Pubblicità

Si conferma il più veloce Lewis Hamilton anche nel secondo turno di prove libere del Gp del Brasile: l’inglese ha firmato un tempo di 1’14”026 poco dopo aver montato le gomme Medium, la mescola più morbida disponibile ad Interlagos. Dietro di lui Sebastian Vettel staccato di 274 millesimi dopo aver fatto ben 21 giri con le gomme Hard. Il campione del mondo in carica ha preceduto il compagno di squadra Mark Webber a suo volta davanti Felipe massa per appena tre millesimi. Il brasiliano è la prima Ferrari in griglia, uno dei pochissimo a migliorare le prestazioni rispetto alla mattina ma sopratutto davanti il compagno di squadra Fernando Alonso. Lo spagnolo paga solo 39 millesimi ma intanto si deve accontentare della quinta piazza. L’F2012 si è rivelata a suo agio con le gomme dure e un po’ meno con le morbide, ma questa volta i tempi con il pieno di sembrano in linea con quelli della concorrenza.

Dietro alle rosse rispuntano le Mercedes con Michael Schumacher davanti al compagno di squadra Nico Rosberg. Per il sette volte campione del mondo il distacco dalla vetta si attesta sui sei decimi, con la F1 W03  tornata ad avere scarichi  privi del noto effetto Coanda. Solo ottavo Jenson Button con la seconda McLaren ferma ad 1’14”863. Nona posizione per Romain Grosjea mentre Kimi Raikkonen chiude dodicesimo lamentato un eccessivo surriscaldamento delle gomme Medium. Piccola ripresa invece per Paul di Resta decimo con la Force India. Soffre Bruno Senna tredicesimo ad un secondo e mezzo dalla testa,  e la coppia Sauber Sergio Perez davanti ad Kamui Kobayashi certo del suo licenziamento per far posto al giovane Gutierrez. Problemi meccanici per Charles Pic, rimasto fermo in mezzo alla pista, costringendo i commissari a sventolare per molto tempo le bandiere gialle. Seguono tempi FP2.

1. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1’14″026 – 35 giri
2. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1’14″300 – 40
3. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1’14″523 – 37
4. Felipe Massa – Ferrari – 1’14″553 – 37
5. Fernando Alonso – Ferrari – 1’14″592 – 37
6. Michael Schumacher – Mercedes – 1’14″654 – 36
7. Nico Rosberg – Mercedes – 1’14″669 – 40
8. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1’14″863 – 40
9. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1’14″994 – 37
10. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1’15″129 – 39
11. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1’15″131 – 40
12. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1’15″371 – 39
13. Bruno Senna – Williams-Renault – 1’15″432 – 45
14. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1’15″542 – 35
15. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1’15″839 – 43
16. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1’15″902 – 39
17. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1’15″953 – 47
18. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1’16″048 – 40
19. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1’16″126 – 39
20. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1’16″655 – 42
21. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1’17″244 – 15
22. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1’17″675 – 42
23. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1’18″127 – 31
24. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1’18″139 – 15

Riccardo Cangini

Pubblicità