Pubblicità

Manca davvero pochissimo alla fine. Un solo week-end, una sola gara e finalmente sapremo il nome del campione del mondo 2012. La matematica ha lasciato in corsa soltanto Alonso e Vettel con quest’ultimo nettamente favorito. Sebastian infatti è totalmente padrone del proprio destino mentre le ultime speranze di Fernando si reggono confidando in un ritiro da parte dell’avversario tedesco. Molti vedono anche nel maltempo un alleato prezioso per il pilota Ferrari, non ricordando però che lo stesso Vettel è uno dei migliori interpreti del bagnato. Non a caso lo spagnolo si dà realisticamente il 25% di possibilità nel portare a casa il suo terzo iride in carriera, cifra piccola ma comunque sempre qualcosa. Per recuperare del tutto quei 13 punti in classifica la Ferrari dovrà assolutamente reagire sfruttando al massimo una poco esaltante F2012, evitando la sconfitta tecnica vista ad Austin costruendo un set-up in grado di esaltare tutte le caratteristiche positive della rossa di Maranello.

L’ultimo capitolo si svolgerà, come ormai consuetudine, presso il circuito José Carlos Pace di Interlagos, nel quartiere di San Paolo. Una pista ormai vecchia scuola con carreggiata abbastanza stretta, tanti saliscendi e avvallamenti. Da anni ormai si criticano gli organizzatori per le condizioni non proprio moderne e sicuro dell’autodromo, ma l’evento ha un grande richiamo anche perché è attualmente l’unico Gran Premio che si disputa in Sudamerica. Guardando gli ultimi risultati questo è terreno di caccia della Red Bull, perfettamente a suo agio tra le tortuose curve sfruttando il grande carico aerodinamico che le monoposto di Newey riescono a generare. E’ dal 2009 che la scuderia austriaca impone qui il suo volere, vincendo due volte con Webber (2009, 2011) ed una con Vettel (2o10). Attenzione anche al meteo di Interlagos, notoriamente variabile e perfettamente in grado di stravolgere intere sessione se non la corsa stessa.

I tifosi confidano in un finale thriller seguendo i canoni degli ultimi anni. In primis quello del 2006 tra Alonso ed uno Schumacher in una forma quasi aliena. Attardato da un guaio in prova e da un contatto in gara con Fisichella che gli provoca una foratura, Michael comincia una epica rimonta che lo porta a rimontare un giro di ritardo fino alla quarta posizione finale, con tanto di sorpassi eccezionali come quello ai danni Raikkonen. Con questa perla saluterà la massima formula per tre anni, mentre la Ferrari per vincere il titolo dovrà attendere il 2007 e l’impresa di Raikkonen, in grado per un solo punto di battere in classifica l’infuocata coppia McLaren Hamilton-Alonso. Amara invece l’edizione successiva con un vincente Massa che si vede sfilare il titolo proprio all’ultima curva da Hamilton. Anche nel 2009 le sorti iridate scelsero la scenografia di Interlgos, concedendo a Button l’immensa gioia al volante dell’incredibile avventura chiamata Brawn GP.  I precedenti densi di emozioni dunque non mancano, impossibile mancare l’appuntamento. Qui sotto le info e tutti gli orari Tv.

INFO
Circuito: Autodromo Jose Carlos Pace
Giri: 71
Lunghezza del circuito: 4.309 km
Distanza di gara: 305.909 km
Giro record: 1:11.473 – JP Montoya (2004)
Mescole Pirelli: Pzero silver hard/Pzero white medium

ORARI

Venerdì 23 Novembre
10:00-11:30 (13:00-14:30) Prove Libere 1
14:00-15:30 (17:00-18:30) Prove Libere 2

Sabato 24 Novembre
11:00-12:00 (14:00-15:00) Prove Libere 3
14:00-15:00 (17:00-18:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

Domenica 25 Novembre
14:00 (17:00) Gara – Rai Uno/Rai HD

Riccardo Cangini

Pubblicità

1 COMMENT

  1. la speranza e l’ultima a morire ma preferisco guardare già a l’anno prossimo (speranza smentiscimi)

Comments are closed.