Duster 

La Dacia mostra al Motorshow  il nuovo Duster. Nella versione 2013 la compatta Suv low cost ci sono dei leggeri ritocchi estetici che non stravolgono una linea che ha incontrato il favore del pubblico. Questa Duster, quindi conserva una delle sue caratteristiche che l’ha resa celebre la sua enorme volumetria interna capace di un vano di carico che può raggiungere 1636 dm cubi.

Il frontale è stato irrobustito da una calandra cromata e da una nuova fanaleria a doppia lente. I parafanghi allargati danno dinamismo e muscolosità alla Duster. Inoltre ora sono presenti protezioni nella parte bassa e passa ruota  allargati. All’interno non ci sono grosse novità. La plancia e i comandi rimangono inalterati con modifiche solo ai colori e accostamento dei materiali.

 

Le motorizzazioni disponibili sono un 1.6 litri 16v benzina da 110cv non certo ultimo grido in fatto di motori a benzina, e un 1.5 dci 110 cv dai consumi veramente parchi nonostante la mole della vettura. Anche la dotazione di sicurezza è stata ampliata con l’adozione di tutti i sistemi principali per la sicurezza passiva e attiva del veicolo.

Sandero Stepway

Decisamente più importante il restyling che ha subito la piccola di casa Dacia, la Sandero presente alla manifestazione bolognese nella versione StepWay. Le modifiche hanno interessato il frontale ora con fanaleria più piccola e sfuggente, e delle fiancate con nervature più importanti. In questa versione crossover ci sono anche protezioni per i colpi in fuoristrada e i passaruota allargati.

Grosse modifiche anche per gli interni che ora appaiono di qualità delle componenti migliorata. Inoltre i colori disponibili sono molto eleganti, con la possibilità maggiore di adottare accessori per il lusso e il confort, caratteristiche sconosciute alle Dacia Sandero fino a qualche tempo fa. Ora fanno la comparsa accessori di categoria superiore come impianto di climatizzazione automatico, e complesso navigatore specifico denominato Media Nav che comprende anche un sistema audio di ottimo livello.

Su questa piccola Dacia debutta il nuovo 900cc  turbo, con fasatura variabile che eroga 90cv a 5250 giri al minuto, con una coppia di 135Nm disponibili già a 1650 giri minuto. In alternativa il già noto 1.5 dci che nella Steway e disponibile nella versione da 90 cv che garantisce consumi eccellenti nell’ordine di 4.0 litri per cento km.

Lodgy

Il monovolume di casa Dacia, il Lodgy e decisamente la vettura del suo segmento che riesce meglio di tutte a coniugare spazio interno enorme anche per sette posti, con dimensioni esterne contenute a quelle di una vettura di segmento C. Questa multispazio punta tutte le sue armi sulal funzionalità e sulla robustezza. La Lodgy ha la possibilità di adottare una terza fila di sedili per ospitare comodamente sette persone conservando una certa capacità di carico. Se invece si vuole sfruttare il vano di carico si parte da una capienza di 827 litri, fino a 2617.

La funzionalità degli interni viene arricchita con l’impianto di navigazione integrato Media Nav che comprende navigatore, impianto stereo e collegamento bluetooth. Le motorizzazioni sono classiche di casa Renault. Si parte da un 1.6 litri da 85cv, per passare al moderno 1.2 TCe da 115cv. Poi ci sono i noti motori diesel di 1.5 litri dci con due livelli di potenza. Si parte da 90cv per finire a 110 cv, con consumi da 4,2 litri per la 90cv a 4.6 litri per la 110 cv.

Dokker

Oltre alla monovolume da 5/7 posti Lodgy, la Dacia presenta anche un secondo veicolo multispazio il Dokker. Derivato dalla analoga versione Renault del Kangoo, punta tutto sulla versatilità di uso grazie al grandissimo vano di carico e alla porta scorrevole laterale. Il Dokker nella sua massima capacità di carico può avere un volume di circa 3 metri cubi!

Anche su questa versione come su tutta la gamma Dacia fa la sua comparsa il sistema Media Nav. Anche le motorizzazioni sono comuni al resto della gamma con uniche differenza un 1.5 litri dci da 75cv che vanta consumi da 4.5 litri/100km.