho appena letto su un blog che ritengo abbastanza attendibile (non so se posso citarlo, quindi non lo faccio per correttezza) che forse, e dico forse, girano disegni di motori tedeschi… e, sempre forse… Preziosi l’avrebbero messo in ferie forzate per due mesi…

    Mi sa che in Via Cavalieri Ducati ci sia aria di tempesta se le cose stanno così…

  15. i risultati sono stati modesti a parte la parentesi con Stoner un “Mito” il motore più incazzato Ducati va più piano che la concorrenza, il forcellone in carbonio è stato abbandonato, il telaio portante ha un baricentro più posteriore che anteriore e di conseguenza la maggior parte dei piloti non guida la moto,mi spiace ma la realtà dei fatti dice che l’ingegner Preziosi con tutte quelle responsabilità abbia fatto flop….un cambio era doveroso,prossimo anno?ritrovar la filosofia Ducati innovazione quella che la fatta vincere per tanti anni in tutte le categorie….poi che sia motore Audi o Ducati poco importa le fusioni sono fatte per imparare e passarsi i segreti…..

  16. nn mi risultata che la panigale abbia il baricentro più posteriore, forse perchè il superquadro è molto compatto e ha permesso di ottimizzare la disposizione dei componenti nella progettazione. nel periodo con valentino il motore si è cercato di metterlo più in avanti e in questa gp12 la strada finale questo avrebbe portato con un motore apposito, solo che nn arrivò.
    lyon66 sui motori per realizzarsi quello che riporti significa mettere da parte la distribuzione desmodromica, con i vari componenenti nn credo sia possibile farlo diventare una v di 70 o 75°

  17. Ma buttare il progetto D16 e rifarne uno nuovo partendo da zero e inserendo un motore nuovo … a meno che non chiedano aiuto alla Honda ho dei dubbi che facciano qualche cosa prima del 2014. Probabilmente tireranno a campare con la D16 attuale, poi una volta congelate le regole per il 2014 magari se ne escono con un motore nuovo per la GP economica appunto del 2014.

  18. in un sito straniero leggevo che la malboro stia perdendo la calma e che potrebbe decidere di non continuare e quindi audi rischierebbe di dover mettere mano al portoglio e quindi in prima persona, e sarebbe un costo elevato.
    Gobmeier doveva occuparsi di un futuro progetto bmw in moto gp, solo che nn se ne fece niente.
    io credo che altre cose in ducati cambieranno, e le scelte moto gp sul campo motoristico subiranno cambiamenti

  19. potrebbero fare dei tentativi per fare un motore v strettao fronte marcia ma se i risultati nn saranno promettenti di certo non ci penseranno due volte a varare il motore a valvole pneumatiche.

  20. ALFA86 se cambiano motore adesso si sognano il 2013, che il maggior sponsor stia perdendo le staffe non é un caso ne una novitá , dopo aver sborsato decine di milioni e perso Valentino Rossi non sono contenti per nulla anche perché VR lo pagavano loro e alla Ducati passavano appunto decine di milioni per il progetto che non progrediva.

    E se il munifico sponsor seguisse VR in Yamaha ?????

  21. ALFA86 potrebbe esserci una possibilitá nel rifare il motore in ottica 2014 e tirarlo fuori verso metá 2013, prima ho dei dubbi che ci riescano.

    Oltretutto seguendo quanto pare faccia la Honda con il nuovo motore progetto 2014 per le MotoGP economiche, torna alle molle per le valvole, la Audi-Ductai potrebbbe benissimo avvantaggiarsi del desmodromico.

  22. Aseb dello sponsor sono girate tante voci e smentite, e potrebbe anche accadere che magari torna in yamaha dopo anni.
    per quanto riguarda il 2013 aseb mantendendo lo schema a l di 90 ° potrebbero fare un motore che abbia le stesse dimensioni di quello della panigale ?

  23. Boh non la capisco come cosa.
    Articoli come:”le ragioni dell’Ing. Preziosi” e tutti quelli sul motore portante e sul carbonio…. Discussioni sul fatto che in realtà Ducati aveva rifatto il telaio più volte, fatte diverse modifiche, cambiato materiali e tecnologie; ma che le soluzioni ai suoi mali già ce le avevano in casa (espressione che spesso Federico ha sottolineato per far capire che quelle cose andavano sviluppate e non accantonate).

    Oggi leggo che Preziosi è giusto che venga declassato, che non aveva così tante idee geniali, che ha toppato, etc etc etc

    O una o l’altra, o erano idee malsane già all’epoca o paga in realtà la maledizione mediatica che gli è caduta addosso dal 2010.

    Rimango dell’idea che Preziosi sia un grande, che non ha avuto modo per poter fare quello che poteva/voleva, che si è trovato a dover fare ruoli che esulavano quello del progettista, con un Guareschi figura inutile che non lo proteggeva dalla stampa/media come Suppo.
    Ricordo le parole di Stoner che ne decanta le qualità dicendo che se avessero avuto all’epoca il budget che hanno avuto in questi ultimi due anni avrebbero potuto fare grandi cose.
    Quando il budget c’è stato, non ci sono stati i modi per poterlo fare perché gli hanno remato contro da tutte le parti.

    Arriveranno i tedeschi, faranno una BMW? Certo li abbiamo visti, miliardi di euro per una moto che senza gli Italiani consumava solo gomme e poteva andare solo sul dritto.
    Ok qui gli Italiani ci sono, dipende però da quale libertà avranno o se verranno messi a portare il caffè agli ing tedeschi.

    Grazie DelTorchio, come il tuo degno compare Tronchetti, siete riusciti ad: affondare, svendere, sfigurare, smerdare grandi società.
    Avete trasformato un marchio di motociclette in un marchio per profumi, portatili, magliettine e poster.

    Tanto non è manco più Italiana, spero affondi e che Preziosi possa andare a lavorare con qualcuno che gli dia i giusti meriti.

  24. In ogni caso se è vero che è in ballo tutta questa rivoluzione, tornano in ballo i tempi prospettati ieri da Lyon e suggeriti da Audi. Prima dle 2015 inutile aspettarsi grandi exploit. Credo che anche Preziosi, anche se non l’ha mai detto chiaramente fosse ben conscio del fatto che con la confusione che c’è stata negli ultimi anni, da quando c’è il monogomma e annessi, prima di 3-4 ani non ne sarebbero venuti fuori. Mi viene in mente quando da ragazzino mi mettevo in testa di mettere in ordine la soffitta. Solo per smuovere tutto quello che c’era ammucchiato impiegavo due giorni, poi se tutto andava bene ci voleva una settimana per dare una parvenza di ordine.
    E se fosse stato lo stesso Preziosi a chiedere di essere spostato in altro ruolo? In una situazione di caos aziendale io lo feci, per “togliermi un po’ dai casini” e starmene un po’ più in pace. Ci sono tecnici che si adattano a fare i manager (e fanno carriera, spesso accettando i compromessi collegati), altri rimangono fedeli alla loro “vocazione”.

  25. un motore dalle dimensione del superqaudro permetterebbe una migliore progettazione e sicuramente nn si avrebbe il sottosterzo, dalla panigale molti spunti vanno tenuti in considerazione

  26. Aseb, se Honda sta seriamente facendo un motore a valvole meccaniche, o hanno trovato delle molle con materiale nuovo che funziona benissimo oppure se lo fanno è perché sann di certo che il regime di giri sarà limitato in un futuro prossimo in modo da non essere penalizzati rispetto alle molle pneumatiche o al desmo (se non dal punto di vista del consumo, non da quello dell’affidabilità e della dinamica dell’alzata valvole.

  27. Jigen non te la prendere più di tanto, al di là di tutta l’enfasi e la retorica che ci giara attorno, ricordati che è sempre una questione di business. Questo viene pompato con la scusa della passione, ma sotto sotto ogni azienda di un certo spessore serve a fare soldi. Federico non ha ancora espresso il suo parere in merito a quanto sta accadendo, immagino gli girino le balle come a te. Però ripudiare la Ducati perché ha tradito qualche ideale la vedo una ingenuità sulla quale gli uomini del marketing giocano alla grande. In una azienda si fanno delle valutazioni giocando le proprie scelte in base ai diversi fattori in campo. Il più importante è che se l’amministratore alla fine dell’anno non fa quadrare i conti in qualche modo viene mandato via a calci nel sedere. Poi c’è tutto il resto compreso quello che se le difficoltà si prolungano, si va tutti a casa. Ora dal reparto corse l’unica voce che è uscita in questi ultimi anni, compreso quando c’era ancora Stoner, è stiamo facendo il massimo per il nostro pilota, abbiamo dei problemi e non sappiamo di preciso da cosa dipenda. Tu ti fideresti di un meccanico cui hai affidato la tua moto per una controllata generale, che ti dicesse così o n cercheresti un altro?

  28. Alfa tu poni questioni basilari cui credo che attualmente anche all’interno di Ducati non ci sia una risposta univoca ma diversi pareri contrastanti. Sicuramente partire da zero con un progetto completamente nuovo non è una cosa da poco che porta risultati certi in breve tempo, a meno che non si prenda in blocco un team di progettazione (ma anche di realizzazione) già vincente. Le idee che sulla carta vanno subito bene, all’atto pratico incontrano una miriade di difficoltà impreviste e imprevedibili, per cui se non si ha l’esperienza si perde un sacco di tempo e di soldi. Io penso che cercheranno di evolvere quello che hanno in base alle loro esperienze cambiando strada in modo radicale solo se ne vedranno l’effettiva necessità.

  29. MW una società vero non è una onlus, il suo scopo è fare soldi.
    Una società in perdita che attinge ai fondi dello stato, che deve svendersi ad altre società e che mantiene i suoi dirigenti, io la chiamo Ducati o Telecom.
    Prendiamo un esempio che può essere paragonato al brand Ducati: la Apple ha un fatturato che se volesse potrebbe comprarsi: Google, Yahoo, Faccialibro etc.
    Se tradisci il brand fallisci. Come se Ferrari cominciasse a correre con una livrea verde pistacchio a pois lilla.
    La gente compra un brand, un’idea, uno stile, che rendono i tuoi veicoli unici, vedi MV. Se no comprerebbe una giappo, un pc acer, un cellulare LG. Se li tradisci cadi in un territorio dove non hai speranze, perché vieni schiacciato da prodotti di fascia più bassa che danno di più a meno.
    Se il desmo è troppo grosso (ma Aseb ci ha sempre detto di no) se la L è sbagliata (ma gli articoli di Federico ci dicono di no e sembra che anche Honda usi una L) non trovo sbagliato che li si cambi, ma se non lo si fa per via del brand e poi te la prendi con i progettisti, vale la vecchia regola che il pesce puzza sempre dalla testa solo che in Ducati, la testa è stata quella di Preziosi.
    Con Suppo, lo schifo mediatico ci sarebbe stato? Si ci avrebbero provato ma sai le risposte che avrebbero ottenuto? Invece abbiamo avuto un Guareschi che non solo non difendeva la squadra intera, ma rideva pure (amaramente) perché non poteva mettere in evidenza (a mio avviso) che magari invece di rompere le balle sul carbonio e sul portante, i piloti dovevano fare quello per cui sono pagati: correre e dare il loro meglio per quello che offre la moto, la moto non la comprano, vieni pagato per usarla, se corri solo per te stesso, vai da Honda e ti compri una HRC ufficiale e allora se quelal non va puoi anche sputargli, ma se ti pago per dare il tuo massimo con la mia di moto il discorso cambia.
    Se volevano conduttori da trasmissione popolare americana, avrebbero dovuto prendere Jack Black non un pilota.

    Oggi paga Preziosi.
    Domani se con una BMW a cerchi olimpici avremo una Ducati che in due anni non si muove da li, sarà ancora colpa di Preziosi?
    Se si muoveranno certo, tutti a dire bravi, ma rimarrò anche in maniera talebana dell’idea che Filippo ha pagato per gli errori di marketing del managment.
    Colui che con ancora Stoner come pilota, alla presentazione della squadra per la nuova stagione, già diceva che gli sarebbe piaciuto avere Rossi come pilota, che quando Stoner stette male cercò altri piloti, ma quando i fenomeni hanno toppato clamorosamente, ha dovuto per forza scaricare le colpe sugli altri pur di non dire che aveva fatto una gran cagata a prendere un marchio (con tutto il suo arem) invee che un pilota.

  30. Jigen: il discorso sulla bontà delle idee di Preziosi non è stato messo in discussione da me o da Federico, anzi.
    Preziosi da noi è sempre stato difeso, ma per l’azienda è lui il responsabile.
    I perché di questo fallimento non credo salteranno mai fuori, anche se qualche pezzo grosso di Ducati dovesse andarsene dall’azienda sarebbe vincolato a vita dal silenzio per la non divulgazione di segreti aziendali.

    Secondo me la ducati sbagliò sin da principio a rinunciare al motore portante, e sarebbe dovuta rimanere al carbonio.
    Va rivista la geometria, i materiali contano meno…..

    Sfortunatamente Preziosi paga per tutti, e se devo dirla tutta però, dal punto di vista aziendale non fa una piega perché in un modo che si rispetti, chi è a capo di un progetto deve pagare per primo il fallimento di esso.

    Spero riescano a capire gli errori che hanno fatto, altrimenti sarà un altro buco nell’acqua

  31. Sme io come molti qui, lavoriamo in Team.
    Se vengo messo a capo di un progetto, ma devo lavorare secondo gli standard o le idee di chi comanda la baracca nonostante le mie avvertenze sui pericoli, non puoi darmi la colpa.
    In Italia invece succede proprio così: scarica barile e colpa al front-end.
    C’era un simpatico flow-chart che girava nell’ambiente che diceva:
    C’è un arrore ->
    colpa tua? -> No -> ok fine
    -> Si -> Puoi scaricare la colpa su qualcun altro?

    C’è qualcosa che non va sul back-end? Tutti danno la colpa al front-end che non funziona non capendo che quello dipende dal back-end, ma è lui che additano.
    Questo nel mio lavoro capita spesso, se ci sono problemi sui server gli ignoranti dicono che la pagina web non funziona, gli esperti capiscono che qualcuno ha fatto la m….ta sul server.

    Se Preziosi negli anni di Stoner l’unica cosa che ha potuto fare con i soldi a disposizione, furono le alette della vergogna e negli anni di Rossi si è dovuto genuflettere ai media, la colpa è ovviamente di Preziosi non del genio del male che ha creato tutta questa cosa. Però preziosi ora si dedicherà al moto stradali (non si parla da nessuna parte di SBK, ma di moto di serie) il grande capo invece al suo posto.
    L’unica cosa buona è che non vedremo più la sua faccia in giro per i box con il giubbettino fashion di pelle con il marchio Ducati. Ancora non hanno prodotto mutande e calzini con il logo? Strano!!!

    Meno male che ho potuto fare una foto a Borgo Panigale, prima che diventasse una fabbrica di crauti e birre puzzose (le birre buone sono quelle belghe).

    Dispiace per Nicky e Dovi, (pure qui: Pirro farà il collaudatore, Petrucci su una CRT, ma il raccomandato da media…set avrà una sella ufficiale) spero che la Krukucati vada a cogliere la cicoria, si sono dimostrati buoni solo per quello.

  32. Una domanda tralasciando, per un attimo, le responsabilità di piloti e persone:

    qualche mese fa lessi che Audi, prima di firmare per il passaggio di proprietà, i famosi € 830 mln. abbia detto: fermi tutti, finchè non abbiamo controllato i numeri non si muove un euro.

    Commercialmente non fa una piega, lo farebbe chiunque anche con una posta in gioco di € 50000.

    secondariamente, ma non meno importante e senza togliere colpe e responsabilità a nessuno… la GP12 quest’anno era una moto congelata.

    Voi della responsabilità Audi nello sviluppo di quest’anno ne avete sentito parlare?

  33. LYON66 non appena l’Audi entró in Ducati ci fu un comunicato che diceva che avevano pompato 170 milioni, sopratutto per la parte di sviluppo , quindi Panigale e MotoGP. Preziosi disse anche che aveva potuto ottenre dei sistemi moderni di porgettazione che fino a quel momento non aveva, per cui perdeva piú tempo del dovuto.

    MWINANI un motore del tipo MotoGP a molle prende benissimo 18.500-19.000 giri senza fare una piega, non svalvola per nulla anche perché se tocchi le valvole con un pistone le molle c’entrano meno, in genere é colpa delle bielle che si allungano girando a quei regimi, ma dato che sono motori ultra corti le bielle permettono di girare facilmente a quei regimi con le molle … lo disse anche Fursawa sui loro 1000 a molle pria di passare al pneumatico (2008) avevano anche valutato un desmodromico (2006-2007)ed appunto poi decisero per il pneumatico . Il limite caso mai é dato da sviluppi futuri che pare che i motori pneumatici abbiano rispetto le molle.

    Oltretutto i giri su queste cilindrate unitare relativamente piccole, sono in funzione della fluidica di riempimento, se supera la velocita’ del suono cede potenza di colpo, sempre parlando di giri dalle parti dei 18.000-20.000.

  34. Aseb io avevo letto che il limite, stando i vincoli regolamentari attuali per cui un motore deve sopravvivere per 2000 km, erano attorno ai 16.000 giri o poco più. Se poi per le motogp “economiche” tipo le Honda clienti di prossima produzione si potranno cambiare i motori più spesso …. allora è un’altro discorso. Più che di svalvolamento comunque io ho sempre sentito parlare di sfarfallamento delle valvole, ovvero per motivi dinamici il sistema o le molle entravano in risonanza e le valvole non chiudono subito perfettamente. Un altro piccolo limite delle molle agli alti regimi è quello che in caso di camme col diagramma di chiusura moto spinto la l’accelerazione della valvola in rientro non è garantita dalla forza della molla a meno di usare molle molto molto rigide che assorbono un sacco di potenza, mentre il desmo (e a quanto ho capito le molle pneumatiche più evolute) riesce a fare. Altrimenti se le molle funzionano bene fino a 20000 giri o quasi, a che serve il desmo?????? 🙂

  35. Jigen mia moglie va matta per la birra Bavarese 🙂 e questi giorni, mentre andavo in bagno mi leggevo il resoconto di un giornalista che provando una A6 è andato a visitare la fabbrica a Ingolstadt e la zona circostante ricchissima di storia, cultura e bellezze ambientali (la foresta nera coi suoi castelli, “schloss”, e la romantische strasse sono spettacolari). Devo dire che uscivo da bagno molto soddisfatto. La prendi troppo sul personale. Guarda che Preziosi potrebbe essere il primo ad essere contento di questo nuovo ruolo lontano da una posizione scomoda che forse non ama. Magari come spesso succede in questi casi, oltre alla “promozione” gli hanno dato anche un congruo aumento di stipendio. Poi rileggiti il commento di Smeriglio. Chi era il responsabile di tutta Ducati corse? Nel paragone che facevi tu, se uno è responsabile della del buon funzionamento di un sito, è importante che il problema sia sulle pagine html o sul server o conta solo che il sito si vede di cacca? Se poi le “colpe” non sono tue e tu ne sei sicuro,fai come fece Borghi tanti anni fa: prendi e te ne vai a fare l’amministratore delegato della Same. Per me esistono due possibilità in questi casi: o accetti che ti va bene tutto, oppure prendi e te ne vai. Lui a scelto di restare a quelle condizioni. A questo punto il motivo era, a scelta: o ti va bene com’è oppure non sei convinto di poter fare del meglio altrove. Io prima di arrabbiarmi e sputare sentenze comunque chiederei a Preziosi se si sente punito o promosso. Secondo me la sua risposta sarebbe interessante. E’ ovvio che per qualcuno che ha fatto un’icona di un marchio e di uno “sport” questa può essere una retrocessione, ma lo stesso Stoner dimostra che la vita è fatta di tante cose e questa può esserne una componente con un ruolo che va dall’importante all’insignificante.

  36. MW riflettendoci hai ragione. Come letto altrove, Preziosi avrebbe dovuto alzare la voce all’epoca, ora non c’è più molto da fare.

    PS un luogo che ad Agosto fa un festival della birra fantastico è Bamberga, 200km a nord di Monaco di Baviera (da Norimberga sono 60km circa).
    Ci sono solo masti birrai li, fanno quel tot di birra artigianale l’anno e stop. Portaci la mogliettina la prossima estate, potrete bere anche la birra speziata, viene tenuta in fusti di rovere e fatta uscire senza gas.
    In bassa Baviera, consiglio Murnau; c’è un Gasthof con sotto il birrificio.
    A nord di Murnao (40km circa) c’è Andechs con il monastero dei frati, fanno la nota ed omonima birra Andechs e lo stinco di maiale da 1kg…..
    Giuro che queste cose le so solo per sentito dire 😀 😀 😀 😀

  37. MWINANI quando la Ferrari disegnó il primo motore MotoGP 1000 per la Ducati, dissero subito di farlo a valvole pneumatiche ma aimé per motivi di immagine la Ducati lo volle desmodromico, a parte questo non vedo altri motivi di farlo desmodromico.

    Sucessivamente Fursawa disse che con le molle non esistevano porblemi di rientro delle valvole in sede, ma passarono al pneumatico in quanto affermó che era piú evolutivo … sul discorso che fai dell’energia che servirebbe a spingere giú le valvole con molle durissime é un problema fittizzio in quando esiste la legge di restitutzione dell’energia in fisica quindi quando tornano su restituiscono quello che si sono prese per andare giú ….

  38. Si però gli attriti sono proporzionali ai carichi è vero che da quelle parti l’olio abbonda però… anche i supporti di banco tendono a farne pochi e di diametro limitato a scapito di qualche flessione dell’albero, o no? In ogni caso ci va un maggior dimensionamento di diverse cosine. E’ vero che anche il desmo ha i suoi difetti. A questo punto bisogna ragionare con numeri alla mano.

    In ogni caso ho provato a immaginare il processo decisionale in casa VW brand Ducati: c’è un consiglio d’amministrazione “maximo” che ha deciso di prendere la Ducati e a cosa gli serviva. A questo punto devono decidere cosa farci. Allora i capoccioni tedeschi decidono come fare e dopo aver senti a lungo i responsabili Italiani decidono come e con chi: se le persone sono adatte e se la sentono di perseguire quelli che sono i dettami della nuova direzione. Ps lo sapete cosa fa adesso Bonomi? E perché ha venduto la Ducati? Io l’ho imparato guardando la puntata di Report di domenica sera. Se volete vi do il link comunque su rai tv si trova facile. Quello che non è detto si immagina, è comunque un punto di vista nuovo..

  39. Salve, x la ducati aspetto il 2013/14 x vedere di chi è stata la colpa, ma intervengo xkè leggo delle minchiate, la birra Belga è meglio di una Erdinger BIANCA ??? CHE SACRILEGIO.

    POI leggere che Ingolstat si trova nella foresta nera?? E COME DIRE CHE IL SUD TIROLO E VICINO AL LAZIO.

    nei motori e nei telai siete forti e preparati non c’è dubbio ma x il resto dico,HUBEN, HUBEN, HUBEN,.

    complimenti @ max x la storia della canoa, orripilante!!!!!!

  40. Terra ho scritto facendo un po’ troppa sintesi, ma Ingolstad non è a meno di 100 km da Monaco (si ho controllato per essere sicuro di non scrivere boiate!:-) ).
    Da li ad arrivare alla foresta nera non c’è poi tutta questa distanza. Sono un paio d’ore verso ovest. L’ho sfiorata una volta andando al salone di Colonia. Insomma dai non sono stato così preciso ma la mia idea era dire che il sud della Germania non è poi così tremendo, ho uno zio che abita vicino ad Ausburg e freddo a parte l’ho trovato insoddisfatto.
    Per i gusti della birra …. si tratta di gusti, come dice la parola 🙂

  41. Per chi non lo sapesse Erdinger weissbier viene prodotta dal birrificio privato di Erding, vicino Monaco da Baviera. ha un aroma non troppo intenso di frumento e un leggero sapore fruttato, assieme al tipico leggero gusto di banana delle weiss puó piacere ma puó anche non piacere é una birra leggera e relativamente dolce.

  42. Aggiungo é una birra principlamente derivata dal frumento ad alta fermentazione e basso grado alcolico (5,5 % in genere) non é bianca anzi sul bruno chiaro opaco.

    Chi beve birre di derivazione orzo e luppolo la trova decisamente dolce da qui la preferenza per le birre Belghe o le Olandesi selezionate del tipo Lager scure, birre Bock e altre realizzate secondo ricette di antichi monasteri.

    Oggi anche in Olanda cominciano ad apprire le birre in stile weiss quindi piú tedesche basta ordinare una Snewvitze al bar spesso preferita dalle ragazze e dagli omosessuali …

  43. giusto per precisare,ho parlato della Erdinger xkè la fabbrica è vicino a Ingolstat e xke non c’è di meglio con una saporitissima
    sauerkraut, ma avrei potuto nominare la Paulaner, la Warsteiner? LA Kronbacher e altro, ma è vero che i gusti son personali è come x i piloti bisogna rispettarli.
    MW ciao, è vero che tutte le strade portano a Roma ma 400 km di distanza non son pochi.
    ciao a tutti e buona serata io ora vado a bere una Corona, xkè qui birre tedesche non se ne vedono 😆 :lol

  44. buona sera stabilimento GM.
    e buona sera al mio amico terrasanta.

    allora,centra niente con l’articolo,ma visto che come sempre si passa di pala in frasca,vi annuncio ufficialmente x chi nn lo sapesse che il 2 dicembre a latina x la gara di motard dedicata alla memoria del nostro sic,parteciperà anche valentino rossi.
    detta cosi nn è che sia ste gran notiziona,ma se ci aggiungi che un altro dei partecipanti si chiama massimiliano biaggi,be scusate ma io come minimo mi aspetto la diretta MONDIALE DELLA GARA A RETI UNIFICATE e un giorno di ferie obligatorio x tutta la popolazione mondiale x poter seguire l’attesissimo evento.

  45. Terra io adoro la Paulaner e la weiss rossa della Franziskaner, ma paragonarle alle Belghe è eresia. Una Boucanier una Duvel, le St Bernardu, la Leffe, la Lucifer etc… (fra le poche che conosco Belghe, ce ne sono troppe) o le varie artigianali prodotte a Bamberga sono di un altro pianeta.
    Come passare da una Bandit 600 ad una R1 a carburatori: difficile, rognosa, non per tutti, ma poi ti da gran soddisfazioni.

  46. Samba a Latina ci saranno un casino di gran piloti non solo Max.
    Ci saranno anche Dovizioso, Pasini, Iannone, Rossi, Pirro, Giuliano, Petrucci, Corsi etc etc etc

    PS ma avete letto del ritorno di MV in SS con Luca Scassa su MV F3?
    Dovrebbe tornare anche la Triunph se non ho letto male.

  47. jigen.

    davvero ci sono altri piloti??????
    ma nn cera bisogno di scomodarli,x riempire l’autodromo e far avere risonanza all’evento basta solo il fatto che rossi e biaggi corrano nella stessa gara……….

  48. Tutta roba amara Jigen 🙂
    Terra hai ragione. Ho identificato la Via Romantica con la foresta nera. Ho letto qualche reportage ma pur interessandomi la zona non sono mai riuscito a visitarla. Invece a Fussen ci sono stato ed è l’inizio della Romantischestrasse e si trova pure vicino a Monaco. Invece la foresta nera che immaginavo più estesa è proprio nell’angolino tra Svizzera e Francia a 330 km da Monaco (le due ore che dicevo prima 🙂 perché la strada è storta). Però il Tirolo dal Lazio è il doppio eh 😉

  49. Samba per i biglietti come funziona? Ci vorrei portare mio nipote.
    Sai com’è il programma? A che ora sono le corse, il luogo (la via) etc?

  50. jigen.

    L PROGRAMMA DEI DUE GIORNI: Il sabato sono previste prove libere dalle ore 12, con spettacoli di Freestyle con Ciccio White, Drifting con Loris Capirossi, show con Didi Bizzarro e sessione autografi. Altre prove libere e prove di qualifica per All Stars e Super Riders dalle ore 11,50 in poi.
    La domenica warm up e gare dalle ore 9,00 per i due gruppi: All Stars con i big del motociclismo e Super Riders con tutti gli altri con le varie fasi che ci porteranno a conoscere i protagonisti assoluti di questa prima edizione del Sic Supermoto Day.

    COME RAGGIUNGERE IL CIRCUITO INTERNAZIONALE IL SAGITTARIO
    Via Pontina, 338 – Km 81.300 – 04010 Latina

    Provenienza Firenze A1:

    All’uscita Roma Nord prendere il Grande Raccordo Anulare direzione Ciampino con uscita 26 blu per Latina – Pomezia. Alla finne delle 4 corsie prendere direzione Napoli.

    Provenienza Napoli A1:

    All’uscita Frosinone prendere la Monti Lepini e arrivare a Ceriara di Sezze, quindi girare a sinistra direzione Pontinia e raggiungere la S.S. Pontina direzione Latina.

    lo ho copiato da gpone.x sapere altro c’e il link,ma son mica buono di inserirlo…

  51. nn lo so,quello che pultroppo so e che io nn potrò andare xchè impegnatissimo con il lavoro,x questo mi sto facendo portavoce di una diretta a reti unificate e un giorno di ferie.
    quando dopo 7 anni rossi e biaggi corrono insieme vuoi nn farla?mi pare il minimo….sarebbe come se nn avessero trasmesso lo sbarco sulla luna!!!!

  52. A ‘sto punto, un consiglio lo do anch’io…

    Se transitate da Monaco fate un salto all’haxnbauer.

    L’ottimo stinco di maiale cotto allo spiedo, le patate favolose in tutte le maniere,rafano grattugiato per farsi del male smorzato da fiumi di birra… e via… 🙂

    Solo per sentito dire, naturalmente :-):-):-):-)

  53. Salve a tutti e sopratutto al Samba.

    @ Lyon66, che grazia di dio, ho gia l’acquolina alla bocca a quest’ora 😉 😉

  54. Buongiorno buongiorno! 🙂
    Ma che casini combinate??? Birra, Foresta nera, Rossi e Biaggi che corrono insieme…
    ROSSI E BIAGGI CHE CORRONO INSIEME???? Oh bella, il Sic ha il potere di unire proprio tutti! GRANDE SIC come sempre!
    Ora mi aspetto che qualcuno di voi trovi un sito web che trasmetterà l’evento, fare delle ricerche please!!!! 😆 😆

  55. Lyon devo tornare a Monaco quanto prima che le altre volte il tuo stinco m’è sfuggito e ora mi attira da matti!

    Per tornare in tema, hai visto Jigen che Preziosi è molto soddisfatto e fiducioso che Ducati faccia parte di Audi e che questo possa portare ottime prospettive? Le sue non sono le parole di un DEGRADATO!

  56. MW dammi retta se torni a Monaco, fai la strada che sale da Garmisch e vai ad Andechs, c’è il monastero dove puoi bere la birra omonima e stinchi di maiale enormi.
    Ci sono gli armadietti dove i vecchi bavaresi tengono i loro boccali 😀

    Tornando in tema, dove la trovo quell’intervista? Poi sinceramente dopo le parole profuse in questi ultimi due anni a difesa di persone che gli scaricavano …da addosso, mi rendo conto che oramai valgono zero perché, a mio avviso, di facciata.

    Concordo con Alberto Cani, relegarlo a seguire la produzione di serie, (questo è un mio pensiero non di Alberto)è come prendere un pilota del mondiale e promuoverlo a conducente di carrelli della spesa.

  57. In effetti all’Iper di Pesaro non mi è mai capitato di incontrare Rossi, però una volta mi è sembrato di intravvedere Sanchini da lontano e ti giuro che col carrellopieno andava comeuna scheggia: sempre di traverso!!! 🙂

  58. @Aseb

    Ciao, non per smentire le tue parole, ci mancherebbe… ma ho provato a cercare il comunicato di Audi (su google) del versamento di € 170 mln. a fronte dello sviluppo e non ho trovato niente…

    Ne ho parlato con altri e mi hanno detto che si parlava di € 100 mln. bloccati e che Preziosi l’affermazione del rinnovo/miglioramento tecnologia ne avrebbe parlato la settimana scorsa…

    Come anticipato, iscrivendomi, ne so poco o niente; sono un semplice tifoso/appassionato che a livello tecnico quel poco che sa è per ciò che leggo da chi ne sa più perchè nel mondo delle moto.

    Se faccio domande del genere, palesemente da neofita, è per capire dove sta la verità (reale o presunta).

    In ultimo, non c’entra niente… come si fa a inserire un’immagine nel riquadro a fianco del nick?

    Grazie in anticipo per l’attenzione 😉

  59. LYON66 vai su http://it.gravatar.com/ e trovi tutte le spiegazioni, il tuo avatar verrá legato all’indirizzo mail che inserisci nei commenti, un indirzzo mail puó avere piú di un avatar a tua scelta, cioé ne puoi salvare un certo numero e poi decidere quale usare e cambiarlo quando vuoi.

    Sui 170 milioni ho citato a memoria, ma fu detto molti mesi fa in una dichiarazione non mi ricordo se di Preziosi o citata su qualche articolo.

  60. Comunque, avete letto del ritorno di MV (F3) in SS con Luca Scassa?
    Da quel che ho letto le gare saranno trasmesse su SportMediaset.
    Sembra che anche Triumph ci sarà.

  61. @Aseb

    Quindi la teoria Audi-Ducati… se non attendibile al 100% è almeno discutibile…

    E farebbe capire che aldilà di Filippo e Vale, forse… qualcuno ha rallentato il ciclo naturale delle cose…

    Grazie per la risposta e indicazione per l’avatar; domani mi collego e metto la foto. 😉

    Buona serata a tutti.

  62. @Mwinami

    Ciao, se passi a Monaco fidati e vai assolutamente all’ Haxnbauer: se non ricordo male (è anni che non ci vado) è in zona Duomo, se vuoi basta inserire il nome su google e trovi il sito del luogo con recensioni.

    L’indirizzo comunque è:
    Haxnbauer: Munzstr. 5, Monaco di Baviera, Baviera, Germania

    Chiedo scusa per il post fuori tema, valeva la pena della segnalazione perchè è al 157° posto su 2212 ristoranti a Monaco.

    Buona giornata a tutti 😉

  63. Ciao a tutti 😉

    Tempo fa ho letto che c’erano buone possibilità, dovute al ritiro di Stoner, che il vecchio staff tecnico (ex Ducati ora Honda) potesse tornare in Ducati.

    Ho appena letto in un articolo che Cristian Gabarrini è stato nominato supervisore HRC.

    Peccato, forse, avrebbe potuto dare una mano in Ducati.

    Ho l’impressione, forse sbaglio, che in Ducati/Audi… dopo le novità degli ultimi giorni… più di uno abbia timore d’andarci…

    Voi cosa ne pensate?

    I tedeschi hanno tanti pregi, sono il primo ad ammetterlo ma…, sull’elasticità mentale e dialogo… sono molto pratici, attaccati ai numeri, ai fatti concreti e soprattutto alle loro idee, giuste o sbagliate che siano.

    E’ forse il loro più grande pregio ma, da un altro punto di vista… anche difetto più grande.

    Dico ciò perchè ho lavorato, anni fa, per un’Azienda tedesca: avanti 20 anni tecnologicamente rispetto alla concorrenza ma, per cambiare in meglio gli unici due lati negativi del prodotto…, hanno impiegato 10 anni…

    E non contava nulla che noi, tra direttore commerciale e area manager, provassimo a spiegare quanto avrebbero potuto vendere di più…

  64. lyon66 passare alla yamaha o alla honda sono opportunità che non si lasciano scappare, e uno volta che ci arrivi andare altrove corre il rischio di fare un bel passo indietro. anche se arriva l’ex squadra di stoner il grosso del lavoro sempre dal progettista e staff tecnico deve essere fatto e creato .
    con un colosso alle spalle e tante risorse si punta alla vittoria e alla strada per arrivarci, significa che nelle scelte nn si ci pensa due volte e nn si fanno compromessi . io credo che ora come ora ducati si stia organizzando come già fece honda a partire dal 2008 in poi

  65. Gobmeier assume pieno potere nel reparto corse, ma a differenza di Preziosi non sarà il progettista della nuova moto. In Ducati non mancano “teste” buone per occuparsi della cosa, si dice anzi che qualcuno abbia in passato sottoposto a Preziosi soluzioni alternative, senza che però queste venissero prese in seria considerazione

  66. LYON66 personalmente parlando di aziende tedesche posso citare la SIEMENS (quella che faceva le centrali atomiche, turbine etc etc ) sulla gestione del personale per me é una delle migliori che abbia mai visto, tenuto conto anche delle migliaia di persone che lavorano per loro.

  67. C’è da dire anche che i Japponesi non è che siano molto più flessibili dei tedeschi come mentalità. Per togliere una vite da una distinta di materiale da spedire richiedevano almeno 6 mesidi preavviso. Magari il reparto corse che è fatto da gente di tutto il mondo è più elastico ma in genere. C’è anche da dire che molti italiani non gradiscono un eccesso di flessibilità e sono in cerca di “un centro di gravità permanente” 🙂

  68. salve ragazzi et ragazze buona giornata!!!!!!!

    cio che scrivo è anche in tema implosione Ducati e di chi ne è la colpa anche se è passato tra le perdite e profitti.
    stamane c’è una lunga intervista di VR sul giornale l’Equipe intervista dove VR dichiara che nei due anni by Ducati non ha imparato niente e si prepara a un 2013 che spera vada meglio.!!!!
    bene x me sbaglia, se avrebbe detto che al di la di tutto ha imparato l’umilta e la modestia (che mi dispiace non lo caraterizza) io che non lo ammiro x questo, lo avrei applaudito con le 2 mani e l’avrei capito un po di piu,in questa debacle.

    ma lui se ne frega, lui pensa che la ducati era un cancello e è stato un onore x la ducati averlo come pilota!!!!!!!

    x me stoner ha avuto ragione quando in seguito alla sua caduta lo ha apostrofato con “” il tuo ego è superiore al tuo talento”

    so che ora i soliti scriveranno il contrario ma io la penso cosi. Amen
    😉 😉 😆 😆

  69. Terra tutti i piloti hanno un ego enorme e nessuno evade questa situazione altrimenti non farebbero la vita che fanno. Lo stesso Casey Stoner nell’ultima intervista ci é andato ancora piú pesante affermando che VR non si applicava abbastanza, quetso anche a dicapito di tutto il lavornoe fatto dal suo team, ed evidentemente tornando in Yamaha lo faceva per vincere avendo quindi bisogno di una moto superiore, si e’ dimenticato che guarda caso anche lui era seduto su di una moto vincente e non solo in quel momento ma di mondiali in MotoGP ne ha vinti due in sei anni. Purtroppo ha fatto simili affermazioni giusto prima di andare in USA a correre ad Indianapolis dove si e’ schiantato giocandosi definitivamente ogni chances di vincere questo ultimo mondiale. Poi tornando ha pure fregato il compagno di squadra nella lotta al titolo anche se Dani Pedrosa di chances ne aveva pochine. Nessuno in MotoGP regala nulla a nessuno.

    Max Biaggi ha litigato con tutti per avere una moto che a suo dire avrebbe consentito di fargli vincere un mondiale non per quetso e’ un arrogante o un immodesto, probabilmente quello che chiedeva per lui non gli veniva dato oppure non era quello che si apsettava.

  70. Terra Valentino ha la laureato (ad honorem, specifichiamolo che c’è ancora gente che pensa che quella laurea abbia valore legale come per chi la ottiene pagand… ops passando gli esami 😉 ).
    Quello che voglio dire è che qualunque cosa dica, tu bada ai fatti. Se avesse detto che aveva imparato l’umiltà e poisi fosse comportato da stron …. sarebbe stato meglio? Io spero per lui che abbia imparato qualcosa e lo dimostri coi fatti altrimenti era meglio che andava a spasso col suo “titilla” che non rischiava nulla.

  71. Ops m’è sfuggito un pezzo, come al solito. Dicevo ha la laurea mica per nulla …. Ma perché il rettore dell’Università di Urbino voleva farsi pubblicità sfruttando l’enorme popolarità di rossi in quel periodo. E’ stato l’ennesimo matrimonio d’interesse 🙂

    PS qualcuno ha seguito Griglia di partenza l’altro ieri? E’ scappato che Rossi ha vinto il suo primo titolo (125SP) grazie ad una scorrettezza fatta al suo compagno di squadra, dalla squadra stessa (gli hanno staccato il cavo di carica della batteria che epr regolamento doveva essere attaccato) e lo hanno fatto squalificare. In quel modo Valentino ha vinto il titolo così come la Cagiva che altrimenti lo avrebbe lasciato alla Aprilia(?).
    Il dicorso è caduto subito… dovevano mandare la pubblicità 😉

  72. ciao MW,
    d’accordo, ma delle volte un po di coerenza ci sta come ammettere dei fatti concreti,il fatto di non essere un ingegnere come lo si era considerato prima di andare da Ducati e ammesso con straffotenza solo quando la debacle era davanti agli occhi di tutti, ecco questa è una prova di modestia che dovrebbe aver imparato.
    al riguardo qualcuno mi sa dire cosa ne pensa ora il bravo Teruzzi delle qualità di metteur au point del grande VR? io aspetto sempre un articolo di questo signore e FINORA NON HO LETTO NIENTE A TALE PROPOSITO,sara xkè vivo a l’estero e mi deve essere sfuggito 😆 😆 😉 😉
    Buona domenica a tutti

  73. Buongiorno buongiorno! 🙂
    Domandina per terra: come mai Audi voleva Vale e ha silurato Preziosi?? Mah…forse 9 tituli??? Nooooooo quelli non contano!!! 😆 😆

  74. ciao Simo, ma silurare VR non si poteva piu, lui si è silurato da solo durante 2 anni, xkè tirare sull’ambulanza?? 😉 😉 😆 😆

  75. Terra, sappiamo tutti e due che se di Rossi e Biaggi, avessimo sentito solo le cose dette da loro e non dai giornalisti e dai tifosi l’immagine che ne avremmo sarebbe diversissima. Personalmente di Terruzzi ho perso ogni stima. E’ bravo quando intervista, ma quando scrive editoriali scende a livello dei commentatori delle trasmissioni della De Filippi o in genere del pomeriggio: quelle per le massaie tipo la Simona :-))) In più lo fa subdolamente. A me che provo a ragionare con la mia testa, l’operazione Ducati è sempre sembrata una strunzata fina dal primo annuncio. Non pensavo ai livelli che abbiamo visto ma era chiaro che, a meno che non ci fosse dietro qualche magia, la cosa avrebbe come minimo funzionato male. Aspettarsi coerenza da Terruzzi o dai giornalisti in generale? Sarebbe come aspettarsela da un politico: auguri! 🙂

  76. MW 😉 😉 d’accordo su Teruzzi.

    non son d’accordo invece sull’agettivo massaia x Simona, direi piuttosto x i tifosi tipo DJ. 😆 😆

  77. jigen75 non ricordo il nome ma recentemente aveva fatto un’intervista e disegnò molte aprilia 250..

  78. chissà se un pensiero per l’ingaggio lo faranno, anche se penso che qualcuno sempre all’interno di ducati diventerà progettista

  79. Mannaggia ieri sera ho avuto un problema di connessione e non ho potuto replicare a Terra. Era chiaro che su Simona scherzavo. Non mi permetterei mai di dire una cosa seriamente anche considerando il fatto che non la conosco appena se non attraverso qualche frase scritta qui. Ero solo invidioso dei vostri cartellini gialli. Io ancora non ce l’ho, mi sembra 🙂

  80. sIMONA AVEVO MESSO TRE PARENTESI vicino alla battuta ma fa uno smile normale e non gigante come serviva per evidenziare la cavolata detta 🙂

Comments are closed.