Dopo la lunga telenovela che ha visto il fallimento del ritorno del GP di Francia nel mondiale di Formula 1, Bernie Ecclestone si è adoperato per non perdere un solo appuntamento nel 2013. A ritrovato nella Turchia un amore perso. Il Gran Premio turco si svolgerà sul noto tracciato disegnato dal solito Tilke con la bella e controversa curva 8!

Il riacceso amore per questa pista da parte di Ecclestone è dovuto con ogni probabilità ad una società la Vural Ak, che ha acquistato i diritti del gran premio ma potrebbe mettere solo circa 5 milioni di euro di tasca propria. E allora come si potrebbe raggiungere la cifra che Ecclestone chiede a tutti gli organizzatore di 26 milioni annui per l’organizzazione del GP?. Il governo Turco sembra disponibile per aumentare le possibilità di promozione turistica della Turchia ad aggiungere 13.5 milioni di euro che porterebbero la disponibilità vicino a 20 milioni che non è ancora sufficiente.

Tutti si dicono fiduciosi anche Ecclestone,  che a fronte di una crisi mondiale veramente grave, e della mancanza di offerte alternative potrebbe anche accettare di fare un “Piccolo” sconto. In ogni caso questo dimostra ancora che se qualcuno riteneva che la Formula 1 fosse uno Sport nella più sana definizione del termine, dovrà prendere atto che senza denaro non si va da nessuna parte. Non importa il blasone e la quantità di storia che una nazione possa avere alle spalle, quello che conta è avere il denaro per pagare una commissione assurda al patron del circus!

Daniele Amore