Dopo le brutte figure rimediate nelle ultime gare dove tra guasti e errori di assetto la Mclaren era apparsa nettamente in ritardo rispetto alla Redbull ma i certi frangenti anche rispetto alle Ferrari, i tecnici di Woking sono corsi ai ripari presentando per il gran premio degli USA sul tracciato di Austin una nuova ala con una diversa configurazione delle alette che sovrastano il profilo principale. Come si può vedere nella foto,  nella parte centrale non ci sono più le alette orizzontali ma al loro posto delle paratie di deviazione del flusso. In effetti non si tratta di una novità assoluta, in quanto questa soluzione è stata già usata con successo dalla Lotus vincente nel gran premio di Abu Dhabi.

Anche l’ala principale è stata modificata con due incurvature nella zona laterale molto più marcate rispetto alla versione precedente. Lo scopo di queste curve è quello di generare vortici tali da portare deportanza maggiore alla parte superiore dell’ala. Inoltre tutte le modifiche sia sopra che sottostanti dovrebbe garantire un maggiore controllo del flusso aria davanti alle ruote anteriori vero punto debole delle attuali vetture da Formula 1.