Dakar 2013, Tutti gli equipaggi pronti sulle spiagge di Lima per la massacrante classica del rally raid

s1_16348

E’ stato allestito vicino ad una delle spiagge di Lima a tempo di record il parco chiuso che ospiterà piloti, mezzi e assistenze dei partecipanti alla Dakar 2013. In questi giorni si stanno effettuando tutte le verifiche tecniche i visti i permessi, e tutte le faccende burocratiche che tengono sulle spine i piloti che scalpitano prima della partenza. All’interno dell’immenso parco chiuso organizzato sulla spiaggia dell”Imperial Rio, ci sono circa 700 tra auto, moto e camion assistenza. L’attesa è talmente trepidante che i campioni uscenti, Cyril Despres e Stephane Peterhansel, si sono recati  rendez-vous nel porto di El Callao,direttamente dall’aeroporto.

Da  elogiare l’organizzazione locale che nonostante la giornata festiva del primo dell’anno hanno offerto ai piloti in servizio impeccabile permettendo di sbrigare le pratiche doganali ben prima della mezza giornata. In questo modo i piloti si sono potuti dedicare alle riunioni e le verifiche da fare con i vari team per lo svolgimento della maratona americana.

Il Perù sesta nazione ad ospitare una partenza della Dakar non si è lasciato sfuggire la possibilità mediatica che la grande corsa offre per far conoscere le meraviglie di questa nazione, offrendo nella giornata di apertura una cerimonia sulla spiaggia della Magdalena uno spettacolo veramente unico. Per realizzare il posto dove sono sistemate tutti i veicolo del parco chiuso ci sono voluti  1.500 lavoratori, aiutati da 30 mezzi pesanti che hanno lavorato per due mesi e mezzo per rendere perfettamente ospitali i 20 ettari del sito. Nel complesso, più di 100 tonnellate di rocce sono state spostate, e 300 tonnellate di ghiaia diffusione sul sito.

Uno sforzo titanico, per costruire le strutture, vale a dire 4.000 metri quadrati di cui 12.000 metri quadrati di tela bianca, oltre i 1.500 metri quadrati del “Village Dakar”. In termini di personale, questo alveare di attività sarà gestito da 250 persone in 4 giorni per assicurare il corretto funzionamento tecnico del sito e rendere la vita dei concorrenti più semplice possibile alle verifiche tecniche, un tempo obbligatorio e spesso stressante. Come tutti sanno, mentre il rally inizia sul podio di partenza è nel trambusto di verifiche tecniche ancora in corso e il tifo dei peruviani che affollano la partenza.

Uno sforzo, ma solo una preparazione, perché è stato quindi necessario effettuare le “strutture”, vale a dire 4.000 metri quadrati di cui 12.000 metri quadrati di tela bianca, oltre i 1.500 metri quadrati del “Village Dakar”. In termini di personale, questo alveare di attività sarà gestito da 250 persone in 4 giorni per assicurare il corretto funzionamento tecnico del sito e rendere la vita dei concorrenti più semplice possibile alle verifiche tecniche, un tempo obbligatorio e spesso stressante. Come tutti sanno, mentre il rally inizia sul podio di partenza è nel trambusto di verifiche tecniche che la Dakar inizia davvero.

Daniele Amore

2 Comments
  1. Sono a valparaiso in vacanza e da appassionato di moto da una vita sto cercando un volo economico per Lima ! Vedere la partenza è un sogno !! E leggere il Vs articolo mi aumenta la voglia di andare !! Grazie

  2. Prego ma mi sa che devi prendere un aereo subito perchè la carovana si è già spostata…verso l’interno del Perù!

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: